Milanosuona - Milano Live report, 28/05/2000

01/07/2000 di Keverich



Cosi furono terminati il cielo e la terra con tutto il loro ornamento. Nel settimo giorno Dio riposò. Ma dove? Chi ha scritto queste idiozie? Già, perché proprio nessuno si è perso l’ultimo giorno della nuova manifestazione “Milano Suona 2000” condita solo di gruppi nostrani.

La manifestazione è iniziata il 18 maggio concludendosi il 28 ed in questi giorni il pubblico milanese ha avuto una vasta scelta per ascoltare un po’ di buona musica italiana, vedendo esibizioni live di gruppi del calibro di: Mau Mau, Verdena, Almamegretta, Reggae National Tickets, Bluvertigo, Ritmo Tribale e molti altri. Per quanto riguarda “l’ambiente Metal” nessun gruppo è stato a guardare e per loro il palco è stato riservato per Domenica 28 Maggio.

Ma partiamo pure a parlare di queste esibizioni dai nomi più importanti come ad esempio dai PWR: sempre incazzati e taglienti come lame affilatissime, i loro riffs hanno caricato per bene i metal fans della giornata e grazie all’uso del campionatore hanno fatto capire che non intendono di certo rimanere chiusi in uno stereotipato sound ma di continuare ad evolversi. Ottimi anche i grandi genovesi SADIST , ormai osannati in tutta Europa (ma non solo), con i loro nuovi brani tratti dall’album di nuova fattura “Lego” (il quale ha fatto storcere un po’ a tutti il naso), ma live sono sempre una bella mazzata allo stomaco e credetemi vedere il grande Tommaso Talamanca suonare le tastiera e chitarra contemporaneamente è ancora una goduria. I VISION DIVINE, con il loro “Power Metal”, hanno fatto capire che il termine “suonare”, per loro è un po’ riduttivo; assoli di chitarra al fulmicotone, scale di note alla velocità della luce su una “tavoletta di plastica e fili elettrici” che si chiama tastiera e una voce da capogiro (come sempre una grande Fabio Lione) hanno reso la loro esibizione un concentrato di ultra tecnica.

Verso le 20:30 ecco riabbassarsi ancora una volta le luci per far posto ai milanesi LACUNA COIL: che delirio, che ovazione! Il loro sound malinconico, ma sempre carico di cattiveria ha incantato il pubblico accorso da tutta Italia per questa manifestazione. La splendida voce di Cristina è risuonata per tutto il palatenda e il supporto della seconda voce di Andrea ha scaldato tutti i nostri animi (continuate cosi ragazzi!). E poi come non citare gruppi come LABIRINTH (tecnica maestrale al servizio della musica), i gran vecchi EXTREMA (il leone è duro a morire si dice), DACRUA, N8, DRIFT e l’unico gruppo non italiano i CRAZY TOWN (un mix tra sonorità Rap e tendenze Crossover, CHE SCHIFO!!!).

Così è stata una gran giornata per il metal italiano, che può passano gli anni e più guadagna gradini verso il mercato europeo; e in una bolgia di persone è sempre bello incontrare strani personaggi come un triangolo con ali ed un vecchio in centro tutto pieno di luce che si aggirava per il concerto dicendo che il settimo giorno non è fatto per riposarsi ma bensì per ascoltare un po’ di giovane metal nostrano!!



Pagine: Extrema PWR Drift

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    PWR
    Foto
    0
    Video
    0
    Concerti
    0
    Drift
    Foto
    0
    Video
    0
    Concerti
    0
    Pannello