Abiku - Mixtape Furgone Rubrica

AbikuAbiku
04/11/2014 di Alice Tiezzi e Simone Stefanini

Ci siamo fatti una domanda molto semplice: perché non dare spazio alle cassettine, ai cd fatti in casa, alle pennette piene di mp3 che ascoltano i musicisti in furgone, durante gli spostamenti del tour? Tutte le playlist di questa nuova rubrica sono curate personalmente dagli artisti in questione. Venticinquesima puntata del nostro viaggio nella musica ascoltata dalle band in tour. È il turno degli Abiku.

 

Prove it all night - Bruce Springsteen 

Da "Darkness on the Edge of Town" (1978). Uno di quei dischi perfetti per gli spostamenti notturni, atmosfera unica, testi bellissimi. A noi piace definirlo un disco "in bianco e nero". 

 

Mambo - Lucio Dalla 

Semplicemente il più grande di tutti; potresti ascoltarla trecento volte e non stancarti mai. "Com’è Profondo il Mare" (1977), "Lucio Dalla" (1979) e "Dalla" (1980) sono dei dischi a cui non si può rinunciare soprattutto quando si viaggia in autostrada. 

  

Dirty Boots - Sonic Youth

"Goo" è fisso nello stereo della macchina da qualche mese e ci accompagna perennemente nel viaggio verso la sala prove che si trova in un casolare appena fuori città. Il riff iniziale di chitarra di Dirty Boots si sposa benissimo con l’aria di campagna.

 

Good Vibrations - The Beach Boys

Durante i lunghi viaggi può capitare di dover fare i conti con il maltempo; per chi soffre di meteoropatia ascoltare i Beach Boys è la miglior cura possibile. Utilissimo anche per allenarsi ad armonizzare le melodie vocali.

 

Abbracciala Abbracciali Abbracciati - Lucio Battisti

Niente fa scorrere i chilometri meglio di una melodia magica. Battisti è uno dei nostri punti di riferimento, dal vivo facciamo sempre la cover di "Amarsi un po'". Questo invece è l'incipit di "Anima Latina", una bordata lisergica perfetta per quando il sole delle 14.32 si infrange sull’autostrada.

 

Wilco - At Least That's What You Said

Gli Wilco sono più o meno la band che aspiriamo a essere. Sciorinano canzoni scritte magnificamente e arrangiate con grazia ed eleganza durante i loro set infuocati. Ce li ascoltiamo in viaggio cercando di trovare la disposizione mentale giusta per affrontare al meglio il palco la sera.

 

Jackson Browne - The Road

"The Road" è una bellissima canzone sulla vita del musicista, scritta da Jackson Browne e caratterizzata dal tipico sound folk americano anni ‘70. Degna di nota è la versione italiana di Ron con testo di Lucio Dalla (Una Città per Cantare, 1980).

 

Jovanotti - Occhio non vede cuore non duole

Questo pezzo non mi annoia mai, lo ascolto da anni e continuo ad ascoltarlo: il testo è molto attuale e l’arrangiamento è raffinatissimo. Da quando sono entrato nel gruppo il Jova è diventato una presenza fissa delle nostre trasferte .  

 

Lee Morgan - Search for The New Land

Quasi sempre ci troviamo a dover partire all'ultimo minuto per poi arrivare all'ultimo secondo. Viaggiare è bello, ma farlo sempre sul filo del cronometro può togliere un po' di magia. Questo pezzo è un viaggio senza fretta, ed è pieno di magia.

 

John Surman - Edges of Illusion

Altro pezzo non propriamente "on the road", adatto però all'ascolto sulla via del ritorno, che spesso avviene la notte stessa, quando qualcuno dorme, qualcuno guida, qualcuno parla, ogni tanto, e tutti siamo distrutti, ma rilassati. E non abbiamo più fretta. Questo è il pezzo perfetto per accompagnare le nostre riflessioni notturne. 

Tag: mixtape furgone

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati