A Toys Orchestra - Mumble Rumble - Salerno Live report, 23/10/2004

25/10/2004 di Angelo Paolillo



Sono circa le 22.30 quando la band sale sul palco, preceduta dall’esibizione dei Circle of Witches, band stoner-metal salernitana che sinceramente ci sembra piazzata in quel contesto come il cavolo a merenda. Appena terminata la loro esibizione la sala inizia a riempirsi e ben presto la cappa di caldo è impressionante; gli A Toys Orchestra entrano in scena e senza tanti convenevoli danno luogo ad un live-act teso e coinvolgente, che riproduce alla perfezione le atmosfere malinconiche chiaroscurali di “Cuckoo boohoo” aggiungendovi, com’è naturale in un simile contesto, un pizzico di grinta in più.

Sfilano così le nevrosi elettro-pop di “Panic Attack”, le morbidezze lo-fi in chiave acustica di “Hengie: queen of the border line”, il mood malinconico del singolo “Peter Pan sindrome”, l’ironia affilata di “Modern lucky man”, due piccoli gioielli come “Three withered roses” e “Elephant man”, riproposti coraggiosamente come da disco, cioè con solo pianoforte e voce. Non manca anche qualche sorpresa, come “Baudelaire’s bolero”, pezzo non presente su nessuno dei due album della band, ma che affascina con il suo piglio naif, o il ripescaggio di qualche traccia contenuta in Job (primo lavoro uscito su Fridge tre anni fa circa) come “Diazapamorchestra”.

Un concerto, insomma, senza cali di tensione, capace di tenere il pubblico con il fiato sospeso per la sua intera durata, e che fotografa una band incredibilmente matura e pronta a spiccare un balzo decisivo verso orizzonti più ampi.



‘Nemo profeta in patria’, recita un antico proverbio che, valendo anche per gli artisti, in linea teorica dovrebbe far sì che i concerti di questi ultimi, nei propri luoghi di origine, debbano per forza di cose rivelarsi dei clamorosi fiaschi.

Ma per fortuna anche i proverbi falliscono e la presentazione del nuovo disco degli A Toys Orchestra, band della provincia salernitana, tenutasi proprio nel capoluogo presso il circolo Arci ‘Mumble Rumble’ (una delle pochissime realtà attive nel circuito locale per quel che riguarda la musica live) si è rivelata un vero e proprio successo, vuoi per il pubblico presente (davvero numeroso), vuoi per la forma smagliante della band che, dopo aver piazzato un disco tra le migliori uscite dell’anno nell’ambito indie-rock, si appresta ad iniziare un tour che si preannuncia altrettanto interessante.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Anche Manuel Agnelli condurrà un programma su Rai 3