Dopo i trenta si smette di ascoltare musica nuova?

John Cusack nel film “Alta fedeltà” tratto dal romanzo di Nick Hornby - musica ascolti trentenni curiosità pop invecchiareJohn Cusack nel film “Alta fedeltà” tratto dal romanzo di Nick Hornby - musica ascolti trentenni curiosità pop invecchiare
05/05/2015 di

Ajay Kalia della società di consulenza The Echo Nest ha fatto una ricerca sugli utenti americani di Spotify con l'obiettivo di capire come si evolvono i gusti musicali rispetto all'avanzare dell'età. È giunto alla conclusione che, dopo i 33 anni, l'ascoltatore smette di ricercare nuova musica, o quantomeno smette di appassionarsi per la musica che va forte in quel momento.

Secondo il suo studio tra i teenager prevale l'ascolto di musica pop e, più in generale, mainstream. Nella fascia tra i venti ed i trenta questo tipo di musica va man mano a ridursi perché il gusto musicale inizia a maturare portando l'appassionato a scegliere in maniera più selettiva cosa ascoltare; dopo i trenta ci si allontana drasticamente dal pop. Il motivo per cui questo accade è, in realtà, abbastanza semplice: il trentenne inizia a non ritrovarsi più nei generi passati in radio e spesso si ritrova a voler ascoltare la musica che era più popolare quando era adolescente.

È interessante come questa evoluzione cambi tra donne e uomini: per le prime la perdita di interesse verso la musica più popolare è molto più graduale, in media un'ascoltatrice rimane curiosa di scoprire musica nuova fino ai cinquant'anni; per il maschi, al contrario, c'è una caduta di interesse piuttosto immediata appena superati i trenta. Se poi si diventa genitori, il processo di allontanamento dal pop è ancora più rapido. Se vi interessa l'argomento, qui trovate l'intero studio.

via

 

Tag: strano e lol tecnologia scienza

Commenti (12)

Carica commenti più vecchi
  • Federico Bianchi Rossi 09/05/2015 ore 16:29 @blanshe

    Commento vuoto, consideralo un mi piace!

  • Federico Bianchi Rossi 09/05/2015 ore 16:30 @blanshe

    con me hai visto giusto

  • Renato Colantoni 11/05/2015 ore 00:56 @renato.colantoni

    Amo la musica e tutto quello che suona,e di anni ne ho suonati 61 giusto fra qualche giorno. Smentisco ascolto musica sempre e a tutte le ore, leggo con interesse riviste musicali fanzine e tutto quello che tratta musica arte e artisti. Oggi ascolto molta più musica perchè ho dismesso con gli anni alcune attività fisiche & ludiche,tipo spostamenti per concerti (quelli a pochi euro di biglietto ma tanta benzina) dove eravamo i soliti 5 "sfigati" più ricambi generazionali, ho visto tantissimi concerti e non ho mai pagato più di 15-20 euro,la musica quella bella difficilmente la si ascolta negli stadi o megatendoni, si ci sono artisti che decorosamente hanno rinnovato la spinta propulsiva che li ha fatti emergere e li rispetto,artisti come Nick Cave, Giant Sand e tanti altri, la lista sarebbe lunga ma ancora molto più lunga è quella di patetici e ingombranti nomi che hanno fatto cose buone tanti anni fà e non sanno farsi da parte e si ripetono all'infinito, in un passato non molto remoto procacciarsi musica veramente buona ci voleva tempo curiosità e soldi, quelli che ho avuto ce li ho spesi senza rimpianti e sono orgogliosamente possessore di svariate decine di chili di vinile gelosamente conservato, tutto questo per dirvi che oggi procacciarsi musica fresca buona appena sfornata ce ne da farsi cadere le orecchie, l'offerta quotidiana è enorme e anche la spazzatura e tanta, ma per chi vuole cercare con un po di curiosità fra le pieghe del pianeta discografico si trova sempre qualche preziosa gemma e pergiunta gratuita, vuoi con le vostre compilation che in siti "legali" come la NoiseTrade e altre che anno abbracciato la causa del copyright della creative commons, be l'offerta è veramente tanta, io in fatto di musica sono veramente onnivoro non ho un genere che preferisco, a me piace la musica quella buona e l'avvento dei media, del digitale e di tutti i canali musicali mi hanno veramente spettinato, anche ora che sto scrivendo mi ascolto la compilation di rockit, be ciao a tutti

  • Lieder 02/01/2016 ore 01:13 @illieder

    Boh.. Io non ho mai ascoltato musica pop.. O perlomeno, il pop può starci all'interno di un discorso più ampio.. E non ho mai smesso di ascoltare musica nuova, anche perché il pop non è mai nuovo, ma già testato.. Altrimenti non si potrebbe dire tale..

  • Angelica Scardigno 17/08/2016 ore 10:16 @angelica.scardigno

    l' allontanarsi dalla musica pop e' dovuta anche ad un altro fattore: verso i trenta e passa in genere - e se si e' fortunati - si lavora e questo comporta un costante contatto col rumore, con le persone e con lo stress. Pertanto quando si torna a casa non si vuole sentire musica troppo energica perche' le orecchie hanno bisogno di riposo.
    Ultimamente mi sto avvicinando a jazz proprio per questo motivo.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati