Musica per Orso, musica per la libertà

Alessandro Orsetti, papà del militante dello Ypg ucciso dall'Isis nel 2019, e il musicista Lucio Leoni raccontano il disco "HER DEM AMADE ME", con cui 24 artisti – da Capovilla a Margherita Vicario e i TARM – celebrano il sacrificio di Lorenzo Orsetti

Orso nel fumetto di Zerocalcare
Orso nel fumetto di Zerocalcare

"Ricordare Lorenzo significa continuare la sua lotta". Questo è il primo obiettivo che si pone HER DEM AMADE ME – Siamo sempre pronte, siamo sempre pronti, disco collettivo uscito il 4 dicembre per celebrare e portare avanti le idee di Lorenzo "Orso" Orsetti, 33enne fiorentino ucciso dall'Isis nel marzo 2019 mentre combatteva nel Kurdistan siriano al fianco delle unità curde Ypg e Ypj. 

HER DEM AMADE ME è un doppio cd, per il momento è presente solo in versione fisica ed è preordinabile al link blackcandyrecords.bigcartel.com/product/her-dem-amade-me. Il volume unisce diversi nomi della musica italiana, nomi storici e nuovi dell'impegno artistico e politico. Eccoli: Serena Altavilla, Assalti Frontali, Angela Baraldi, Cesare Basile, Paolo Benvegnù, Giorgio Canali, Pierpaolo Capovilla, Marco Colonna, Vittorio Continelli, Max Collini, Cristiano Crisci, Dagger Moth, Ginevra Di Marco, Er Tempesta, Giancane, La Rappresentate di Lista, Lucio Leoni, Malasuerte, Mokadelic, Nummiriun, Rita Lilith Oberti, Marco Parente, Carmelo Pipitone, Rapper C J A SAP, Marina Rei, Roncea, Rossofuoco, Tre Allegri Ragazzi Morti, Giovanni Truppi, Margherita Vicario. Zerocalcare ha fornito le illustrazioni presenti nel booklet, tratte dal suo fumetto Macelli.

Il progetto è a cura di Blackcandy Produzioni (in collaborazione con Arci Firenze, Associazione Lorenzo Orso Tekoşer, UIKI Onlus, WJAR- Weqfa Jina Azad a Rojava e Bao Publishing) ed è stato ideato da Leonardo Giacomelli, Lucio Leoni e Alessandro Orsetti. Quest'ultimo è il padre di Lorenzo, ed è stato più che gradito ospite di una nostra diretta social. 

 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da rockit.it (@rockit.it)

Per realizzare HER DEM AMADE ME 24 artisti "si sono fatti trovare pronti ad alzare la voce in memoria di un uomo e al fianco di un popolo; al fianco, soprattutto, di un’idea diversa di mondo e di società. L’idea ha serpeggiato la penisola a partire dal marzo 2020 e ha preso forma nei mesi successivi grazie alla disponibilità e al lavoro di ciascun artista che in autonomia si è adoperato per produrre un brano, un canto, un’opera da offrire al progetto", così spiegano da BlackCandy. 

Oltre che ricordare un ragazzo che ha messo tutto quello che aveva a disposizione della libertà, fino alle estreme conseguenze, il disco ha scopi benefici. "Tutti i proventi derivati dall'acquisto del supporto fisico e, successivamente, da quelli della pubblicazione dello stesso in digitale saranno destinati alle popolazioni curdo siriane, che, insieme alle minoranze etniche del nord della Siria dal 2012, portano avanti il progetto di costruzione del Confederalismo Democratico, ovvero una società che abbia come pilastri fondamentali la democrazia diretta, la solidarietà, l’autodeterminazione delle donne, la laicità delle istituzioni pubbliche, il superamento del concetto di Stato-Nazione, l’ecologismo e lo sviluppo di una economia non capitalista". 

I proventi saranno destinati a una struttura che fa del bene sul territorio: l’Alan’s Rainbow, "un edificio dove vivono in sicurezza e in un ambiente comunitario fino a 50 bambine e bambini rimasti orfani a seguito dell’occupazione dell'ISIS di Kobane. L'obiettivo è dotare la struttura di un ambulatorio medico pediatrico che possa essere un centro di salute per gli ospiti dell’orfanotrofio, per tutti gli studenti e le studentesse del comprensorio formativo e per tutti gli abitanti che vivono nella zona". L’ambulatorio pediatrico dell’Alan’s Rainbow sarà intitolato a Lorenzo Orsetti "Tekoşer" (combattente). 

Queste le parole di Lucio Leoni, artista romano che ha coordinato il lavoro degli artisti per realizzare il disco. 

Come nasce il progetto, e come arriva il tuo impegno nei confronti di Lorenzo e di questa causa?

Diciamo che se ci si tiene un po’ informati non solo tramite i canali considerati ufficiali (che spesso dimenticano vicende piuttosto importanti) la questione curda è una notizia che esiste e di cui sei a conoscenza. Poi se sei interessato -oltre che informato- approfondisci. La storia di Lorenzo non è altro che una conseguenza di questo cercare di rimanere interessati non solo al proprio orticello, ecco. A proposito di orticelli il progetto nasce così; durante il primo lockdown ci siamo interrogati su quanto la storia di questo ragazzo potesse essere d’esempio per noi soprattutto e poi per tutti specialmente in un momento così complicato. Ci è sembrato che fosse importante ricordare un uomo coraggioso. Si parla spesso di arte e cultura di questi tempi ma spesso lo si fa distorcendone i significati, quindi abbiamo pensato che tornare a ricordare e ricordarci  che il nostro mestiere porta con se delle responsabilità fosse importante: ricordare Lorenzo e contestualmente ricordarci di quello che sta accadendo in Siria è stato un passaggio naturale. 

Lo conoscevi personalmente ? Ti sembra di conoscerlo adesso?

No, non lo conoscevo e tantomeno credo di conoscerlo ora. Sarebbe un po’ retorico pensarla così. Credo semplicemente di aver ascoltato delle canzoni stupende che mi hanno raccontato qualcosa in più e ho avuto l’opportunità di conoscere la sua famiglia, una famiglia meravigliosa che mi ha aiutato moltissimo nell’entrare in contatto con la storia del proprio figlio.

Come sono stati scelti gli artisti, e perché?

Gli artisti si sono un po’ scelti da soli, io ho fatto da coordinatore, tutto qui. Ho chiamato i primi quattro e a loro quattro ho chiesto di invitarne altri quattro e poi via così. Mi sembrava giusto immaginare un modo collettivo e condiviso di costruire l’idea di “direzione artistica”, l’ho trovato più rispettoso dell’idea di mondo che nella mia testa poteva avere Lorenzo. 

Questa la tracklist completa: 

LATO A
1-MARCO COLONNA, VITTORIO CONTINELLI-FUOCO
2-ROSSOFUOCO Y MAX COLLINI-GUERNICA
3-MARGHERITA VICARIO-QUANDO GLI UOMINI
4-MARCO PARENTE-QUANDO IL MONDO ERA UNA PIUMA
5-CESARE BASILE-FERMA TI LA RUGNU LA PALORA
6-ASSALTI FRONTALI FEAT ER TEMPESTA E NUMMIRIUN-COMPAGNO ORSO
7-GINEVRA DI MARCO-FUOCO A MARE
8-MALASUERTE FI SUD-GAZA
9-CARMELO PIPITONE-IL MIO VECCHIO MONDO
10-DAGGER MOTH-UNLEASHED
11-LA RAPPRESENTATE DI LISTA-AMANDOTI (SEDICENTE COVER)
12-GIANCANE-ADOTTA UN FASCISTA

LATO B
1-RITA “LILITH&OBERTI-DON DURITO E L’ORSO
2-PIERPAOLO CAPOVILLA & I CATTIVI MAESTRI-LA CITTÀ DEL SOLE (REVISITED VERSION)
3-24 GRANA-ORSO
4-ANGELA BARALDI-IMMOBILI
5-PAOLO BENVEGNÙ-CAUSA ED INFINITO
6-ALTAVILLA, CRISCI, LEONI-MOLISE
7-GIOVANNI TRUPPI-L’UNICA OLTRE L’AMORE
8-RONCEA-LA RAGIONE DELLE COSE
9-TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI-RASOIO, MATTATOIO, PAZZATOIO
10-RAPPER CJ A SAP-THE THUNDERSTORM
11-MARINA REI-CURAMI
12-MOKADELIC, EDDI-UNA GOCCIA

---
L'articolo Musica per Orso, musica per la libertà di Dario Falcini è apparso su Rockit.it il 2020-12-08 19:54:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia