Napster - MP3 a GoGo! (Ma occhio al Copyright!)

23/02/2000 di



Credo che ormai la quasi totalita' degli utenti telematici abbia perlomeno letto da qualche parte il termine MP3, l'innovativo e rivoluzionario formato audio che sta mettendo a dura prova la pazienza delle majors musicali internazionali.

Al di la degli aspetti tecnici, che poco ci interessano, l' MP3 e' infatti basato sul semplice concetto di comprimere in poco spazio dei brani musicali, mantenendone alta la qualita' e consentendone lo scambio tramite rete... ovviamente con strumenti alla portata di TUTTI!

Le implicazioni di questa tecnologia stanno creando lo scompiglio nelle tradizionali metodologie di gestione, promozione e distribuzione musicale, aprendo il mercato a nuove societa' che investono capitali sul formato MP3.

Tra queste una delle piu' intelligenti e' stata la societa' (manco a dirlo) statunitense della Napster Inc., che ha avuto la brillante idea di creare una comunita' virtuale di appassionati di musica che si scambiano brani MP3 utilizzando una interfaccia software chiamata appunto NAPSTER. Il concetto che sta alla base del Napster e' lo stesso che ha generato le fortune di programmi come ICQ, Mirc o Netmeeting, ovvero quello di mettere in contatto gli utenti internet di tutto il mondo consentendogli di condividere le proprie risorse.

Una volta scaricato e installato il Napster, un software leggero e ancora in versione Beta, si aprira' un mondo nuovo.

Dopo essersi registrati con un Userid e Pwd e' possibile accedere agli appositi server, contenenti l'elenco di tutti gli utenti Napster attualmente in linea e l'elenco di tutti i file MP3 contenuti sui loro PC.

Anche voi potrete scegliere sul vostro hard disk una directory che contenga qualche MP3 da condividere.

Tramite il pannello SEARCH potrete cominciare le vostre ricerche per titolo o nome dell'artista. Una volta interrogato il server, vi verra' messo a disposizione l'elenco dei brani che soddisfano la vostra richiesta e ogni file sara' corredato da una seri di informazioni: Nome Brano, Lunghezza in Bytes, Bitrate, Frequenza, Durata del brano, Nome dell'utente che lo mette a disposizione nonche' la velocita' di connessione alla rete di quest'ultimo.

Prima di scegliere il brano e' importante prestare attenzione alla velocita' dell'utente da cui scaricare: scaricare da un modem 14.4 non e' consigliabile, soprattutto considerando che in rete e' pieno di americani con rapidissime connessioni T3, T1 e via cavo.

Col classico doppio click si fa partire il download diretto da un altro PC in chissa' quale parte del mondo.

Dalla finestra TRANSFER potrete seguire l'andamento del download e se avete scelto un utente veloce, potrete raggiungere punte di download incredibilmente elevate (con il mio 56.6K riesco ad arrivare anche a 5.2K/s fissi!!)
Qualcuno potra' dire :"ok... ma... se l'utente da cui sto scaricando si disconnette dalla rete?!..." Nessun problema! Il Napster non solo e' in grado di gestire il "resume" ma cerchera' la stessa identica traccia sull'hard disk di qualche altro utente online, proseguendo in maniera automatica il download!

Mentre scaricate i brani, potrete anche ingannare il tempo facendovi un giro nel pannello CHAT, un client per chattare con tutti gli altri utenti in linea attraverso un'interfaccia molto simile al Mirc. Ovviamente in sottofondo potrete mettere le note dei brani scaricati visto che il Napster e' corredato di un lettore MP3 interno.

Se per caso doveste fare delle amicizie o trovare dei computer che hanno tutti i brani che avete sempre sognato, potrete aggiungerli direttamente alla vostra HOTLIST che, come avviene per ICQ, vi informa se quel particolare utente e' collegato in quel momento.

Il Napster, nella sua semplicita', rappresenta uno dei software piu' sconvolgenti degli ultimi anni, che mette a disposizione di chi lo usa un archivio musicale sterminato (mentre vi scrivo ci sono online 187.230 brani per quasi 800 GIGABYTES!), nel quale soddisfare pressoche' ogni esigenza, anche in termini di brani rari e introvabili, senza i problemi legati ai "broken links", ai download lenti, ai siti ftp "busy"... insomma lo stato dell'arte per lo scambio di MP3.

Rimangono FORTISSIMI dubbi sulle implicazioni legate alla pirateria e alla tutela del copyright... ma ci sara' tempo per parlarne...

WWW.NAPSTER.COM



La Napster Inc. e' attualmente in guerra con la Recording Association of America (RIAA) che ha avviato una causa legale per riconoscere nel Napster un software illegale che favorisce la violazione del copyright...

La battaglia si preannuncia lunga e molto interessante... staremo a vedere chi la spuntera'... speriamo come al solito nel buon senso di tutte le parti in causa...

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è Brunori Sa, il nuovo programma di Dario Brunori su Rai 3