Naturae x Rilegno - vol. 5: i Pinguini Tattici Nucleari sotto il sole di una nuova primavera

La band lombarda sale fino ai piani dell'Avaro in provincia di Bergamo, tra fiori che germogliano e le ultime nevi che devono ancora sciogliersi, per suonare in acustico 'Scrivile scemo'. Perché riconnettersi con la Natura è il miglior modo per ritrovare un equilibrio

I Pinguini Tattici Nucleari - tutte le foto sono di Marco Previdi
I Pinguini Tattici Nucleari - tutte le foto sono di Marco Previdi

Sono in macchina con il mio collega Marco, lungo la strada tortuosa per raggiungere i Piani dell’Avaro, in provincia di Bergamo. Durante il tragitto ci fermiamo spesso a contemplare la vista strepitosa che si affaccia sull’alta Valle Brembana. È tra le panchine del rifugio dei Piani dell’Avaro che abbiamo appuntamento con i Pinguini Tattici Nucleari, i protagonisti del quinto appuntamento di Naturae, progetto curato da Rockit insieme a Rilegno, il consorzio nazionale per il riciclo del legno. Suoneranno la loro Scrivile scemo in chiave acustica, l'ennesima hit (tratta da Ahia!) di un repertorio che in pochi anni li ha portati a diventare una delle band più apprezzate, e ascoltate, del panorama nazionale.

Naturae ha l’obiettivo di condurci in un'immersione nella natura più incontaminata, per ricordarci che tra Natura, Uomo e Musica esiste un forte legame primordiale, che si concretizza in un impegno condiviso nel promuovere, a partire da un’economia circolare che minimizza gli sprechi, la sostenibilità e l’attenzione per l’ambiente. Ascoltando nel frattempo della gran bella musica, perché no. Qua potete recuperare i video precedenti, in cui si sono esibiti Maria Antonietta, Eugenio in Via Di Gioia, Dente e Emma Nolde.

Panorama dai Piani dell'Avaro
Panorama dai Piani dell'Avaro

Da piccola andavo in montagna con i miei genitori quasi ogni domenica, e ogni volta mi impuntavo con ostinazione per convincerli a rimanere a casa. C’erano così tante alternative da fare, che senso aveva svegliarsi presto per andare a prendere freddo? Ma è proprio in quegli anni che la Montagna ha iniziato il suo lento e incessante corteggiamento, nonostante io, crescendo, mi allontanassi sempre un po’ di più: dalla seccatura che erano all’inizio, quegli stessi posti oggi sono diventati il mio punto di ricarica, il mio posto felice nel mondo. Un rifugio ancora più necessario, in un momento storico difficile come quello dell’ultimo anno e mezzo.

Le ultime nevi della stagione
Le ultime nevi della stagione

Quando si è trattato di cercare la location perfetta per il quinto appuntamento di Naturae, ho subito pensato ai Piani dell’Avaro, perché sono un luogo di cui conservo gelosamente bellissimi ricordi, e che consiste in una distesa infinita di prati collinari ricoperti dall’ultima neve della stagione, incorniciati da vette altissime.

Rinascita primaverile
Rinascita primaverile

Lo scorcio scelto per le riprese è una collina che abbraccia un laghetto innevato. Una foresta di alberi protegge il panorama e lascia intravedere alle sue spalle il pendio di un monte solcato da una serie di cascate. I sei Pinguini si dispongono in formazione acustica, con tanto di fisarmonica suonata da Elio. Riccardo, imbracciando l’ukulele, dà l’attacco e finalmente inizia la musica. Al resto pensano i suoni delle chitarre di Lorenzo e Nicola e il basso di Simone, mentre Matteo il batterista percuote in un modo del tutto suo questa volta.

Elio e la sua fisarmonica
Elio e la sua fisarmonica

Oltre a noi pini e abeti, piccoli fiori bianchi e rosa (ho scoperto da mia nonna, fonte inesauribile di saggezza, che si chiamano crocus), macchie di neve e piccole baite di pietre e legno. In questo contesto incontaminato, puro, semplice, lontano da tutto e tutti – ma forse il vero centro del mondo – la vita si muove silenziosa e magica: il vento si riversa nel bosco e crea un fragrante fruscio, i ruscelli gorgogliano allegri dirigendosi verso valle, qualche animaletto corre sulla neve incurante di scontrarsi con noi.

I Pinguini al completo
I Pinguini al completo

I Pinguini, tutti provenienti dalla provincia di Bergamo (cui hanno dedicato la canzone Bergamo) e legatissimi alla loro terra, hanno commentato il progetto Naturae così: "Legno e musica sono da sempre collegati: è uno dei materiali più utilizzati per la produzione di strumenti. Marimba, violoncello, percussioni, chitarre, senza legno non esisterebbero. Per questo chi vuole bene al legno vuole bene alla musica! Gli amici di Rilegno portano avanti da anni un progetto fantastico, ovvero ridare una vita a del legno che sembra spacciato. È così che vecchie cassette di frutta e ante di mobili sfasciati rinascono e tornano utili. È un’economia circolare all’insegna dell’anti-spreco. Con Rilegno e Rockit abbiamo raggiunto la splendida location dei Piani dell’Avaro e, in mezzo alla natura, abbiamo registrato una versione acustica è molto 'legnosa' di Scrivile scemo. Speriamo vi piaccia!".

---
L'articolo Naturae x Rilegno - vol. 5: i Pinguini Tattici Nucleari sotto il sole di una nuova primavera di Giulia Cortinovis è apparso su Rockit.it il 2021-05-19 15:00:00

Tag: naturae

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia