Dente - Non c'è due senza te

16/07/2007

Dente
Non c'è due senza te
Jestrai (2007)



La musica di Dente è un pop leggero, piena di quel tipo di tormentoni naturali e melodie ariose che compensano ampiamente il fatto che, per me, le liriche in italiano sono del tutto imperscrutabili. Anche sei mmagino, basandomi sulla loro leggera sensibilità pop, che le tredici canzoni di "Non c'è due senza te" siano brani che parlano a cuor leggero d'amore e di altri grovigli romantici. L'unica canzone di cui ho immediatamente compreso il titolo (oltre all'inglese "Baby Building"), "Canzone Pop", è proprio quello che dice di essere: una canzone pop acustica strimpellata dolcemente. Ci potrebbe essere un più profondo significato di queste canzoni, alla Elliott Smith, e mi piacerebbe conoscerlo, ma forse, considerato che il loro lato divertente è la superficialità, mi va bene così. // Josh Mc Donald (Traduzione di RS)

TESTO ORIGINALE
The music of Dente is light and poppy, filled with the kind of effortless hooks and breezy melodies that more than make up for the fact that, to me, the Italian lyrics are all but inscrutable. I imagine, though, based on their fluffy pop sensibility, that the 13 songs of "Non c'è due senza te" are lighthearted takes on love and various other romantic entanglements. The one song whose title I immediately understand (besides the English-titled "Baby Building"), "Canzone Pop," is just that, a gently strummed acoustic pop song. There could be a deeper, Elliott Smith-esque meaning to these tracks and I would never know it, but maybe, given their fun superficiality, I'm all the better for it.

Leggi la recensione di Rockit

Torna all'elenco delle recensioni



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    “Fabrizio De André. Principe libero”, il film con Luca Marinelli arriva al cinema come evento speciale