Non solo SIAE per proteggere la propria musica

11/12/2000 di



Si e' portati a credere di solito che l'unico modo possibile per proteggere i propri brani musicali sia mediante la SIAE. Ma, a meno che non vogliate sfruttare i compensi che la SIAE raccoglie per autorizzare l'esecuzione e la riproduzione dei vostri brani, ci sono altri modi piu' semplici che vi permettono di non ricorrere alla SIAE, evitandone quindi tutto l'iter burocratico.

Ecco 2 semplici metodi che sono considerati validi per attestare la data di creazione del brano e per provare che voi ne siete l'autore, molto utile nel malaugurato caso che vi troviate in mezzo ad una causa di plagio, sia come parte lesa che come accusati.

  1. Autospedirsi al proprio indirizzo una lettera raccomandata contenente a scelta, o la partitura del brano, oppure un supporto musicale ( CD, cassetta...) con la registrazione; quando poi si riceve la lettera non bisogna aprirla! Fara' fede il timbro postale e avra' la stessa validita' giuridica del deposito in SIAE.
  2. Ricorrere alla Library of Congress degli Stati Uniti d’America, inviando sempre partitura o registrazione del brano completo, modulo compilato e 20 dollari; in questo caso fara' fede la data di ricevimento della busta.



Speciale MP3, argomenti trattati:

Il formato MP3
> Audio e computers
> La nascita del formato mp3
> Trucchi e segreti degli mp3

L'hardware
> i lettori MP3 (2001)

Diritto d'autore
> Problemi legati al diritto d'autore
> Che cosa fa la SIAE per voi?
> Non solo SIAE per proteggere la propria musica

Appunti, spunti, commenti
> MP3, Legalità, Siae, Cd-Rom compilation... ecc. ecc.

Per chi ha fretta
> Le domande piu' frequenti (FAQ)
> Mini FAQ per chi ha molta fretta...

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    Pannello