Da oggi non puoi più mettere la musica su Instagram e Facebook

Cosa succede con reel, post e story su Facebook e Instagram? Per via di un mancato accordo tra Meta e SIAE, la società degli autori ed editori, sparisce la possibilità di mettere canzoni sui propri contenuti. E anche per quelle già pubblicate ci saranno conseguenze

Il quartier generale di Meta, foto via Wikimedia Commons
Il quartier generale di Meta, foto via Wikimedia Commons
16/03/2023 - 11:55 Scritto da Redazione

La notizia è arrivata poco fa, la portata è molto grande. Ma quanto grande esattamente lo capiremo nei prossimi giorni. Da Instagram e Facebook scompare la musica protetta dalla SIAE, cioè la Società Italiana degli Autori ed Editori, il principale (molto principale) ente di gestione collettiva del diritto d'autore in Italia.

"Purtroppo non siamo riusciti a rinnovare il nostro accordo di licenza con Siae", ha fatto sapere un portavoce di Meta, il gigante tech di Mark Zuckerberg che possiede i due social network, tra i più utilizzati al mondo. "La tutela dei diritti d'autore di compositori e artisti è per noi una priorità e per questo motivo da oggi avvieremo la procedura per rimuovere i brani del repertorio SIAE nella nostra libreria musicale".

C'è un altro passaggio di questa dichiarazione che fa capire che la trattativa è ancora in corso, e che con ogni probabilità la mossa (clamorosa) di Meta serva per mettere pressione su SIAE. "Abbiamo accordi di licenza in oltre 150 Paesi nel mondo, continueremo a impegnarci per raggiungere un accordo con Siae che soddisfi tutte le parti". Da parte della società degli autori e degli editori, per il momento, non ci sono commenti ufficiali.

Ma cosa succederà ora? Da quanto si apprende – ma ripetiamo, la situazione appare in grande evoluzione – su Facebook i contenuti con musica "protetta" da SIAE verranno bloccati, su Instagram saranno invece mutati, e gli utenti potranno decidere di sostituire l'audio con una traccia invece disponibile sul catalogo di Meta. I brani fuori dal repertorio della collecting continueranno a essere disponibili.

Quando avverrà tutto ciò? Subito, promettono da Meta. Già dal primo pomeriggio di giovedì 16 marzo. Parliamo di centinaia di milioni di video, reel e stories, in cui la musica ha una componente molto forte. Per gli utenti e i cosiddetti creator (e spesso parliamo di giri di soldi molto importanti) delle piattaforme del gruppo caricare la musica sui propri contenuti è sempre stato semplice e intuitivo, e una delle forze ad esempio di Instagram era quella di poter disporre di un vastissimo catalogo tra cui scegliere. Una usability molto buona, destinata a perdere molto. 

Sullo sfondo – ma dovrebbero essere al centro di tutto, ahinoi – il tema del diritto d'autore, di quale uso si fa delle opere e di chi guadagna dalla loro riproduzione. Le policy in materia che le piattaforme – quelle di Meta e non solo loro – hanno sempre avuto, le conosciamo bene. E sappiamo che il bene degli artisti non è sempre stata la loro più grande priorità.

Cosa succederà ora, come si evolverà la trattativa, non è chiaro. La distanza tra le parti risulta essere notevole, trovare un punto di incontro non sarà per nulla semplice. Di certo, che si sia arrivati a questo strappo denota una debolezza di Meta, in crisi su ogni fronte da tempo, che fino a pochi anni fa era del tutto impensabile. Di certo, serve un nuovo paradigma. Più sensato e più sostenibile, che metta fine a una sbronza durata forse troppo a lungo. 

---
L'articolo Da oggi non puoi più mettere la musica su Instagram e Facebook di Redazione è apparso su Rockit.it il 2023-03-16 11:55:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • karuso 15 mesi fa Rispondi

    Urca :O