Palco La Collinetta - MI AMI 2007 Live report, 08/06/2007

25/06/2007

500 battute a band per raccontare cosa è successo sui Palchi del MI AMI edizione 2007. Una carrellata di live raccontata da: Nicola Bonardi (NB), Andrea Borraccino (AB), Michele 'Wad' Caporosso (MWC), Francesco Cremonese (FC), Elisabetta De Ruvo (EDR), Sandro Giorello (Sa-g), Manfredi Lamartina (ML), Fausti'ko Murizzi (F'M), Elisa Orlandotti (EO), Mario Panzeri (MP), Carlo Pastore (C-Pa), Stefano 'Acty' Rocco (SAR), Simona Rotolo (SR), Sara Scheggia (SS), Renzo Stefanel (RS), Mariella Tilena (MT), Marco Villa (MV), Enrico Veronese (EV)



MARTI

(Foto di Ivan Rachieli)

A message had came to town…
I Marti nella notte. Come un sogno ubriaco e innamorato, si sono stagliati sul palco, ed eleganti nei vestiti come nei movimenti, hanno suonato così bene che dopo poco sono uscito dal backstage a controllare non fosse un'illusione. E il pubblico della collinetta (piena), abbracciato e incantato, mi ha fatto capire che non c'erano dubbi: grandi. Con una forza teatrale ed espressiva gigante, composta ma lacerata, dentro. Poetica. Fucina di emozioni profondissime che danno musica. …au revoir. //FC

HOGWASH

(Foto di Jacopo Grassi)

La sicurezza e la gentilezza di chi ci sa fare. Il rock che si sale e si parte subito, tranquilli uguale. Tranquilli tutti, sereni. E la Collinetta approva e ondeggia. Si elettrifica anche. Ché, dopo i Franklin Delano e prima dei Marti, ci stava troppo bene. E anche se il sole era già sceso da un po’, il live degli Hogwash è stato bello, come un tramonto, come uno di quelli che volevi sempre fotografare tu, ma che tanto non veniva bello e caldo uguale. Ma la foto la facevi lo stesso. Ché ci stava troppo bene. // FC

FRANKLIN DELANO

(Foto di Marco Becker)

La Collinetta ha un aspetto magico. Se di giorno è bella e disponibile come la ragazza della porta accanto, di notte diventa magnetica. I suoi occhi sono le stelle e le sue gambe sono gli alberi che circondano il palco dove suona l’alt. country dei Franklin Delano. Che pestano sugli strumenti come se questo fosse l’ultimo concerto della loro vita. Paolo Iocca alla chitarra e voce sembra un misto di Johnny Cash e Thurston Moore. Tutto intorno la gente sorride, ascolta, applaude e si bacia. Ed anch’io. Benedetta Collinetta. // ML

GRIMOON

(Foto di Simona Paleari)

Un nome che incuriosisce e un disco (“La lanterne magique”) che ammalia ascolto dopo ascolto. Stasera, invece, c’è da rimanerne stregati! La band, infatti, azzecca mezz’ora di musica sbalorditiva, regalando ai presenti affreschi sonori di rara bellezza, con il suo incrocio di folk sognante contaminato - inevitabilmente - dalla chanson française e dalle sfumature rock degli ultimi Libra. E si rimane coinvolti fino all’ultima nota, mentre sul palco si fa festa e gli strumenti macinano note colorate. // F’M

BACHI DA PIETRA

(Foto di Simona Paleari)

Non era un concerto facile quello dei Bachi da Pietra anche se la location della Collinetta avrebbe di certo favorito un’atmosfera consona ai loro suoni. Giovanni Succi e Bruno Dorella non si fanno comunque alcuno scrupolo e si concentrano sulla loro perfomance, cercando di ricalcare atmosfere e suoni dei due dischi editi da Wallace. Il pubblico sembra gradire, ma personalmente fatico a trovare una ragione per farmi affascinare come successo in precedenza su disco. Forse è dovuto al fatto che sono agitato per tutto il resto… // F’M

LELE BATTISTA

(Foto di Marco Becker)

Il sole inizia a calare quando sul palco sale Lele Battista che proprio delle "ombre" si è fatto interprete nel suo ultimo lavoro. Lele si racconta apertamente, descrive la sua incessante ricerca della luce (la caverna) e i suoi chiaroscuri interiori (l'odio) con una sensibilità non comune, comunicativa e poetica. Su "piove" e "passeggiare" le emozioni prendono la forma di derive strumentali e scaldano il cuore. Sulla collinetta non solo ombre, anche molte anime. Ad applaudire. // SR

VANESSA VAN BASTEN

(Foto di Sandro Giorello)

Il sole c’è stato. Alla faccia delle nuvole cariche d’acqua alla vigilia e delle sfighe evocate sul forum di Rockit. Le tenebre però sono comunque scese attorno alla Collinetta prima ancora che il giorno timbrasse il cartellino e tornasse a casa. Un suono apocalittico che tinge di nero l’abbagliante arancione del manifesto del MI AMI. Il metal che sodomizza il post rock. Una band al suo esordio live – “Perché ce l’ha chiesto Rockit!”. Vanessa Van Basten. E con loro sì che è arrivata la pioggia. Ma di emozioni. // ML

THE GUMO

(Foto di Simona Paleari)

Eccoli capitanati dalla camicia multicolore del cantante: il pubblico con le birre si assiepa con calma sulla collinetta mentre The Gumo dipana le sue trame rock fresche e, diversamente dal lavoro in studio, molto più avvolgenti. Un gruppo che dal vivo ci sa veramente fare, dosando con gusto pieni e vuoti, assoli e ritmica, con quegli occhi all'insù tra sottile malinconia e timida lucidità. Non voglio esagerare ma la loro esibizione mi ha fatto venir voglia di formare un gruppo. // MP

HOME

(Foto di Ivan Rachieli)

Sulla collinetta si sta da dio perchè è il piccolo eden del MI AMI, se poi sul palco ci sono tre tizi stilosissimi che fanno del grande rock'n'roll viene voglia di abbracciare chiunque e fare caciara e stare ancora meglio e comprare il cd non appena quelli hanno finito. Capiamoci, il batterista è anche il cantante ed è un mostro di bravura, chitarra e basso si uniscono al groove ed è una sola armata che ti stende a terra, questi sono gli Home dal vivo, te ne avevano parlato bene, ne riparlerai benissimo. // NB

BRIZZI+NUMERO6

(Foto di Andrea Borraccino)

Dice Enver che questo non è un reading, ma un tipo di spettacolo che non si è mai visto. Come dargli torto? La musica dei Numero6 non è sottofondo e la voce di Brizzi non è semplice lettura. La seconda interpreta, soffre e vive le parole di carta, la prima taglia, si interseca e cuce senza troppi riguardi, dotata di forza propria e poco propensa a farsi ingabbiare. “Siamo venuti a raccontarvi la favola della buonanotte”, saluta Brizzi, ma in realtà, più che una ninna nanna, è una scossa elettrica che attraversa tutta la Collinetta. // MV

Torna alla pagina dei concerti
Torna alla pagina iniziale



Pagine: Hogwash Numero6 Franklin Delano Lele Battista Grimoon Bachi da pietra The Suits Vanessa Van Basten Enrico Brizzi Marti The Gumo Home

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati