La prima volta di Gabriele dei Joe Victor Rubrica

Gabriele Mencacci Amalfitano (Joe Victor)Gabriele Mencacci Amalfitano (Joe Victor)
25/09/2017 di

"La prima volta" è la rubrica di Rockit in cui i musicisti e le band italiane ci raccontano come hanno mosso i primi passi nel mondo della musica, dai primi dischi e concerti alla prima volta su un vero palco. Oggi è il turno di Gabriele dei Joe Victor che, a pochi giorni dall'uscita del nuovo singolo della band "Disco folk genial", racconta le sue prime volte con la musica.

La prima volta che hai acquistato un disco
Il primo disco che ho comprato è stato “Enema Of The State” dei Blink 182, avevo 9 anni e mi piaceva un sacco la copertina. Due anni dopo, la Mulino Bianco (che ringrazio) mi fece scegliere dallo scaffale il Greatest Hits dei Queen.



La prima volta che sei andato a un concerto
Lo ricordo bene, era il 2000 e faceva un freddo terribile. Mia madre aveva saputo che al Palalottomatica avrebbe suonato Elton John e voleva a tutti i costi che andassi con lei. A distanza di anni continuo a ringraziarla, perché sentire dal vivo alcune canzoni che sono “una forza del passato” (citazione colta Pasolini/Hegel) è stata un'emozione incredibile. Potevo finalmente rivivere a distanza di 30 anni quell'aria di libertà che si respirava negli anni '70.

La prima volta che hai suonato uno strumento / cantato
Ho comprato la prima chitarra per suonare le canzoni di Cat Stevens e Bob Dylan. Il primo insegnante era un maestro peruviano che dopo la prima lezione mi assegnò il compito di scrivere una canzone. Un genio.

La prima volta che sei salito su un palco
Avevo 18 anni e mi offrirono la possibilità di suonare al The Castle, un locale di musica live a Portobello, Londra. Ovviamente ero l'unico “straniero” e mi sarei dovuto esibire dopo Elizabeth McGovern, che una ventina d'anni prima era stata candidata all'Oscar per il film "Ragtime". Poi c'era la moglie di Paul Simonon, dei Clash. Il pubblico meno adatto per qualsiasi tipo di attacco d'ansia per un 18enne in fissa.



La prima volta che ti sei sentito davvero un musicista
Mai credo. Sono solo uno che ama la musica. Per diventare musicista la strada è ancora lunga, ma quando mi chiedono che lavoro faccio, tipo su visti o documenti vari, scrivo musicista e rido contento.

La prima volta che hai pensato di mollare la musica
Penso di mollare la musica un giorno sì e uno no, ma credo sia normale per qualsiasi cosa si faccia nella vita.

La prima volta che hai sentito qualcuno cantare a memoria una tua canzone
Sempre a Londra. Tentavo di partecipare il più possibile a quelle serate folk organizzate dai locali. Suonavo il mercoledì e, dopo qualche settimana, qualcuno al bancone del bar iniziò a cantare “There is a smile of”, una canzone che avevo scritto ispirandomi a “Songs of Innocence” di William Blake.

La prima volta che un tuo concerto è andato male
Posso dire mai? (ride)

La prima volta che ti sei emozionato ascoltando un disco
Sono praticamente svenuto quando ho ascoltato per la prima volta "Surfer Rosa" dei Pixies. Capolavoro.

Tag: prima volta rubrica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati