QUASI: la copertina del nuovo dei Pink Floyd sembra un volantino dei Testimoni di Geova

Hanno aspettato 20 anni per fare la copertina più brutta del ventennio
23/09/2014 15:31

Pink Floyd ci hanno abituato a ben altre copertine. Basti pensare al muro di 'The Wall', all'orecchio psichedelico di 'Meddle' o alla centrale elettrica col maiale volante di 'Animals'. Dopo la dipartita del leader storico Roger Waters, invece, ci hanno provato in tutti i modi ma mentre la musica guadagnava in tecnica spicciola perdendo l'anima, l'arte visiva perdeva e basta. 

Dopo più di vent'anni tornano con un album in studio, derivato dalle session di 'The Division Bell' nel 1993. Si intitola 'The Endless River' ed è dedicato alla memoria del tastierista Richard Wright. La copertina è stata diffusa nei giorni scorsi ed è subito stata presa di mira per una certa somiglianza con le illustrazioni di 'Torre di Guardia' o 'Svegliatevi!' tipiche dei Testimoni Di Geova. Insomma, più che sul dibattito "c'era bisogno di un album di outtakes dei Pink Floyd nel 2014", sarebbe il caso di domandarsi se non si poteva trovare un grafico migliore. 

La copertina è stata ideata dall'artista digitale egiziano 18enne Ahmed Emad Eldin e poi è stata ricreata da Sylorouge, una pluripremiata agenzia di design inglese. Bastava anche meno.

LA COPERTINA ORIGINALE

 

LA NOSTRA RIELABORAZIONE

Tag: strano e lol

Commenti (15)
Carica commenti più vecchi
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati