RMHC 1989-1999, dieci anni di hardcore romano raccontati dal documentario di Giulio Squillacciotti

27/01/2015

“RMHC 1989-1999 Hardcore a Roma” è il film documentario di Giulio Squillacciotti sulla scena hardcore romana, ora finalmente pubblicato in DVD. Come indicato nel titolo, il film vuole occuparsi di un decennio di particolare importanza per il punk-hc nella capitale. Il regista – trentaduenne, ovviamente romano - ha raccolto interviste, filmati di repertorio, fanzine e locandine dei concerti. Le riprese sono durate cinque anni, dal 2005 al 2009, girando con pochi mezzi a disposizione e facendosi prestare la telecamera di volta in volta per fare le interviste. La fase di montaggio è stata curata dal co-autore Alessandro Giordani, ed è durata un paio d'anni.

L'idea del film è di tracciare determinati punti comuni tra i vari personaggi che hanno composto la scena in quegli anni: ritrovarli ora, raccontare che lavori fanno al momento o seguire chi invece ha voluto continuare a fare il musicista mantenendo la stessa attitudine, come ad esempio il bassista dei Redemption, Giusy Ruffina, che ormai suona folk in giro per il mondo.

Ovviamente è centrale anche il rapporto personale e umano che si è creato tra lo stesso regista e i componenti di queste band: “Dai 12/13 anni in poi, sono cresciuto in quella scena, che forse più che musicale definirei di esperienze a tutto tondo - commenta Squillacciotti in un'intervista su Wired - Ho avuto la fortuna di conoscere chi c’era prima e come si facevano le cose prima e, al tempo, il ’95 più o meno, suonava molto più simile all’88 di quanto non lo sarebbe stato più avanti il 2002 con il 2003. Proprio questo mi interessava far raccontare agli intervistati: l’evoluzione e l’approccio a uno stile di vita in un’era pre internet, quando le cose ci mettevamo tempo e fatica per uscire fuori».

Il DVD è pubblicato dalla milanese RawRaw Edizioni. Il regista ci ha selezionato una serie di foto che rappresentano bene i protagonisti di quel periodo e lo spirito del documentario.

 

Clicca sulla foto per accedere alla gallery fotografica

I Concrete durante un concerto. Clicca sulla foto per guardare tutte le altre

 

Tag: documentario

Commenti (1)

  • Alessandro Aino 29/01/2015 ore 11:14 @alessandro.aino

    "Piccola" correzione: si chiama Giulio non Guido :)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


Pannello