Road to the Main Stage by Firestone: i Rebel Rootz e quella voglia immensa di tornare sul palco

Celebriamo la loro vittoria alla scorsa edizione del talent show. La reggae band trentina è stata la più votata tra oltre 300 artisti. “In un momento difficile per l’arte, non ci siamo mai fermati”, dicono i ragazzi. E tra poco si riparte con la quarta edizione di Road to the Main Stage by Firestone

I Rebel Rootz, gli ultimi vincitori del Road to the Main Stage by Firestone
I Rebel Rootz, gli ultimi vincitori del Road to the Main Stage by Firestone

I Rebel Rootz nascono a Trento nel 2010 e da quel momento non si sono mai fermati: il loro suono è un reggae aperto a numerose contaminazioni, dai momenti più rock al soul, fino alla dubstep.

"È stato un momento bellissimo: in quel periodo eravamo in pieno lockdown e mancava proprio una notizia positiva. Non nascondo che è stata una vittoria veramente inaspettata per tutti!". Massimo Fontanari riavvolge il nastro e torna al momento in cui i suoi Rebel Rootz hanno scoperto di essere i vincitori della terza edizione del progetto Road to the Main Stage by Firestone.

Firestone è il brand di pneumatici, con oltre un secolo di storia alle spalle, da sempre legato al mondo musicale. Sostenere talenti fa parte del suo DNA: nel 1928 il fondatore Harvey Firestone ha dato agli artisti un palcoscenico sul quale esibirsi e un pubblico pronto ad ascoltarli. E, continua ancora oggi la sua strada nel mondo della musica con il progetto Road to the Main Stage by Firestone, il talent show che ha l’obiettivo di scoprire, sostenere e premiare i nuovi talenti musicali in Italia. 

Nel 2020 Road to the Main Stage by Firestone si è trasformato per diventare interamente digitale, svolgendosi in condizioni di assoluta sicurezza e rispettando il distanziamento sociale. È stato, e continua a essere, un momento difficile per la musica e per chi ci lavora: Firestone ha continuato a guardare avanti e, grazie alle piattaforme di condivisione digitali, ha potuto offrire a musicisti e appassionati uno strumento di svago e aggregazione, oltre a un palco virtuale per le canzoni e a un modo alternativo per conoscere nuova musica.

video frame placeholder

"In un momento così difficile per l’arte noi, non ci siamo fermati, abbiamo prodotto tantissima musica nuova", spiegano i Rebel Rootz, che sintetizzano quelli che sono stati gli ultimi 12 mesi e i sentimenti contrastanti in questa fase di molti loro colleghi. "Non potendoci vedere di persona abbiamo fatto ore e ore di videochiamate: si partiva dalla costruzione di una base per poi scrivere il testo. È stato un metodo per noi nuovo, ma molto efficace".

L’edizione 2020 di Road to the Main Stage by Firestone ha raggiunto numeri impressionanti: più di 300 talenti si sono messi in gioco, fino alla selezione dei 10 semifinalisti e alla vittoria dei Rebel Rootz, i più votati su più di 8mila preferenze espresse dagli ascoltatori. 

Merito dell’energia solare della band trentina e di un pezzo come La mia città, che ha fatto ballare tutti quanti (seppur da casa). "Il brano è dedicato alla mia città, appunto, a Trento: bellissima, ma sempre in bilico come dico nel pezzo", spiega Fontanari. "Una città che ha accolto il mondo universitario, ma poi non offre i giusti servizi agli studenti. Che non ha vita notturna o quasi. Sempre in bilico tra quello che era e quello che sarà".

 

I Rebel Rootz
I Rebel Rootz

Con il loro successo al Road to the Main Stage by Firestone vanno ad arricchire una tradizione incredibilmente florida, quella della reggae band di successo che vengono dal profondo Nord Est della nostra penisola (dai pionieristici Pitura Freska all’esperienze di Paolo Baldini e dei Mellow Mood). 

"Siamo in mezzo ai monti, ma forse la voglia di mare e di sole ci porta a fare questa musica. Un ponte diretto verso la Jamaica! A parte gli scherzi, questo movimento è sempre stato presente nelle nostre terre: band e sound system si sono sempre impegnati per fare sì che la musica reggae continuasse a risuonare nel tempo, e per ora la missione sta riuscendo". 

In Italia il genere non vive il momento di suo massimo splendore, ma qualche segnale pare indicare un possibile ritorno in grande stile delle sonorità in levare anche nel nostro Paese. "Adesso come adesso la gente sta ascoltando altro", dice il fondatore dei Rebel Rootz. "Se ripenso agli anni 2000, quando tutti ascoltavano Alborosie oppure Gentleman, ora mi sembra un altro mondo. Ma è giusto così: spesso penso che la musica sia ciclica, quindi tornerà a risuonare la musica in levare. Non bisogna mollare".

Non deve farlo nessuno in questo momento, nonostante le difficoltà. E anche per questo, per sostenere le band e il sistema musicale in una fase molto complicata, Firestone rinnova per il quarto anno consecutivo l’appuntamento con Road to the Main Stage per l’edizione 2021, da quest’anno in collaborazione con Rockit. Dal 4 Marzo al 4 Aprile è possibile partecipare caricando sul sito roadtothemainstage.firestone.it la demo del proprio inedito (non saranno ammesse cover o riproduzioni di brani conosciuti). Una giuria composta da Live Nation, Firestone e Rockit sceglierà i migliori dieci talenti che percorreranno la strada verso il Main Stage.

Il vincitore, decretato dal pubblico attraverso le due fasi di votazioni, si esibirà sul Main Stage di Firenze Rocks, che si terrà a Firenze dal 16 al 18 giugno 2021. In caso sarà impossibile tenere l’evento, il premio sarà la possibilità di registrare un videoclip professionale del proprio brano. Perché la musica non si può fermare.

---
L'articolo Road to the Main Stage by Firestone: i Rebel Rootz e quella voglia immensa di tornare sul palco di Redazione è apparso su Rockit.it il 2021-03-03 12:14:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia