ROCK EAT: Pasta per un Venerdì Piccante Rubrica

07/01/2008 di

(Spaghetti e mandolino - Foto di Mario Panzeri)

Cosa serve per una cenetta per una Lei appena conosciuta? Il nostro Mario Panzeri si è allacciato il grembiule ed ha preparato una pasta aglio, olio, peperoncino e alici in salsa piccante. Ecco la ricetta passo passo.



Finalmente venerdì, l'ho invitata a cena. Avrei potuto stupirla con le sovracosce di pollo in aceto e scorza di limone. Ma lei stasera vuole pesce, la solita antipatica: che fare? Sicuramente un primo, non ho voglia di arrostire orate, che poi rimane odore in cucina per due giorni (che non ho neanche la cappa aspirante). Pasta fagioli e cozze? No, troppo impegnativo aprire tutti quei mitili ignoti. Mentre vago sperduto nel supermercato trovo la soluzione nel reparto conserve: pasta con aglio, olio, peperoncino e... Alici in salsa piccante. Naturalmente ci vuole un vino adeguato e il Salento in questo caso sarà d'aiuto. Pago alla cassa, esco sorridente e mi dirigo verso casa: sono un uomo nuovamente sicuro di sè.

Ingredienti per una cena romantica:
180 g di spaghettini (lei dirà: "Per me poca!" ma tranquilli, farà il bis)
1 scatoletta di alici in salsa piccante da 90 g (comprate quelle con gli gnomi sull'etichetta, stagionate da un'azienda omonima di una famosa casa editrice)
1 peperoncino
1 spicchio d'aglio
Sale q.b.

Olio q.b.

Abbasso le luci in sala, preparo vicino allo stereo qualche cd di bossa nova e il primo degli Air, sistemo geometricamente le salviette in bagno, metto qualche libro sul tavolino davanti al divano: l'immagine, prima di tutto. L'acqua per la pasta sta già bollendo, aggiungo sale ma meno del solito. A parte in un tegame comincio ad appassire uno spicchio d'aglio nell'olio d'oliva. Sminuzzo metà peperoncino e lo aggiungo al soffritto: una veloce scottata e poi lascio raffreddare l'intingolo. Prendo le alici, le metto in una piccola scodella e le frullo a dovere (potete anche sminuzzarle con un coltello, ma è un po' più laborioso). In seguito aggiungo alla crema la salsa piccante della scatoletta (la vera killer application della ricetta).

Suonano al citofono: faccio partire "Metti una Bossa a Cena" e apro la porta. "Che odorino, cos'è?", "Pesce, non volevi mangiare pesce?", "Ma no, io scherzavo, andava benissimo del pollo, quello marinato buono che sai fare tu". E invece no, perchè se tu decidi di sfidarmi io ti dimostro di che pasta (d'acciughe?) sono fatto. Lei adesso si accomoderà in soggiorno, si toglierà la giacca e poi andrà a darsi una veloce sistemata in bagno. Intanto io stapperò il vino, e dopo averlo travasato in una brocca per farlo decantare lo piazzerò a centro tavola. Butto gli spaghettini mentre lei mi racconta della giornata in ufficio, a due minuti dalla cottura riaccendo il fornello dell'intingolo mentre lei si aggiusta nervosa i capelli: scolo la pasta, la faccio saltare a fuoco vivo nel tegame per un minuto e infine aggiungo la salsa di alici.

"Per me poca": lo dice appena vede la pirofila fumante di salsa bruna. "Che vino è?" "Un Rosato del Salento, ottimo per i primi piatti di pesce" "Non male, ma forse il Montepulciano d'Abruzzo Ceresuolo era più azzeccato stasera, lo sapevi?". La solita antipatica (consiglio: lasciate raffreddare un po', non ve ne pentirete).



Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • Elisa Orlandotti 09/01/2008 ore 02:33 @elisa

    bello sì! bravo mario!!! ma c'è una variante vegetariana???

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

La BBC regala in free download 16.000 effetti sonori dal suo archivio