Rock Island - Bottanuco (BG) Live report, 30/06/2007

18/09/2007 di

(Petrol - Foto di Silva Rotelli)



Oggi è sabato, ma la gente dov'è? Probabilmente sta imballando un afroraduno o un concerto di cover band in una delle qualsiasi feste della birra che si organizzano in questo periodo. Niente da fare, la diversità di un'offerta culturale non sembra proprio interessare il giovane “Campari col bianco” e “Gazzetta” seduto al tavolino del bar. Consoliamoci allora con le esibizioni dei veterani locali Hogwash e Petrol. Gli Hogwash hanno suonato parecchie volte qui e questa per loro è una bella occasione di ripercorrere un po' di carriera. Ma c'è qualcosa che non va: il suono “naturalmente sbilenco” alla Pavement del gruppo è decisamente troppo sbilenco, come se fossero tutti un po' alticci. Il pubblico se ne sta a distanza anche se invitato a farsi più vicino e la cosa sembra infastidire i musicisti: il concerto scivola via un po' sfilacciato e in sordina, tranne per la bella e rabbiosa esecuzione di “My Dear December” con quel Fuck You! liberatorio a metà pezzo. Peccato, una serata storta probabilmente.

Ed ecco i Petrol: il suono in uscita migliora sensibilmente, anche aiutato dal ritmo più compatto del quartetto. La bellissima voce di Franz Goria - a tratti “un po' Pelù”, qualcuno ricorda - catalizza subito l'attenzione: “Nel Buio” esplode come una bomba nel prato, la gente si domanda chi siano questi diavolacci, “Il Nostro Battito Del Cuore” è puro aggiornamento Anni '90 di De Andrè, e piace, e disorienta, e si fa ascoltare da cima a fondo. Dan Solo nell'angolo sembra la Gioconda, misterioso e imperturbabile mentre la mano sale e scende senza sosta sulle corde del basso. La batteria regge il confronto con classe giocando di fino e non di sostanza: si dipanano così gli oscuri e tesi scenari di “Dal Fondo”, tra rifiuto della società autodistruttivo e paranoico nichilismo. Il gruppo cavalca coeso fino al gran finale, dove si alza l'inferno di feedback, gli strumenti vengono presi a pugni mentre il chitarrista solista si contorce in una memorabile morte del cigno. Un gran bel concerto e un gruppo veramente grintoso.

Torna al giorno precedente

Vai al giorno successivo

Torna alla prima pagina



Pagine: Hogwash Petrol

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Perché "Brunori a teatro" non è solo un altro concerto di Brunori Sas