Saluti Da Saturno: i testi di "Dancing Polonia" in anteprima

Saluti da Saturno - Il 2 settembre uscirà Dancing Polonia, il nuovo album dei Saluti da Saturno. Ecco i testi in anteprima.Saluti da Saturno - Il 2 settembre uscirà Dancing Polonia, il nuovo album dei Saluti da Saturno. Ecco i testi in anteprima.
19/08/2013

Il 2 settembre uscirà "Dancing Polonia", il nuovo album dei Saluti da Saturno. Ecco i testi in anteprima.

1. Sogno
(musica di Massimo Simonini)


2. Venere
(musica e testo di Mirco Mariani)

solo il tempo e il coraggio
può fermare il sudore
che cola come un fiume su di me
vado a stendere i panni
per asciugarli al sole
le mollette colorate sono per te
venere asciuga i tuoi capelli
con il vento che si accende dalle lacrime
ora che una palude di pensieri
s' infrange in un bicchiere versato da te
quel recinto che oscura
ci costringe a una prigione
la sola cura e' che tu sei con me
ora che mi nutrono i tuoi fianchi
tra le piume di un cuscino di nuvole
mentre resto qua
e ti rubo un girasole
la valigia di cartone e' volata da te
venere asciuga i tuoi capelli
con il vento che si accende dalle lacrime
ora che mi nutrono i tuoi fianchi
tra le piume di un cuscino di nuvole


3. Dancing Polonia
(musica e testo di Mirco Mariani)

il mondo rimane come ciliegie a guardare
appoggia lo sguardo l'orizzonte piu' alto che
ama il mondo ama te
la sorgente piu' chiara dona fiato al sorriso
la porta si apre sul giardino fiorito che
ama il profumo ama te
la luce piu' bianca non riesce a filtrare
dalla polvere densa il caldo che sale
il mondo che guarda le ciliegie arrossire
di ruggine ha il cuore che
piu' rosso del fuoco
il tempo colora il frutto matura
piu' grande del mondo
il sogno che sene va
il carbone si accende e riprende il cammino
il profumo si perde nel sentiero vicino che
ama il silenzio ama te
la luce piu' bianca non riesce a filtrare
il vapore si perde nel lento vagare
il mondo che guarda le ciliegie arrossire
di ruggine ha il cuore che
più' rosso del fuoco
il tempo colora il frutto matura
più' grande del mondo
il sogno che se ne va
la luce più' bianca non riesce a filtrare
dalla polvere densa il caldo che sale
il mondo che guarda le ciliegie arrossire
di ruggine ha il cuore che
piu' rosso del fuoco
il tempo colora il frutto matura
piu' grande del mondo il sogno che se ne va


4. La Vita Mia (Vodka Lemon)
(musica e testo di Mirco Mariani)

ah la vita mia
verra' con te verra' con te la vita mia
se da e rida'
un canto che porta via
verra' con te sara' contenta
ah la vita mia
se finira' se finira' non e' piu' mia
se da e rida' l'amore che porta via
non finira' non finira' piu'
ah quante parole
si perdono nell'aria
e come la neve al sole
si sciogliera' gia'
ah quante parole
si perdono nell'aria
e come la neve al sole
si sciogliera' gia'
e come la neve al sole
si sciogliera' gia'


5. Un Giorno Nuovo
(musica e testo di Mirco Mariani)

in cielo il volo portera' fortuna
nel vuoto si accompagnera' fino alla luna
lo sguardo che piano si accende
si appoggia e si arrampica sul ramo
rimane d'incanto a guardare quel campo di grano
viene dal mare un coro di mille parole
vestite di ghiaccio si arrendono al raggio del sole
un grido lanciato nel buio si e' perduto
e manda uno sguardo al tramonto dipinto lontano
seduto rimane a guardare e sente il miracolo vicino
arriva un sorriso diverso insieme al mattino
viene dal mare un coro di mille parole
vestite di ghiaccio si arrendono al raggio del sole
seduto rimane a guardare e sente il miracolo vicino
arriva un sorriso diverso insieme al mattino
viene dal mare un coro di mille parole
vestite di ghiaccio si arrendono al raggio del sole
e veste col raggio del sole un giorno nuovo
seduto rimane a guardare e sente il miracolo vicino
arriva un sorriso diverso insieme al mattino
e veste col raggio del sole un giorno nuovo


6 Le Luci della Sera
(musica e testo Mirco Mariani)

stella di mare che mi passa accanto
insabbia il suo cuore che vola al mio fianco
stella di fuoco che vuol camminare
d'immenso profuma la stanza per poi uscire
alle luci della sera
scende dal letto e porta la primavera
io sono qui disteso a guardare
e sento che tu, tu non sei qui
distesa a guardare e resta il sol far male
stella di mare sussurra al silenzio
accompagna la danza sinuosa di un ballo lento
stella di fuoco che porta fortuna
si cuce le ferite e poi serve la cena
alle dieci della sera
scende le scale e porta la primavera
io sono qui disteso a guardare
e sento che tu, tu non sei qui
distesa a guardare e resta il sol far male
e resta il sol far male


7. Canzone di Cera
(musica e testo di Mirco Mariani)

le mani ai fianchi legate
costringon l'amore ad uscire la sera
fan pianger al mattino nella notte fan pregare
per chi non ricorda la preghiera
reclaman lo sguardo appassionato
dalla stretta di mano che pare piu' sincera
solo tu mi fai piangere lo sai
ma dal bene che rimane qui indietro io nulla ti ridarei
la canzone di cera e' una sigaretta spenta ormai
che dorme sopra la citta'
un corredo di fiori le cornici dorarte
e' il regalo che prima non c'era
una macchia d'inchiostro sul vestito sgualcito
e' il ricamo di questa storia vera
la cucina riscalda la pelle
la candela si scioglie sul tavolo la cera
solo tu mi fai piangere lo sai
ma dal bene che rimane qui indietro io nulla ti ridarei
la canzone di cera e' una sigaretta spenta ormai
che dorme sopra la citta'
le dita ingiallite dai tramonti passati e dal canto
di una canzone di cera

8. Sete
(musica e testo di Mirco Mariani)

lungo le strade ti cerchero'
e nel silenzio ti aspettero'
perche' sei tu soltanto tu che dai luce al cielo
dentro al deserto ti perdero'
nel mare aperto ti ritrovero'
perche' sei tu soltanto tu che dai voce al cielo
come la sete che ci porta via
come la sete ci portera' via
come la fame che qui ci consuma
e sempre ti aspettero' per sempre ti aspettero'
ancora
arrivero' anche nel sogno ti aspettero'
perche' sei tu soltanto tu che colori il buio
ti cerchero' tra tante case ti trovero'
come una rondine sotto al tuo tetto mi fermero'
come la sete che ci porta via
come la sete ci portera' via
come la fame che qui ci consuma
e sempre ti aspettero' per sempre ti aspettero'
da solo ti aspettero'
ancora


9. Ombra
(musica e testo di Mirco Mariani)

ombra mia appesa sull'orlo
e messa sotto sale ad asciugare lo sai
l'uomo che spara sul volto
cercando di colpire e di uccidere adesso
uccidere adesso
occhio mio che piangerai
cercando di capire quel che mai capirai
di quell'uomo sceso in guerra
per salvar tutti noi
salvare noi
e un'altra notte scivola
e un'altra estate tornera'
nascondimi fieno le lacrime
e il cielo sereno sopra di me


10. Di Notte
(musica e testo di Mirco Mariani)

nel buio della notte
la fuliggine cadra'
tra le lenzuola mute
il sorriso dorme gia'
una lente per guardare
una radio per parlar
la fermata e' piu' vicina
per chi parte e vuol tornar
e arrivara' e per sempre restera'
la tua voce si accompagna al cammino
e per semre restera'
e portera' con se riportera'
quella luce che voleva via volare
nel sogno tornera'


11. Cloro
(musica di Mirco Mariani testo di Valerio Corzani)

occhio mio non chiedermi perche'
l'ombra qui si schianta su di me
sull'onda alare
lieve tu lieve piu' lieve di piu'
vi amo acque chiare
la rete cullera' la piscina e il suo profondo
mistero di un colore sempre blu
la mano scuotera' la piscina fino al fondo
delirio di un colore
vado giu' sull'idrofremito
resto giu' balbuzzie cloro e dei rubinetti
lieve tu lieve piu lieve di piu'
piccolo mio mare
la rete cullera' la piscina e il suo profondo
mistero di un colore sempre blu
la mano scuotera' la piscina fino al fondo
delirio di un colore
sempre blu


12. Scintilla
(musica e testo di Mirco Mariani)

io sono qui e tu sarai
il silenzio la mia voce i giorni miei
e come se fuggir non puoi
ma riordinare i miei pensieri adesso sai
luna proteggimi il cammino
in questo mio attimo di paura
ora che non riesco piu' a dormire
la voce mi trema e non vuole partire
in un lampo dorato che si accendera'
come scintilla che nel mare brilla
e dal cielo affonda per seguire l'onda
io sono qui e tu sarai
il cammino la mia strada i passi miei
e come se fuggir non puoi
ma riaccendere i pensieri adesso sai
come scintilla che nel mare brilla
e dal cielo affonda per seguire l'onda


13. (Anniversario)
(musica e testo di Mirco Mariani)

come l'erba che cresce e non vuole piu' essere tagliata
e' un treno che passa e bisogna esser pronti alla fermata
e come la luce del bosco che filtra tra le foglie
siam partiti nel lungo viaggio ed abbiam raccolto un fiore
ora che quell'attimo crescera'
per sempre la nostra vita leghera'
soli non bisogna restare piu'
saremo fogli di carta incollati fino a lassu'
una cinquecento tagliata con l'abito da sposa
quelle scarpe turchesi col tacco ti rendono una fata
e come quell'alba piu' fresca risveglia le tue voglie
siam partiti nel lungo viaggio ed abbiam raccolto un fiore
ora che quell'attimo crescera'
per sempre la nostra vita leghera'
soli non bisogna restare piu'
saremo fogli di carta incollati fino a lassu'
saremo fogli di carta incollati fino a lassu'

 

Tag: anteprima testi

Commenti (1)

  • Clàmor 19/08/2013 ore 11:52 @Clmor

    Bravi,vi abbiamo sentiti a Sassari;)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati