Vuoi vedere che Amadeus ha azzeccato Sanremo?

Una lista di big sorprendentemente equilibrata tra vecchio e nuovo pop, nomi che promettono qualità e altri che dominano le classifiche, quasi nessuna seconda linea. Ci aspettiamo tanto da Colapesce Dimartino e da La Rappresentante di Lista, mentre Coma Cose diventeranno il nuovo fenomeno pop
18/12/2020 09:50

A un certo punto è stato chiaro a tutti che ci avremmo fatto notte, perché né Amadeus né la Rai conoscono la parola ritmo, e a Sanremo bisogna andare lunghi anche quando non è una serata di gala. Quando è scattata l'una di notte, con la palpebra calata, la mente annebbiata e le visioni disturbanti dei regazzini di Area Sanremo che mi rapiscono e mi torturano facendomi ascoltare una per una le loro canzoni, dopo i titoli di coda della maratona estenuante chiamata AmaSanremo, pure a Bruno Vespa gli è partita la brocca e ha fatto un dissing niente male contro la produzione e il presentatore del baraccone sanremese, alla faccia di chi dice troppo poco rap in gara.

La finale dei giovani per Sanremo 2021 era già iniziata con un dissing in diretta, quello di Morgan che, quando ha saputo che Amadeus avrebbe portato fra i Big Bugo e non lui, ha visto bianco, e loro per tutta risposta lo hanno fatto fuori anche dalla giuria dei giovani, fermandolo fisicamente ai cancelli della Rai. L'equilibrato cantautore monzese, prima ha pubblicato su Instagram i messaggi privati WhatsApp in cui appella il presentatore come "merda umana", poi è apparso in diretta IG per un one man show davanti alla tv che trasmetteva la finale, sparando a zero contro "gli infami" (tutte citazioni) e rivendicando la sua posizione di artista scomodo. Purtroppo niente pace fatta con Bugo, quindi si rinnova la macumba che ci porta ad abbassare drasticamente le aspettative per il 2021.

Dicevamo: finale di AmaSanremo, in gara un sacco di giovani che abbiamo presentato in questo articolo, ovviamente abbiamo i nostri favoriti che sono, spudoratamente, Wrongonyou e Hu. Il primo passa a pieni voti con una canzone piuttosto bella eseguita perfettamente, la seconda purtroppo no, forse penalizzata dall'emozione o da un televoto tutto da rivedere. I giovani dovrebbero essere giudicati da una giuria di qualità, non dai messaggi a pagamento dei fan, altrimenti non si esce dal cul de sac in cui le nuove proposte sembrano più vecchie dei big in gara

Tutto questo, senza pensare all'incubo di cui sopra, quella Area Sanremo che porta direttamente sul palco più nazinalpopolare d'Italia ben due progetti senza un briciolo di esperienza o reale gavetta, con un paio di canzoni talmente brutte da non riuscire neanche a fare il giro per diventare belle. Chiunque lavori ad Area Sanremo, dovrebbe mettersi una mano sul cuore: coi gemelli che cantano un pezzo che sembra di Povia e la ragazzina ispirata dai gorgheggi della prima sigla di Lady Oscar, ci facciamo prendere per il culo da tutto il mondo.

Ecco la lista definitiva dei giovani in gara: Elena Faggi con Che ne so, Dellai con Io sono Luca, Gaudiano con Polvere da sparo, Folcast con Scopriti, Greta Zuccoli con Ogni cosa sa di te, Davide Shorty con Regina, Avincola con Goal! e Wrongonyou con Lezioni di volo. Più della metà delle canzoni sono brutte da fare spavento al buio. Amadeus però ieri sera era in pompetta perché presentava per la prima volta  tutti i Big in gara, e alla fine della serata la lista era quasi più strana di quella fake di Socialisti Gaudenti che circolava insistentemente sui social. Quella con Nunzia De Girolamo e Pippo Sowlo, per intendersi.

Un mix di nuovo e vecchio pop con Orietta Berti a dividere le due fazioni e un bel po' di nomi che sembra di essere al MI AMI di qualche anno fa. Andiamo con ordine: Francesco Renga, Arisa, Malika Ayane e Noemi, che stanno in modalità stealth tutto l'anno per poi riapparire a Sanremo come se non fosse successo niente, Annalisa e Fedez + Francesca Michielin (questi ultimi già dati come vincitori) che ci riprovano dopo che la carriera sarebbe dovuta volare e invece no, Fasma e Random per i giovanissimi che odiano la musica, Ermal Meta che è l'immancabile quota Fabrizio Moro, Bugo  per tentare di ristabilire l'ordine delle cose lasciandolo finire una canzone a Sanremo e Max Gazzè insieme alla Trifluoperazina Monstery Band per gli over 30 che la musica, invece, la amano.

Non possono mancare i macina Spotify Gaia e Irama ma anche Madame, passata in un anno e mezzo dalla cameretta ai big tipo razzo di Elon Musk. La già citata eroina della notte Orietta Berti fa da contrappunto ai terrori di quelli come me, i temibili Giò Evan e Aiello, mentre trovano l'ovvio posto a Sanremo i ribelli del rock'n'roll televisivo, i Maneskin e torna pure Lo Stato Sociale come quota "fanno ridere ma anche riflettere".

Ci sono anche quelli che conosciamo più da vicino, con i quali abbiamo condiviso un po' del nostro tempo, tra palchi e interviste, quelli che una volta a Sanremo venivano rappresentati in uno o due esemplari tipo zoo e da qualche anno a questa parte, invece, si stanno prendendo il palco: Coma Cose, Fulminacci, Willie Peyote, Ghemon, La Rappresentante di Lista, Colapesce Dimartino e la più grande sorpresa della serata, Extraliscio insieme a Davide Toffolo dei TARM

Al netto dei gusti personali,  le scelte sono piuttosto interessanti e, vista l'ecatombe avvenuta tra i giovani, piuttosto sorprendenti dal Festival di Amadeus. Il divario tra Nuove Proposte e Big è sempre più labile: per quanto mi riguarda, Wrongonyou e Fulminacci giocano nello stesso campionato e il primo ha il numero 10 sulla maglia. Di sicuro, in quella settimana, i Coma Cose diventeranno il fenomeno pop dell'anno, La Rappresentante di Lista quello sofisticato che farà innamorare i palati più esigenti, Colapesce e Dimartino avranno finalmente una vasta platea, adeguata al loro talento, mentre Ghemon diventerà ufficialmente sinonimo di classe. 

Di sicuro Sanremo 2021 sarà molto strano, ed essere su quel palco sarà un'occasione unica non solo per il tanto agognato avanzamento di carriera, ma anche per sensibilizzare il grande pubblico su quel gran numero di lavoratori della musica che da un anno sta facendo la fame.  Il resto sono paillettes, ospiti che ti fanno cambiare canale, vestiti da commentare sui social, dirette interminabili con tremendi abbiocchi nel mezzo e un ecosistema che diventa importante solo una settimana all'anno, nutrendosi di se stesso.

[Tutte le foto, still da RaiPlay]

---
L'articolo Vuoi vedere che Amadeus ha azzeccato Sanremo? di Simone Stefanini è apparso su Rockit.it il 18/12/2020 09:50

Commenti (2)
Carica commenti più vecchi
  • solanas 24 giorni fa

    Niente di nuovo sotto il sole per quanto riguarda Sanremo Giovani: la migliore, Hu, è stata scartata (come successe già due anni fa a Giulia Mutti, Scisma e Saita). Vergogna. Credo che nel caso di Hu, più che il televoto o l'emozione, abbia pesato l'aspetto androgino poco in linea con i canoni della femminilità tradizionale. Io da donna la trovo bellissima.
    Ho trovato geniale la mossa di portare Bugo e lasciare a casa Morgan, che preso da delirio d'onnipotenza pretenderebbe di essere invitato ogni anno a Sanremo.

    > rispondi a @solanas
  • manmatteo 12 giorni fa

    Possiamo dire però che Wrongonyou è 'n vecchio? Tra lui e Davide Shorty, sembrava la compilation Rockit 2011

    > rispondi a @manmatteo
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
Leggi anche
Pannello

TOP IT

La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

vedi tutti

La musica più nuova

Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

vedi tutti
Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani