Sguardo Contemporaneo, Bugo recensito da un giornalista straniero

06/02/2007

Bugo
Sguardo Contemporaneo

Universal - Universal (2006)



Il mio primo incontro con Bugo è avvenuto attraverso il video di "Che Lavoro Fai", che non mi ha lasciato un'impressione indelebile, pur spiccando tra la solita roba italiana come qualcosa di diverso. Ma a volte vedere le cose da un'altra prospettiva non basta. Molto, nel suo ultimo album "Sguardo contemporaneo", conferma quest'idea. Se vi piacciono il lo-fi indie folk e testi strani, potreste scovare qualche pezzo salvabile. Altrimenti, questa è solo noiosa eccentricità senza uno stile ben preciso. L'eclettismo e il gusto dell'assurdo di Bugo spesso sono stati comparati a quelli di Beck. Solo che gli mancano gli schiocchi, i crepitii e gli scoppi. // I Miss Coco (Traduzione di RS)

TESTO ORIGINALE
My intro to Bugo was through the video of "Che Lavoro Fai" which didn't leave an indelible impression on my mind, but stood out as something different from the usual italian stuff. But sometimes thinking outside the box is just not enough. Listening to the rest of his latest effort "Sguardo Contemporaneo" pretty much confirmed this notion. If you're into lo-fi indie folk stylings and quirky lyrics, you might dig some tracks. But otherwise, it's just dull eccentricity without a discernable taste. Bugo's eclectic leanings and absurdist charm have often been compared to that of Beck's. Only without the snap, crackle and pop.

Leggi la recensione di Rockit

Torna all'elenco delle recensioni



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati