Samsara [Emilia Romagna] - Studio Report Rubrica

31/08/2001 di



Anche i Samsara sembrano aver trovato qualcuno disposto ad aprirgli le porte di una sala d'incisione coi fiocchi... ecco cosa hanno combinato ad Agosto questi ragazzi romagnoli, finalmente alle prese con le registrazioni del loro nuovo e, almeno qui a Rockit, atteso album.

Drum session
Eccoci finalmente in quel di Cascina (PI) negli studi West Link in compagnia di Ovi ed Ale. Il primo ad arrivare al mattino è, armato di batteria, il prode Less. La giornata passa veloce alla ricerca del suono di batteria, chiacchere e stronzate varie. Alla sera arrivano Pero e Ciuz (OTX-2, nonchè roadie ufficiale della band). Due chiacchere, qualche birra e tutti a guardare la mitica Zengi su LA7. Presi dall'euforia della trasferta e dall'alcool che entra in circolo i tre convincono OVI a telefonare per vincere i 2 milioni in palio, ma a quanto pare il trucco c'è anche se non si vede... a vedere la trasmissione sembra quasi che nessuno sappia la risposta o che nessuno sia davanti alla TV a guardare il programma, invece il mitico OVI si è sentito dire "mi spiace ma non è stato selezionato" dopo circa 15 minuti di attesa al telefono (al costo totale di un euro). I tre, demoralizzati dall'esito della telefonata, sintonizzano il televisore su improbabili canali regionali che trasmettono... (dobbiamo veramente dirvelo???). Less è il primo a ritirarsi (domani tocca a lui), Pero e Ciuz resistono altre 3 birre... poi decidono di andare a letto (matrimoniale).... Il giorno seguente (7 Agosto), Less (che oggi compie 26 anni... ed ovviamente nessuno se ne ricorderà) inizia di buon ora le registrazioni di batteria, mentre Pero e Ciuz si dilungano nel letto matrimoniale. Armato di click e delle basi di chitarra, basso e voce in cuffia, Less sforna il meglio di sè, inanellando una sequenza impressionante di "prime buone". Poi ci si dilunga nella prodzione della batteria, inserendo rullanti, stacchi, passaggi vari... Less sembra apprendere bene le variazioni sul tema, e tutto fila liscio... Verso pranzo si presentano anche Pero e Ciuz, in evidente condizione "post". Si va a pranzo, un veloce piatto di pasta al pomodoro, un caffè... e via ancora in studio, dove Less continua a lavorare fino alle 20:30. A fine giornata saranno tre le basi di batteria completate: Calma sismica, Area, Morboso sentimento. La sera passa tranquilla per Less, una bistecca di tacchino, pomodori, due chiacchere e a letto... Pero e Ciuz decidono di esagerare, aspettando armati di birra la finale di salto in lungo femminile dei campionati mondiali di atletica... Al momento della finale la vista è già molto annebbiata, ma i due riescono a percepire in qualche modo la vittoria di Fiona May. Un brindisi per l'oro, altre 2 birre e poi a nanna... La mattina successiva Less si impegna nelle registrazioni, mentre Pero e Ciuz non danno segni di vita fino alle 14, momento in cui il mitico Ale Paolucci si presenta in camera e li butta letteralmente giù dal letto. Non è stato un risveglio piacevole, ma i due sono contenti di apprendere che mentre erano assorti nei loro sogni più malsani e libertini, Less aveva finitoaltre due canzoni: Critica fragilità e Gli occhiali del signor Alterego. Di questo passo Igor dovrà anticipare il suo arrivo previsto per il 10 Agosto. Nel pomeriggio i tre sono chiusi in studio per discutere la produzione del brano "L'involucro che ho", contenuto nella compilation "Time to move" edito dalla NoBrain. Il brano in questione non è mai stato di grande gradimento al gruppo, per cui si decide una vera e propria rivoluzione dello stesso. Si provano varianti a ripetizione, con Pero armato di chitarra che segue Less nelle sue evoluzioni. Dopo un'ora si decide per una versione alquanto strana, considerata l'attitudine del gruppo: la canzone risulta accorciata di circa 20 secondi, di giri di chitarra non ne è rimasto uno uguale alla versione precedente, mentre il ritornello suona abbastanza "dance" con chitarre "industrial"... beh, che dire... sentirete voi stessi cosa abbiamo combinato!!! A fine giornata si aggiungono quindi altri due brani ai cinque finora pronti: L'involucro che ho e Oggetti immediati. La sera è ormai un classico. Si guarda un film con la mitica Fenech su Rete 4, si attende il collegamento con i mondiali di atletica in compagnia della birra che però inizia a scarseggiare. Ciuz inizia a dare segni di cedimento. Non resiste più chiuso in casa, vuole uscire e conoscere qualche patonza nostrana... Pero gli promette che verrà accontentato il giorno dopo, per cui Ciuz diventa docile e sorridente... La mattina successiva Less torna in studio, mentre Pero e Ciuz partono alla conquista di Livorno. I due vagabondano per un po' sul lungomare della città, poi decidono di fermarsi in un chiosco per chiedere informazioni riguardo il luoghi più cool da visitare. Il barista afferma che i due sono già nel posto più cool della città, per cui i due, dopo essersi scambiati una rapida occhiata, decidono di ordinare una birra. Le ore passano veloci tra una birra e l'altra e varie chiacchere con improbabili clienti... Di patonze nemmeno l'ombra, ma l'aria aperta mette comunque di buon umore il buon Ciuz. I due decidono di fare un gesto carino combrando un regalo per il compleanno di Less prima di lasciare Livorno. Di ritorno in studio i due apprendono del termine delle registrazioni della batteria. Domani arriveranno Igor ed Uni e si ascolterà l'intero lavoro di Less per valutare eventuali variazioni. Alla sera i tre si concedono un'uscita al giardino Scotto di Pisa. Qualche birra, molte chiacchere e finalmente un Less tranquillo e rilassato... Per lui pare sia finita... E' il 9 Agosto e forse domani potrà partire per le vacanze...

Bass session
Arriviamo quindi veloci alla mattina successiva (10 Agosto). Pero e Ciuz, in compagnia di Ovi, vanno a Pisa a prendere l'Ampeg che verrà utilizzato per le registrazioni del basso, mentre Less è con Ale Paoluccii ad ascoltare il lavoro... Alle 11 del mattino si presentano Igor ed Uni, carichi di voglia ed ancora ignari di quello che gli capiterà di lì a qualche giorno... I ragazzi sono contentissimi dell'arrivo di Igor, ovvero la "zdora" che mancava in casa. Igor è infatti famoso per le sue prelibatezze culinarie e la sua quasi maniacale fissa per la pulizia e l'igiene in casa... Il pranzo risulta veramente prelibato e ricco (si va dalla pasta, alla carne, dall'insalata con pomodori e varie altre verdure al dolce.....), e tutti ci sentiamo un po' al ristorante... Nel pomeriggio Igor inizia (armato dell'immancabile Washburn rosso) a cercare il suono base per tutto l'album. Dopo una mezz'oretta inizia quindi col brano "L'involucro che ho" e qui iniziano i problemi... Essendo cambiata la base di batteria, il caro Igor si butta nella composizione di improbabili giri di basso. Il Paolucci lo guarda un po' e gli tronca sistematicamente ogni nuova idea. Apriamo qui una parentesi su Ale Paolucci. I Samsara avevano sempre registrato al Fear Studio, dove Gabry aveva sempre curato al massimo la produzione della chitarra, con ovvie crisi mistiche e psicologiche del povero Pero. Al West Link invece, c'è appunto Ale Paolucci, ex bassista dei Raw Power che ovviamente guarda con occhio di riguardo alla sezione ritmica. Effettivamente il tempo ed il click non sono un qualcosa di soggettivo, o suoni a tempo, o sei fuori tempo.... Da qui le prime apparizioni di gocce di suore sulla fronte di Igor... Pero, Ciuz e Less si ritirano in appartamento a cazzeggiare, mentre Uni discute con Ovi riguardo ai testi, il tutto per cercare di lasciare un po' tranquillo Igor in compagnia di Ale... A fine giornata si presenta Igor in evidente stato confusionale. In circa 4 ore ha terminato un solo brano e già prevede una settimana terribile. Gli altri lo rincuorano, poi si siedono a tavola e gli dicono di mettersi ai fornelli che hanno fame... quando si dice "gli amici"... Dopo cena Less e Ciuz salutano la combriccola e se ne tornano a casa. Per loro inizia la vacanza in quel di Marina di Ravenna in attesa del Ferragosto, per gli altri no.... La mattina successiva una graditissima visita allieterà i tre Samsara. Direttamente da Rosolina (RO), arriva, armato di valigia, il mitico chitarrista dei Nowhere Carlo, ed è subito festa. Non per tutti però... Igor infatti è ancora nelle fauci di Ale Paolucci nel tentativo di registrare le tracce di basso. Tra l'altro Ale ha portato anche i suoi Fender Precision e Warvick (si scrive così???) per valutare alcune variazioni di suono. Pero viene chiamato in studio per lavorare sui giri e la produzione di "Spasmo di rancore", "Morboso sentimento" e "Area"... Ci si mette un po' a decidere cosa modificare rispetto ai provini e soprattutto come. Alla fine però i pezzi escono bene, suonano lineari e sono di gradimento a tutti. Prima della serata Igor termina anche "Critica Fragilità", per cui l'aria sembrerebbe più tranquilla rispetto alla serata precedente. All'arrivo però del nostro amato bassista nell'appartamento, notiamo una sua espressione affranta sul volto. Vuole smettere di suonare... e comunica al resto della band di trovarsi un altro bassista alla fine delle registrazioni. Il resto della band lo ascolta interessato, poi gli chiede di preparare il pesce... La serata passa all'ormai familiare Giardino Scotto, in cui Igor cerca conforto in un po' di alcool. Parla ma nessuno lo ascolta, ormai vive nel suo mondo ed è meglio non farsi trascinare con lui!!! Alla chiusura del giardino Pero sfoggia la sua cultura nel trovare i posti più strani in cui espellere i residui in corpo della birra. Meglio non entrare nei dettagli. Una volta tornati a casa si formano le camere così composte: Uni con Igor e Pero con Carlo, che però per strani motivi preferisce dormire nel letto singolo... Eccoci arrivati al 12 Agosto. Il primo dei Samsara a svegliarsi è ovviamente Igor, che, aperta la porta della camera, si imbatte in Carlo intento a pulire tutta la cucina. Igor rimane sorpreso da tale gentilezza e lo invita a smettere di dannarsi in quel modo e di riposarsi, in quanto le puilizie non rientrano nei sui compiti. La mancanza di convinzione nel tono di voce di Igor porta Carlo a finire di lucidare tutta la cucina, nonchè passare lo straccio in tutta la casa e pulire accuratamente il bagno. Igor intanto entra in studio e poco dopo anche Uni e Pero aprono gli occhi, ma non dicono assolutamente a Carlo di smettere di pulire... Mentre Igor inizia la giornata di registrazione con "Respirare è solo un compromesso", gli altri tre vanno al centro commerciale per fare un po' di spesa, ma rimangono esterefatti dal numero spropositato di patonze presenti. Ecco dove bisognava portare Ciuz!!! Buono per il prossimo giro... Di ritorno per pranzo, i tre sono allietati dalla notizia che Igor aveva terminato anche "Gesto minimo". A questo punto all'appello mancano solo "L'involucro che ho", "Gli occhiali del signor Alterego" e "Oggetti immediati". Forse per la sera riesce a finire.... Il pranzo riserva a tutti la solita abbondanza e prelibatezza a cui un po' tutti si stanno già abituando. Nel pomeriggio Igor si impegna al massimo per terminare entro la sera, Pero e Carlo sono con lui in studio e suggeriscono eventuali giri o correzioni mentre Uni è in appartamento a correggere e variare i suoi amatissimi testi. Con immenso piacere (soprattutto suo) Igor termina le registrazioni alle 21 e decide di festeggiare nel modo per lui più appropriato: una succulenta cena seguita da una sana bevuta nell'ormai troppo familiare giardino Scotto. Anche Ovi decide di farsi una bevuta. Accompagna quindi i Samsara e li intrattiene con discorsi su Edizioni, S.I.A.E., produzioni, video, distribuzioni, promozioni ed uffici stampa. Le espressioni di Uni, Pero, Igor e Carlo non sono state immortalate, ma non è difficile immaginare quanto i loro pensieri erano più rivolti alla bionda sul tavolo e le due more sedute nel tavolo a destra.....

Guitar session
Il 13 Agosto ha inizio la sessione di registrazione delle chitarre. Al mattino Pero si alza di buon'ora e trova is Mesa pronto in studio Uni ed Igor fanno colazione, due chiacchere con Ovi e tornano a casa. Anche per loro è giunta l'ora di festeggiare il Ferragosto. Ovi catechizza un po' Uni per un ritornello da modificare. Uni lo guarda col pensiero già rivolto a Moraduccio (località in cui festeggierà il Ferragosto). Si inizia quindi a cercare un suono distorto di chitarra. Pero si arma della sua SG mentre Ovi e Ale manipolano la testata. Il suono non piace. Si riprova... non va... Pero chiede di poter usare la sua amata Gibson M3, ma Ovi non ne vuole sapere. Si riprova.... Per Pero il suono della SG è bello, ma va detto che a Pero piacciono TUTTI i suoni di chitarra, per cui Ovi non lo ascolta. Dopo un'oretta Ovi pare arrendersi... Pero si arma di M3 e...... il suono è fatto in 2 minuti..... Iniziano così le registrazioni.... Fortunatamente con Pero è rimasto il caro Carlo, che esce a fare la spesa, comprare sigarette ecc... Si inizia a registrare da "Area". Il brano fila liscio.... ed a pranzo si ha il brano pronto (almeno la parte distorta). Il pasto è veramente ottimo, anche Carlo vizia e non poco il Pero, che dopo una breve pausa si ributta in studio. A fine giornata si aggiungerà anche "L'involucro che ho" alla lista dei brani terminati. Il parto di questo pezzo è stato veramente arduo per tutti. Prima Less con i suoi tempi "dance", poi Igor che ha dovuto cambiare tutti i giri di basso, infine Pero che ha fatto un ritornello "industrial" ed accompagnamenti in levare tipo "ska". Chissà cosa combinerà Uni!!! Alla sera Pero e Carlo decidono di fare i signori e per la prima volta si concedono una serata in pizzeria, dove si rilassano, parlano di musica e donne in compagnia di una bottiglia di Montenegro.... Tornati in appartamento rimangono svegli fino alle 4 a parlare dei Nowhere..... poi a nanna..... La mattina successiva si apre con una notizia traumatica per Pero: Carlo se ne torna a casa. Il povero Pero si trova quindi in studio mentre Igor, Less ed Uni si apprestano a feteggiare il Ferragosto... quando si dice "gli amici!!!!!!!!!!". Pero Spera di portarsi molto avanti nelle registrazioni e di passarsi la serata in compagnia degli Hu:t che sono a meno di un'ora di viaggio da Cascina. Inizia quindi ad inanellare giri su giri, ma la maledizione di Ale Paolucci cade anche su di lui... Un vero incubo... "ma è a tempo!!!", "a tempo??? ma che tempo intendi???", "senti.... per me va bene... io il giro lo sento così!!!!" "Guarda che non è come lo senti tu il giro... senti il click? Senti la batteria sul click? Senti il basso sulla batteria? si??? bene... allora tu devi suonare su QUEL tempo!!!"...... "ah QUEL tempo... potevi dirlo subito.....". A questo punto il Paolucci inizia ad essere quasi più stressato di Pero... ma non cede. Si arriva veloci all'ora di pranzo. Pero torna in cucina e per la prima volta la vede deserta. Pensa agli altri in spiaggia.... inizia a cedere allo sconforto.... poi si arma di pentola e si cucina un bel piatto di spaghetti col tonno. Il morale si rialza... Nel pomeriggio continuano le varie discussioni sul tempo... ma si lavora abbastanza bene. Intanto Less e Ciuz si sono accampati stabilmente in quel di Marina di Ravenna, bagno "Sottomarino", noto punto di ritrovo della scena H.C. - Crossover - Metal - Noise di Ravenna. Oltre a Samsara ed OTX-2 infatti è facile scovare elementi di Livello Zero, Sisthema, Out Screen Blastin e tanti altri intenti a non lasciarsi scappare l'offerta di due birre medie per £ 5.000.... E festa sia..... Uni ed Igor sono invece a Moraduccio in compagnia delle rispettive metà. Hanno scelto un posto più tranquillo e riservato. Ad allietare le loro giornate ci ha però pensato Igor, che ha dato un saggio di campeggio riuscendo a rompere la tenda dopo svariati calci e molti tentativi di farla stare dritta... Non contento di ciò ha pensato bene di dare un saggio della sue conoscenze naturali convincendo tutti a seguirlo in una breve camminata per i boschi alla ricerca di una fantomatica città deserta... Inutile dire che dopo circa due ore di vagabondaggio tra i boschi, la combriccola se ne è tornata in tenda maledicendo il giorno in cui aveva conosciuto Igor.... Le registrazioni intanto proseguono abbastanza bene. Si sono aggiunti anche i brani "Gesto minimo, Spasmo di rancore e Morboso sentimento" Pero è abbastanza contento e già pensa al Ferragosto in compagnia di Rico e C. in quel di Suvereto. Prima di cena però Ovi ha una splendida idea. Decide che per recuperare il pomeriggio del 15 in cui non si lavorerà, sarebbe opportuno lavorare il 14 sera ed il 15 mattina... Pero abbassa il capo ed obbedisce, ed è così che si realizza anche "Respirare è solo un compromesso"..... La mattina successiva Pero viene svegliato da Ovi... c'è poco tempo... alle 11:30 dovrà partire alla volta di Catanzaro per il concerto dei Prozac+. Si lavora in fretta ma molto bene ed in un'ora si registra "Oggetti Immediati". Un breve saluto (quando Ovi tornerà Pero non sarà più in studio), un in bocca al lupo per il lavoro, e Pero si ritrova finalmente libero... Breve telefonata a Rico e via in partenza per Suvereto. Intanto arrivano i primi resoconto da Marina di Ravenna. Less si ricorda poco della serata, ma ha detto di essersi divertito un sacco. La notizia della giornata è però che nessuno ha notizie di Ciuz da circa 12 ore Dalle due di notte infatti non l'ha più visto nessuno. Pero e Less non sembrano molto preoccupati della faccenda, ma si mantengono in contatto sistematicamente per vedere l'evolversi della storia... Uni ed Igor hanno fatto perdere le loro tracce tra i boschi.... Pero trascorre un tranquillo pomeriggio sulle colline toscane in compagnia di vino e bizzio (quella cosa che si mette dentro la carta..... poi gli si dà fuoco), quattro chiacchere su musica e donne (ma non cambiano mai i discorsi???), poi tutti a giocare a "gnano"... un gioco che anche Pero conosceva, ma col nome di "Salta cavallo". A parte il fatto che si giocava con un mazzo di carte in cui era impossibile distinguere bastoni da spade (almeno per Pero), ci si diverte molto.... poi si ascolta il nuovo promo degli Hu:t... veramente una bomba!!! Pero gradisce in modo particolare la cover in esso contenuta... veramente fantastica ... Arriva un SMS da Less... Ciuz è stato tutta una notte con una donna!!!!! Evvai!!!! Ha trovato una patonza... e chi lo ferma più adesso???? La serata trascorre tranquilla dopo un'ottima cena preparata dalle ragazze di Loto ed Ale... ed in compagnia degli insetti e dei gechi che riempivano il muro della casa ed andavano a caccia di zanzare.... A mezzanotte Pero se ne torna a casa. Il viaggio è "tranquillo" per i sali-scendi sterrati delle colline toscane, un perfetto sfondo per un film sulla vita di Pacciani. Pero accelera e se ne va...... Si arriva così al 16 Agosto ultimo giorno a disposizione dei Samsara prima dell'arrivo in studio dei GF93. A Pero manca poco per terminare le parti distorte, ma bisogna anche registrare le parti di chitarra pulita ed un giorno pare poco. Si decide quindi di "rubare" un po' di tempo ai GF93 che arriveranno il 17 dopo pranzo.... Ci si butta quindi nella registrazione di "Critica fragilità", "Gli occhiali del sig. Alterego" e "Calma sismica". Pero mangia poco a pranzo, suona per ore ed alla fine della giornata riesce a terminare il tutto. Sia Pero che Ale sembrano alquanto esausti dall'abnorme lavoro giornaliero ma felici di poter lavorare sui suoni puliti la mattina successiva. I due si danno quindi appuntamento alla mattina successiva in cui cercheranno di finire il tutto.... Eccoci quindi arrivati al 17 Agosto, ultimo giorno di studio. Tanto per cambiare, all'arrivo di Ale Pero è ancora a letto... Viene svegliato dall'odore di caffè che proviene dalla cucina, ed è già di buon umore. Dopo una rapida colazione i due si chiudono in studio. Ale torna a manipolare la testata del Mesa, Pero afferra la sua Blade ed inizia ad arpeggiare le parti che dovrà poi registrare. Di parti pulite nell'album ce ne sono tante, ma brevi e più che altro sono semi distorte, per cui il difficile per i due è trovare il suono giusto per ogni parte. E' così che Pero si dilunga tra Blade ed M3, cambiando posizioni su posizioni del selettore dei pick-up.... "L'involucro che ho", "Gesto minimo", "Spasmo di rancore" ed "Oggetti immediati" non hanno praticamente alcun suono pulito, per cui Pero si trova a dover lavorare solo su 6 canzoni. Si inizia con "Morboso sentimento" che si rivela più ostico del previsto. Stavolta tralasciamo l'ormai solito battibecco tra Pero ed Ale sul tempo... Alla fine però il brano esce bene, così come "Respirare è solo un compromesso", "Critica fragilità" e "Calma sismica". I due decidono di fermarsi per il pranzo. Mancano solo 2 canzoni ed al massimo i GF93 aspetteranno un'ora.... Ale invita quindi a pranzo Pero, che conosce così la moglie di Ale e la collega Irene. Ottimo pranzo, ottima ospitalità..... alle 15 i due tornano in studio ed iniziano la sessione di registrazione con "Gli occhiali del sig. Alterego" quasi terminata la quale arrivano i GF93 che, vedendoli al lavoro, se ne stanno fuori dallo studio per lasciarli soli ed aspettano giocando a pallone. Veramente gentili. Dopo circa 30 minuti anche "Area" è finita.... Pero quasi non ci crede. Dopo 11 giorni può tornare a casa.... Non è che sia stato male a Cascina, ma si sa... la fine delle registrazioni è sempre un momento di liberazione. Si sofferma a parlare con i GF93 di musica (ma non di donne). Gli raccontano un po' la loro situazione, ovviamente escono i soliti nomi: Linea77, One Minute Silence, Earthone9, Dub War, Pulkas..... poi si passa alla Copro, No Brain, Earache... Infine ci si saluta e ci si dà appuntamento on the road. I GF93 hanno anche chiesto a Pero di rimanere per la notte, ma non c'è stato nulla da fare... Ale dà appuntamento a Pero in Settembre. Ci saranno da registrare la voce e la chitarra acustica in alcune parti. Vi terremo sicuramente informati sull'evolversi della faccenda. Per ora un saluto a tutti....



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Il nuovo singolo dei Måneskin è l'ultimo dei loro problemi