Tupamaros - Studio Report Rubrica

21/04/2002



siamo alla fine 5-2-2002
Ciao a tutti! oggi si finisce il disco!!!! infatti proprio mentre sto scrivendo Kaba sta mixando l'ultimo pezzo (Signore della Nave) e poi...poi lo si manda in mastering e via..alle stampe!! Ieri sera ho ascoltato i brani che Kaba ha mixato in questi giorni e quindi eccomi pronto a spaventarvi ancora un pò spiegandoli uno ad uno: E VA: atmosfere molto tex-mex con la chitarra di maxi giustamente in primo piano, alla fine però, rispetto agli altri brani del disco, questo è uno di quelli più Tupamaros vecchio stile.. NON E' IN NOME MIO: un colpo di fucile: meno di 3 minuti per una canzone semplice semplice (anche nel testo, e la cosa questa volta E' voluta!) ma di grande tensione, un NO gridato alla guerra, tutte le guerre. IL CANTO DELLE SIRENE: oh, questa è magnifica, atmosfera calexico con una fisarmonica da brividi, questa farà piangere molte persone credo. io la sento come la "ballata dell'affare" del 2002 molto struggente. LE BELLE FACCE: qui abbiamo esagerato: cori africani fin dall'introduzione, è sicuramente il pezzo + "prodotto" dell'intero cd, è la canzone che abbiamo dedicato a tutti i tupas e non potevamo quindi risparmiarci nulla.. SI STA IN PIEDI: rockettone abbastanza classico, sul genere "non è cambiato niente" anche se molto più elettrico. Mi piace sopratutto il ritornello: "comunque sia comunque si sta in piedi, che in piedi c'è ben altra dignità, comunque sia comunque si sta in piedi, fino a che lo permetterà l'età..." SIGNORE DELLA NAVE: come dicevo all'inizio questa ancora non è stata mixata, ma posso dire fin d'ora che l'atmosfera è quella di un reggae lento lento molto ipnotico... bon, direi che sia tutto (FORSE...??) ora tocca a voi.....GIUDICARE!!!

mix mix mix 2-2-2002
ciao a tutti, mi rifaccio sentire dopo qualche giorno...allora, siamo in fase di mix, anzi mezzo album è stato in realtà già mixato: ALEX, LA NOTTE IN CUI CADDERO LE STELLE, LOLITA, LA FINE DELLA GUERRA, ECCOMI QUA, queste sono le canzoni GIA' finite...che dire? partiamo con ordine: Alex è forse la canzoni più Tupa, anche se l'elettrica di Maxi e i grooves che girano sotto tradiscono la voglia di novità. Lolita è molto calexicosa e "dark", La fine della guerra..beh questa è strana davvero: chitarra e basso praticamente all'unisono, molto minimale...Eccomi qua, parte molto Tupamaros per poi prendere la strada del sudafrica con chitarre ritmiche molto molto stile paul simon...e poi La notte in cui caddero le stelle....oh io non so come prenderete questa canzone, io la amo alla follia, ma mi rendo conto che non tutti potreste pensarla come me: voce quasi distorta, ritmi fra il punk e la dance..scherzando l'ho definita la prima canzone dei TUPSONICA..eh..eh..no in realtà è forse la canzone + cattiva del disco, ma visto il tema non poteva che essere così.... bon è tutto..

siamo...ad un passo dal traguardo 30-1-2002
ciao a tutti, vi scrivo in (raro) momento di pausa per annunciarvi che ormai..siamo alla fine, o meglio le tracce sono state tutte registrate, ora tocca a Kaba far suonare il tutto al meglio: abbiamo (o meglio ha, io mi sono limitato ad ascoltare e dare qualche timido suggerimento)già mixato "Alex" e vi dirò che il risultato è proprio come lo volevo: ritmo incalzante e voce cattiva, le premesse per il resto del lavoro sono buone...e stasera...beh, le sorprese son sorprese..o no? Comunque se tutto funziona il disco dovrebbe essere pronto per martedi/mercoledi prossimi e vi giuro che non vedo l'ora di ascoltarlo sulla mia multipla (è sempre la prova del 9 sentire il disco in macchina, se funziona lì, allora va bene ovunque..) Ora che il disco è finito (quasi) stiamo ripensando al tour, e vi anticipo che anche lì il suono cambierà...che dire? IO SPERO DAVVERO CHE CI SEGUIATE ANCHE IN QUESTA AVVENTURA!!!

finalmente...le voci 27-1-2002
Ciao a tutti! è un pò che non scrivo, ma dovete sapere che questo week end si è evoluto in maniera vertiginosa, e non ho avuto molto tempo per scrivere (nemmeno per pensare a dir la verità) C'è stato un qualche cambio di programma, e dopo aver fatto le fisarmoniche con Albino, ci siamo accorti che per determinate sonorità serviva un'altro tipo di suono, e quindi abbiamo chiesto a Gianmarco Banzi (un grande fisarmonicista della nostra zona) di darci una mano nei pezzi "più mossi" (mentre per altre canzoni la fisa di Alby è stata semplicemente perfetta) e quindi per coprire i tempi morti in studio abbiamo deciso di incidere la voce anche senza le fise in sottofondo: oh forse son davvero migliorato: quasi tutte buone alla prima (e qui permettetemi un moto d'orgoglio) ma la cosa più importante credo sia che sto lentamente scrollandomi di dosso i riferimenti "altri" e in questo disco il mio modo di cantare sta realmente diventando "solo mio"....va bè perdonate questo patetico autoelogio, il fatto è che oggi ho cantato 7 canzoni e sono felice come un bimbo di aver finito..eh eh.. Ora il suono si sta avvicinando molto a quello definitivo e vi dirò che oltre ai nomi già fatti, ovvero Calexico (per le chitarre sopratutto) e Paul simon per le atmosfere africane, io inizio a sentire un qualche eco dei Clash (quelli più dub, per intenderci..) il folk? beh, in effetti qui il folk è, come dire, molto più nascosto, ma nella struttura delle canzoni io sento ancora un che di popolare..certo ci siamo irrobustisti non poco...ah, prima di darvi la buonanotte vi consiglio in anteprima "la notte in cui caddero le stelle" non posso dire che sia la mia preferita, per il semplice motivo che sto amando queste canzoni allo stesso modo, ma è certo che il brivido che mi sale sulla schiena quando canto quella canzone è davvero notevole..e d'altra parte una canzone che parla di quella maledetta notte alla scuola Diaz deve far venire i brividi..o no? Ciao a tutti

Le impressioni di un orecchio esterno... 24-1-2002
Ebbene, non sono riuscito a resistere! E così ieri, visto che passavo da quelle parti, mi sono fermato un'oretta in studio: la curiosità di sentire i pezzi nuovi era troppa! Eh sì, perchè anche se è vero che molti dei pezzi di "Sogni da coltivare" li abbiamo preparati nel corso dello scorso anno, e quindi li ho sentiti, suonati, "rivoltati" un sacco di volte, è anche vero che so bene come le canzoni una volta arrivate in studio cambino, maturino, si evolvano! E poi con tutto quello che Grillo ha scritto sul Diario non stavo proprio più nella pelle! Ecco quindi un giudizio da un orecchio esterno (beh, non così tanto!) sui pezzi nuovi! Ragazzi, per quello che ho sentito io... sono assolutamente fantastici! Non esagero, lo giuro! E' vero che a livello di sonorità sono diversi dai precedenti, ma non hanno perso la loro anima folk e anzi sono ancora più incisivi e "robusti". In più devo dire che non c'è nulla che già non fosse "nelle corde" dei Tupamaros... solo che era lì dentro e non riusciva ad uscire! Le chitarre, il basso, la batteria sono assolutamente incisivi! Insomma, a me è piaciuto un sacco... vedremo come sarà il "prodotto finito"... Stefano

oggi...PAUSA 24-1-2002
Ciao a tutti, oggi abbiamo preso un giorno di pausa...solo noi in realtà,infatti Kaba ha lavorato in solitudine per aggiungere campioni e loop alle varie canzoni (ebbene si, in questo disco abbiamo usato l'elettronica...e il risultato ci piace molto!) Giornata di pausa dicevo, necessaria aggiungerei, visto che da domani si iniziano le fisrmoniche e subito a seguire le voci..insomma il disco è entrato nella fase finale e le canzoni hanno ormai una identità ben precisa. I riferimenti ve li ho già svelati: Calexico e Paul Simon sopra tutti, molta chitarra elettrica....beh basta altrimenti che sorpresa c'è??? Domani sera vi racconterò delle prodezze di Alby, il nuovo fisarmonicista, ah a proposito di fise, saluto con piacere Ste che è già venuto due volte a trovarci in studio...non gliela concederemo MAI quella "s" per noi (e anche per lui credo..) è sempre dei nosrti, altri ruoli ma stessa famiglia! Ciao a domani

dallo studio... 22-1-2002
Salve a tutti, oggi è stata una giornata "di spessore": abbiamo fatto quasi tutte le chitarre (iniziate ieri)e devo dire che ora il disco ha assunto una fisionomia ben precisa...a questo giro mi sono chiamato un pò fuori, non sentirete la mia vecchia 12 corde suonare, ma vi garantisco che il lavoro fatto da maxi, sopratutto con l'elettrica è da urlo, e certamente non sentirete la mancanza della mia vecchia signora (oh un pò di riposo se lo merita dopo 6 anni, o no?) La cosa bellissima di questo disco è secondo me la creazione dei brani in studio: vedete noi siamo entrati con un buon 60% fatto, ma poi entrati al bunker abbiamo iniziato a riarrangiare e stravolgere anche le canzoni che ci sembravano più complete (e qui bisogna rendere merito a Kaba, se il disco suonerà bene, questo volta molto merito sarà anche suo..)morale: le acnzoni suonano molto più "fresche" e azzardate di quanto saremmo mai stati in grado di realizzare con una produzione classica (ovvero arrivare in studio con le canzoni finite..)insomma come potete ben capire il mio entusiasmo è veramente incontenibile...sarà perchè si avvicina il giorno delle voci???? ALLA PROSSIMA!!!

anche al sabato...si lavora 19-1-2002
Ebbene si, anche al sabato si lavora, e con ritmi da paura: dalle 10 alle 20 con pause di 5/10 minuti ogni 3 ore di registrazione...roba da matti! Oggi abbiamo finito i bassi di Marco, al quale rimangono solo 3 canzoni da fare con il contrabasso che contiamo di finire per domani pomeriggio (questi non santificano nemmeno le feste, io da parte mia domani invece do forfait e rimango con la mia famiglia..) Che dire dell'evoluzione dei brani? abbiamo già ripetuto che le strade che stiamo prendendo sono altre e diverse da quelle solite dei Tupa, oggi sentendo i bassi devo dire che il suono è molto "grosso" profondo, concettualmente vicino al dub o al reggae anche se i tempi non sono quelli..mah difficile da spiegare comunque a noi (ma quante volte lo avrò già detto???) piace moltissimo. Lunedì iniziamo le chitarre di Maxi (io in questo disco penso che suonerò poco..la mia cara vecchia 12 corde verrà utile in 2/3 brani ma non di più..) e poi le voci e alby alla fisa per ultimo (gli lasciamo un pò di tempo in più...per ambientarsi; -)) e penso proprio che a metà della prossima settimana sapremo con maggior chiarezza quale sarà l'aspetto finale del disco ci sentiamo alla prossima per raccontarvi le evoluzioni di Maxi Ciao terza puntata 18/1/2002
Eccomi qua per la terza puntata del diario. Oggi è un giorno strano, molto proficuo per quanto riguarda le registrazione e allo stesso tempo un pò triste perchè abbiamo dovuto rinunciare alla data di Bresso prevista per stasera: ci abbiamo pensato fino alla fine ma poi abbiamo deciso che sarebbe stato troppo rischioso staccare la concentrazione per andare a suonare, scelta giusta, assolutamente, ma come al solito fa un pò male...beh almeno abbiamo mandato i Marmaja e quindi posso dire che è un pò come se ci fossimo noi... Ma torniamo alla registrazione: oggi abbiamo finito le batterie e abbiamo iniziato i bassi: oh suona tutto da Dio, strano ma bellissimo. Visto che vi ho detto mille volte che dovute aspettarvi un disco diverso da quelli precedenti, oggi vi faccio 2 nomi per rendere l'idea di quale strada stiamo prendendo: CALEXICO e PAUL SIMON. Altra anteprima, il titolo del disco: si chiamerà "SOGNI DA COLTIVARE" beh, anche per stasera spero di aver stimolato la vostra curiosità... a presto

eccoci qua 16-1-2002
Eccoci qua! questo primo report (brevissimo) è solo per prendere confidenza con il diario e quindi poche infrmazioni...anche perchè finora non abbiamo fatto molto!!! abbiamo impostato i click ovvero abbiamo deciso le velocità di ogni pezzo e la struttura, e oggi (proprio mentre sto scrivendo) Ricki sta registrando le prime batterie. Che disco sarà? sicuramente diverso dai 2 precedenti, molto più lavorato in studio e meno "folk" almeno nelle intenzioni. ora per stimolare la vostra curiosità vi elenco i titoli (ancora provvisori) delle canzoni:
1. La notte in cui caddero le stelle
2. Non è in nome mio
3. Il canto delle sirene
4. La fine della guerra
5. Lolita
6. Eccomi qua
7. Alex
8. Signore della nave
9. Si sta in piedi
10. E va...

11. le belle facce

Bon, spero di aver stimolato la vostra fantasia...di cosa parlano i testi mi chiedete..beh, quella è un'altra storia forse nella seconda puntata li troverete... ciao a domani (speriamo!)



I Tupamaros ci raccontano i retroscena del loro ultimo disco.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati