Julie's Haircut - Studio report n. 4 del nuovo album Rubrica

28/10/2000 di



Venerdì 27 ottobre

In mattinata Luca, Andrea e Carlo sono andati all'Esagono a raccogliere il computer con il sistema Pro Tools e l'hanno portato al Bunker. Ci serve per "scaricare" qualche traccia dal nastro analogico su cui stiamo registrando in modo da liberare qualche pista sulla bobina. Inoltre sarà molto utile più avanti, in fase di missaggio, per automatizzare i processi. Roba da grandi, insomma...

Abbiamo riascoltato "Love session #1", una canzone che abbiamo iniziato a registrare quest'estate (nelle fannullone serate di luglio) all'Esagono direttamente su Pro Tools. E' sicuramente il pezzo più particolare che abbiamo mai fatto. Luca ha suonato un riff di chitarra acustica in accordatura aperta in Sol, ne abbiamo campionato alcune parti e combinandole ne abbiamo ricavato una traccia di base. Su questa il nostro amico Enrico Mulas ha suonato dei bongo e due parti di sitar, Andreino ha suonato uno shaker, Nicola ha aggiunto un'elettrica e Luca ha fatto una parte di chitarra registrata al contrario (un vecchio sogno realizzato). Poi c'è addirittura un contrabasso suonato dal nostro amico Moreno Ferrari. Su tutto ciò questa mattina Luca ha aggiunto delle voci, un ritaglio molto limitato in un pezzo sostanzialmente strumentale. E' davvero ultra-psichedelico. E' stato bello per una volta lavorare su un brano esclusivamente "di studio".

Dopo pranzo sono venuti a trovarci Cecco e Carlo degli Ateche. Cecco ci ha portato il saxofono baritono di sua moglie Roberta (qualcuno conosce gli Specialisti?) e le foto del bellissimo bimbo che hanno appena sfornato. Volevamo aggiungere il sax in "Hot Pants", ma non volevamo che fosse un saxofonista a suonarlo, perché doveva essere assolutamente stonato e stridente. Così abbiamo chiesto sul momento a Cecco di suonarlo lui. Grandioso.

Nel frattempo sono arrivati Nicola, Laura e Robbi e si sono messi a lavorare sulla base di "Sumopower", una canzone che abbiamo suonato anche dal vivo questa estate. Pur essendo il pezzo con cui abbiamo più dimestichezza, si è rivelata impresa ardua ottenere una "take" che ci soddisfacesse appieno. Alla fine pare che ne siamo venuti a capo. Siamo riusciti anche ad impostare una traccia base per "Pass the ashtray", la ballata che aprirà l'album.

In serata è venuto a trovarci anche Giancarlo dei Joe Leaman (e nostro ex-batterista) e ci ha portato qualche dono graditissimo: un cesto di prugne, una bottiglia di Tokaj (3 puttonys) e un Fuzz in prestito. Abbiamo bevuto e chiacchierato mentre il Reverendo sovraincideva l'Arp Omni in "Sumopower".

Domani staccheremo per un giorno e riprenderemo a lavorare domenica pomeriggio. Quindi alla settimana prossima...

Julie's haircut



Tutti gli articoli dello Studio Report:

> studio report #1
> studio report #2
> studio report #3

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati