Verdena - Studio Report n. 5 Rubrica

26/02/2001 di Roberta Accettulli



I Verdena hanno iniziato a mixare quello che sarà il loro secondo album, di cui Rockit vi ha raccontato in queste settimane la registrazione, che trovate anche sul sito ufficiale della band, http://www.verdena.com

Giorno 25 (19.02.01)

Oggi trasloco. Dallo studio B ci spostiamo allo studio A. Questo perché da oggi iniziamo a mixare e la regia A ha caratteristiche più adeguate ai nostri mix: innanzi tutto un mixer più bello (così dice Manuel), più effettistica, soprattutto valvolare (per la felicità di Alberto) e, da non sottovalutare, la stanza é molto più ampia e ariosa, cosa che fa "non addormentare" Manuel, al contrario di quanto invece accadeva spesso e volentieri in regia B.

Abbiamo occupato quindi la maggior parte della giornata a spostare le varie macchine e a ricablarle (cioé risettarle). Diciamo che é stata una giornata lavorativa quasi esclusivamente per Maurice. L'unico lavoro del quale mi sono occupata io é stato quello di arredare la nostra nuova regia: posizionare lampade, mellotron ed effetti vari, fino a creare la giusta atmosfera calda ed accogliente, che penso sia una cosa molto importante in questa fase di mix, visto che dovremo passare tutte le nostre giornate rinchiusi in questa stanza.

Nel frattempo é in atto una guerra di scritte tra noi e gli Almamegretta; anzi, diciamo che da 2 settimane a questa parte é una sfida continua. La settimana scorsa c'era la space-battle, questa settimana ci sono le scritte sulle porte. Devo però ammettere che questa volta hanno vinto loro.

Verso sera decidiamo di registrare delle voci piuttosto che iniziare un mix; Alberto prova a cantare un pezzo, ma senza buoni risultati. Lasciamo perdere e ce ne andiamo a dormire. (Roberta)

Giorno 26 (20.02.01)

Oggi iniziamo il primo mix, quello di Onan. Maurice ha bisogno delle sue due orette solo in regia, questo ci alleggerisce il risveglio, abbiamo dormito bensì due orette in più!!

Arrivati in studio più riposati che mai entriamo in regia (circa verso le 14:00) e il risultato sembra bello, molto bello; saremmo dovuti uscire subito, visto che dopo un po' che abbiamo ascoltato il lavoro di Maurice abbiamo iniziato a sentire quei piccoli problemi di frequenze, quelle piccolissime differenze invisiblili al più di voi, o forse a tutti voi, compresi noi pippaioli a volte.

La giornata si evolve così, anzi, é peggiorata con l' arrivo di Manuel. Gli errori di cui parlavo prima sembravano dappertutto sempre di più. Così decidiamo di fare ascolti un po' ovunque, sala A,B,C,D,E ecc..., macchina, stereo ecc... Da lì abbiamo scoperto quanto belli fossero gli errori (?!). Buttiamo tutto su cd per altri ascolti. Domani la butteremo su mezzo pollice. Prima di andarcene decidiamo di mettere una parte di melloton nel pezzo.

Mezzo pollice: é una fantastica macchina a nastro (ovviamente) che noi usiamo per sostituire il DAT. Questa macchina allarga il suono incredibilmente e compatta le basse. (Alberto)

Giorno 27 (21.02.01)

Riprendiamo il lavoro su Onan. Bella, molto bella. La cosa più bella di quando si registra un pezzo in studio e poi lo si finisce, é assaporare all'interno del pezzo quei piccoli particolari, cioé le sovraincisioni di strumenti diversi da bassi, batteria e chitarra.

Per noi cambia parecchio, perché sentiamo la differenza rispetto a come la suonavamo in sala prove, sentiamo il "riempimento". Chi di voi sentirà il disco, ascolterà per la prima volta i pezzi in questa versione, quindi non ci farà molto caso....va bé, dicevo: diamo gli ultimi ritocchi ad Onan. Siamo tutti soddisfatti.

Andiamo a cenare al pub insieme ai nostri "sfidanti" ( gli Almamegretta) verso le 21,30.

Rientrati in studio decidiamo di "aprire" il mix di Nova....oddio, I Verdenex stanno arrivando!!! ...Sembra uno scherzo, ma non é così, i Verdenex esistono davvero!!

Verso l'una Maurice se ne va; dopo 30 secondi rientra in studio alquanto scosso "Venite, venite a vedere!"...Usciamo in strada e troviamo la nostra povera macchina con la portiera manomessa e il vetro in mille pezzi! Ma nooo!!! La cosa più buffa é che chi ha fatto tutto questo casino ci ha guadagnato semplicemente un cd portatile pure mezzo scassato e la relativa cassettina (di Davide...perdonaci!) per ascoltarlo nell'autoradio a cassetta. Noi ci abbiamo perso il nostro riferimento principale, quello che ci serviva per capire "ok, questo mix va benissimo" oppure "no, i suoni qui non vanno bene" ecc ecc.... ed un vetro. Non possiamo che sorridere di fronte ad una tale sfortuna e presa per il culo. I Verdenex hanno colpito alla grande! (Roberta)

Giorno 28 (22.02.01)

Giornata assolata assolatissima fa quasi caldo.

Decidiamo di andare al più vicino glass point per cambiare il vetro di cui oggi non sentiamo la mancanza visto il tepore del giallo sole. Dopo il glass point che ci ha gentilmente montato un vetro verde (!!) partiamo alla ricerca di un nuovo lettore cd più cassetta con filo. Milano é grigia blu, mi attira, mi dà energia, ma voglio comunque rinchiudermi in studio visto che oggi tocca a Nova.

Tornati in studio l'aria é meno tesa che mai, Nova suona benissimo, mi fido di Maurice. Manuel é sotto sequestro nello studio D con qualche giornalista.

Tutto va bene. Entro fine giornata comunque riusciremo a finire Nova. (Alberto)

Giorno 29 (23.02.01)

Oggi tocca a Miami Safari, altra canzone "dannata". Alberto, ascoltando le voci fatte settimana scorsa su questo pezzo, si rende conto di averla cantata come un cane! E ce lo fa "simpaticamente" notare quasi a mix finito, cosicché dobbiamo riniziare tutto da capo. Ma é ormai sera; rimandiamo Miami a domani e ci dedichiamo a "La tua fretta", canzone acustica registrata da Alberto a casa col suo 16 tracce.

Abbiamo deciso di tenere la base di chitarre e mellotron così com'é, direttamente dal suo nastro; ci aggiungiamo solo la voce in italiano registrata con microfoni alquanto particolari. La mixiamo e la buttiamo su mezzo pollice.

Stasera saremmo potuti andare al concerto dei Gea, nostri concittadini (e amici), ma abbiamo preferito portarci avanti con il lavoro. Forse avremmo fatto bene ad andarci...(Roberta)

Giorno 30 (24.02.01)

.....e infatti avremmo fatto più che bene ad andare al concerto: il mix di ieri sera non va infatti bene, la voce é da rifare...Mmmmhhh.

Abbandoniamo questo pezzo per riprendere la famigerata Miami Safari, oggi la DOBBIAMO chiudere. Alberto la ricanta e infatti sembra meglio.

Preferisco non spendere troppe parole su questa giornata, in quanto non troppo divertente e poco stimolante. La tensione oggi sfiora le stelle. Tant'è che io prendo e me ne vado per un'oretta in albergo a ritingermi i capelli.

Verso sera sono arrivati Gianpaolo (il nostro manager), Paolino (il nostro grafico) e poco più tardi Pelle e Salve ( i nostri merchandising men). Ci beviamo qualcosa insieme e facciamo due chiacchiere. Accompagnamo tutti insieme Manuel a casa; in macchina ascoltiamo Miami Safari...ora é la batteria ad essere troppo bassa. Telefoniamo a Maurice, che é rimasto in studio con Luca a guardare un film, dicendogli di rifare un mix con la batteria più alta. Penso che in quel momento ci abbia maledetto!

Torniamo in studio poco dopo. Maurice ha già alzato la batteria. Sembra ok.

Alle 3 ce ne andiamo. Finalmente si stacca la spina! (Roberta)



Tutti gli articoli dello Studio Report:

settimana 1
settimana 2
settimana 3
settimana 4
settimana 5
settimana 6
settimana 7

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati