Julie's Haircut - Studio report n. 7 del nuovo album Rubrica

02/11/2000 di



Mercoledì 1 Novembre

Giornata all’insegna del relax. Oggi è festa e abbiamo avuto un sacco di amici in studio. E’ tornato Gianluca, sono venuti a trovarci Carlo e Paolo degli Ateche, Ricci e The Artist Formerly Known As Ferruccio, ora più noto come The Doc, chitarra dei Cut nonché capitano in seconda di Gamma Pop. La notte scorsa si è fermato a dormire da Luca G dopo una serata al fulmicotone alla festa di Halloween del Fahrenheit 451. I due, da veri rocker, sono rimasti in piedi, ubriachi fradici, fino alle 6 del mattino ad ascoltare i dischi di Alice Cooper, mentre la buona Ricci tentava invano di convincerli ad andare a nanna. Il risveglio nella tarda mattinata non è stato dei più agevoli, ma alle 15 e qualcosa eravamo di nuovo tutti in studio a lavorare, anche se su ritmi un po’ blandi. The Doc è venuto in avanscoperta per conto del vero Boss Filippo Perfido, la cui visita è prevista per i prossimi giorni. Dopo avere ascoltato il lavoro svolto finora si è detto soddisfatto, abbiamo la sua benedizione.

Robbi ha ultimato le sue parti di batteria in “When did it start going wrong?”, Laura ha rifatto la sua parte di basso in “Pass the ashtray”, poi è stato il momento del Reverendo, che ha suonato il Rhodes, l’organo e l’armonica in “Sweet me”. Dopo cena Nicola ha fatto le sue chitarre in “Sweet me” e “When I get back to her”. Molto bello il tremolo dell’AC 30, non a caso un amplificatore di fama indiscussa.

Stasera a letto relativamente presto, perché domattina alle 8:30 torna l’accordatore per ultimare il lavoro sul pianoforte.

Abbiamo saputo da quelli di Rockit che siete in parecchi a seguire questi studio report. La cosa ci fa molto piacere e vi ringraziamo di cuore, anche se non mutiamo la nostra opinione nei vostri confronti: siete dei matti.

Julie’s haircut



Tutti gli articoli dello Studio Report:

> studio report #1
> studio report #2
> studio report #3
> studio report #4
> studio report #5
> studio report #6

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati