Afterhours - Studio Report n.4 Rubrica

12/10/2000 di Roberta Accettulli



Gli Afterhours continuano a raccontarci cosa succede in studio. Sono stata a 'spiarli' un pò in questi giorni, ed è davvero interessante osservare come lavorano sui mix elettrici. A voi il nuovo report!

Afterhours Studio Report #4 - 05/10/00

Come previsto, con l'inizio dei mix "elettrici" il lavoro è cambiato. Per l'unplugged eravamo sicuramente più rilassati e soprattutto nel pieno rispetto dei tempi.

Ma visto che rispettare i tempi nella realizzazione di un disco è una chimera, è bastata "rapace" a farci perdere del tempo, prevalentemente per scegliere definitivamente la versione che ci piaceva di più: ha vinto Verona!

In secondo luogo è stato oltremodo impegnativo riuscire ad ottimizzare i suoni, specialmente di batteria.

Spesso ciò è dovuto al fatto che per il concerto è necessario intervenire sulla batteria penalizzando il suono in registrazione (cosiddetti gates). Anche sul basso abbiamo lavorato per ritrovare la profondità del suono live, passandolo in un altro amplificatore, microfonandolo e aggiungendolo al suono ottenuto in registrazione.

In ogni caso n'è valsa la pena, il risultato ci appaga totalmente. Fortunatamente "l'estate" è stata più magnanima.

I suoni sono nettamente migliori perciò il mix non è stato particolarmente impegnativo. La versione è quella del Velvet di Rimini.

Il criterio col quale scegliamo l'ordine dei pezzi da mixare si basa sull'omogeneità dei suoni e dei brani, in modo da non dover stravolgere l'impostazione dei livelli sul mixer.

A questo punto cambiamo registro: "Lasciami leccare l'adrenalina" fatta a Genova; come commentarla? È una botta!

Galvanizzati abbiamo proseguito con "dea" del Leoncavallo.

In entrambi questi pezzi siamo rimasti sul grezzo come d'altronde sono dal vivo ascoltando il concerto.

"Cose semplici e banali" registrata nell'ultima data del tour a Modena è stata la canzone mixata ieri sera (merc. 4 ott. N.d.R.).

Anch'essa come "rapace" ha necessitato di lavoro sulla batteria e sul basso per gli stessi motivi sopra citati e anche perché quel concerto è stato registrato con sole 16 tracce. A parte ciò, è scivolata via come l'olio e suona veramente bene.

Non diciamo che stiamo recuperando il ritardo fin qui accumulato, però bisogna ammettere che stiamo mantenendo un buon ritmo.

Mentre scriviamo c'è sullo sfondo "male di miele", stiamo per passarla, c'è venuta a trovare Vittoria dei Massimo Volume.

Per oggi non credo faremo molto altro, si va all'inaugurazione della stagione del Tunnel.......

Vi faremo sapere!

Salutoni
Giorgio Manuel Xabier



Tutti gli articoli dello Studio Report:

giorno 1
giorno 2
giorno 3
giorno 4
giorno 5

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati