Joe Leaman - Studio report n°5 Rubrica

06/11/2001 di



Sabato 20 ottobre

Giornata di missaggi.

Ormai i giorni sono tutti uguali in studio e devo dire che mentre Andrea Rovacchi lavora, noi abbiamo capito che anche questa volta possiamo fidarci di tutto quello che fa. Semplicemente, invece di starcene a casa, ce ne rimaniamo qui perché c'é una bella quiete e così gli teniamo anche un poco compagnia.

Missaggi, missaggi, missaggi. Quando siamo arrivati a "Page-plan", con i suoi 15 minuti e mezzo, ogni ridefinizione é sembrata una tortura per Andrea, ma io e Laura, tra un cruciverba e l'altro, ce la siamo goduta da matti fino alle 5 del mattino, soprattutto perché fuori stava arrivando l'apocalisse. Dimenticavo: al Bunker c'é un topo. E' ufficiale.

Domenica 21 ottobre

Oggi, prima sorpresa. Nel capannone antistante al Bunker c'era una gara del campionato nazionale di macchine radiocomandate. Fortunatamente dobbiamo solo missare, così non ci hanno incasinato le frequenze degli amplificatori. Abbiamo anche fatto da 'squadra di recupero macchine' durante la finale della specialità "Monster Truck". Divertentissimo.

Per il resto, solitudine totale fino alle 22, quando alcuni amici ci sono venuti a trovare e abbiamo colto al volo l'occasione per consumare le ultime vivande rimaste nello studio.

Il topo lo abbiamo visto: é pasciuto e prestante. Fa le scale della sala di registrazione molto più velocemente di me.

Il disco é finito... andate in pace.

Non so se avete letto tutti questi report, spero di si. L'album sarà aggressivo e forse difficile da digerire per coloro che hanno amato le nostre creazioni più pop fino ad oggi. Però é un disco che io comprerei a scatola chiusa. Siamo veramente contenti.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    “Fabrizio De André. Principe libero”, il film con Luca Marinelli arriva al cinema come evento speciale