I Subsonica di Samuel, la discografia da "Microchip emozionale" a "Eden"

I Subsonica in sedici anni di carriera pubblicano sei album in studio, ma il luogo privilegiato resta il palco dei loro liveI Subsonica in sedici anni di carriera pubblicano sei album in studio, ma il luogo privilegiato resta il palco dei loro live
08/03/2013

I Subsonica in oltre sedici anni di carriera si sono distinti tra le band italiane per uno stile che unisce rock e musica elettronica, pop e sperimentazione. La loro discografia, dal disco d'esordio omonimo, passando per “Microchip emozionale” fino all'ultimo disco “Eden” ha collezionato moltissimi premi e riconoscimenti, portando i Subsonica in tour di concerti che si rivelano sempre un grande successo di pubblico.

Samuel Umberto Romano, il leader della band, fonda i Subsonica a Torino insieme a Max Casacci degli Africa Unite, Boosta, Ninja e Pierfunk (sostituito nel 1999 da Vicio) nel 1996. Tutti i componenti provengono da altre esperienze musicali molto importanti, così non è difficile per i Subsonica firmare un contratto con la Mescal che porterà alla realizzazione del primo disco “SubsOnicA”.
Una buona spinta alla notorietà dei Subsonica arriva dalla collaborazione con Antonella Ruggiero per i brani “Per un'ora d'amore” e “Il video sono io”, contenuti nell'album “Registrazioni moderne”. Contemporaneamente collaborano anche con i 99 posse per “Me siente”, e già a dicembre del 1998 il disco d'esordio viene ristampato con il primo live “Con i piedi sul palco”, a testimonianza che dagli inizi il live sarà un momento privilegiato nella carriera dei Subsonica.

Bastano pochi mesi per il nuovo disco in studio dei Subsonica “Microchip emozionale”, che conta la presenza di Daniele Silvestri in “Liberi tutti”. Nel 2000 partecipano al Festival di Sanremo, dove si classificano undicesimi, ma il loro brano “Tutti i miei sbagli” risulterà il più venduto dei singoli di quell'edizione.



[VAI ALLA DISCOGRAFIA DEI SUBSONICA]

Se la fortuna di “SubsOniCa” era stata grande, ancora più grande è il successo di “Microchip emozionale”, disco di platino, e ristampato con l'aggiunta del brano sanremese. L'ultimo singolo estratto è “Discolabirinto”, scritto e interpretato con i Bluvertigo e accompagnato da un videoclip che, sperimentando con luci, grafiche e sottotitoli rende la musica “visibile” anche ai non udenti.

Ora che i Subsonica sono una certezza della musica italiana, il disco “Amorematico” del 2002 diventa in pochi mesi disco di platino, e durante ”Amorematico tour” viene registrato il doppio live “Controllo del livello di rombo”, e pochi mesi dopo viene dato alle stampe “Anomalia Subsonica”, prima biografia ufficiale della band.

”Nuvole rapide” è il primo singolo estratto dall'album. Ecco un estratto del testo e il video: “E rimarrà forse il vuoto di noi / A disarmare rimpianti che so / Per ricordarci in un attimo che passerà / Sugli edifici e sui cieli di noi / Sulle stagioni e sui nostri perché / Nuvole rapide e un attimo che / Passerà”



In preparazione c'è anche il primo dvd dei Subsonica, “Cielo tangenziale ovest” e una collaborazione con i Linea 77 per il brano “66 (Diabolus in musica)”, mentre nel 2004, dopo un difficile divorzio da Mescal, i Subsonica firmano per la EMI e contemporaneamente fondano la propria etichetta Casasonica.

Caratterizzati da una scelta forte a livello visivo, che vanno dalla distorsione all'animazione, fino alle scene d'azione di “Abitudine”, tutti i videoclip dei singoli estratti dal nuovo disco “Terrestre” provocano ottime reazioni e i singoli registrano buone vendite, soprattutto “Incantevole”, che rimarrà in classifica tre mesi e resterà il brano più venduto dei Subsonica, nonostante il disco non sia accolto totalmente positivamente dalla critica.

Accanto al tour, che conta alcune date europee, e varie apparizioni televisive, i Subsonica si dividono tra diversi progetti paralleli, il più noto dei quali sono i Motel Connection di Samuel con Dj Pisti e Pierfunk, ex bassista della band.

Mentre si festeggiano i dieci anni di attività della band, viene pubblicato il doppio live (elettrico e acustico) “Terrestre live ed altre disfuzioni", con l'aggiunta di tre inediti.
E' del 2007 il successivo album in studio “L'eclissi”, anticipato dal singolo “La glaciazione”, mentre l'anno successivo viene rilasciato “Nel vuoto per mano”, raccolta di tutti i singoli dei Subsonica, e nel 2010 la band viene invitata sul prestigioso palco dello Sziget Festival di Budapest e incide il singolo “SubVolley”, inno ufficiale dei campionati mondiali maschili di pallavolo.
Raccontata da una serie di video horror dal titolo “paraSubnormal activity (uccisi dalla commerciabilità)”, la lavorazione del nuovo album “Eden” si conclude con la pubblicazione a marzo 2011.



Da “Eden” saranno estratti i singoli“Eden”, “Il diluvio” e “Istrice” e il tour seguente si svolge nei palazzetti di tutta Italia.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati