Leggi in anteprima i testi di "A.i.u.t.o", il nuovo album dei Sick Tamburo

13/10/2011

Il 4 novembre uscirà su Tepesta "A.i.u.t.o", il nuovo album dei Sick Tamburo. Ecco i testi in anterprima.



IN FONDO AL MARE

Toccami ancora come sai fare
baciami sempre prima di andare
o capitano di questo mare
o capitano non mi lasciare
ti prego dimmi quelle parole
rassicuranti per il mio cuore
cantami ancora quella canzone
che parla di gente che si vuol bene
com'è profondo il mare
è giunto il tempo di camminare
senza la mano del mio capitano
basta scappare basta scappare
questo è il mio mare mi devo tuffare.

LA MIA STANZA

La mia camera mi fa sentire sicura
i miei cuscini e le mie bambole le medicine per dormire
talvolta la televisione e le commedie all'italiana
i libri che mi han regalato e che ancora non ho letto
le lenzuola impregnate dagli umori e dalle lacrime
le pareti e i miei segreti visti e sentiti raccontare
le mie piccole certezze che mi danno conforto
le mie piccole manie che nascondo nei cassetti
prova a entrare nella mia stanza
la raccolta di fumetti che conosco a memoria
le riviste di moda e una montagna di ricordi
ci baciamo sotto al letto con le mani nella polvere
respirando a fatica e il nostro amore tra le dita
sempre da sola mi vedo ancora.

E SO CHE SAI CHE UN GIORNO

Senti che cosa c'è che non va con te
piangi piangi poi ridi e chissà perché
guarda il sole ci scalda ancora
niente rimane sempre così com'è
pensami cosa ho provato lo sai
e so che sai che un giorno cambierà
e so che sai che un giorno cambierà
guarda i fiori che m'hai donato
tempo sono da tempo appassiti
guarda quei fiori che m'hai donato
presto li getterò | persa molto lontano da qui
persa in quella strada che ormai sai solo tu
torna qualche minuto con noi
tanto cos'hai da perdere ormai.

FINCHÉ TU SEI QUA

Bocca bocca guarda ancora bene la mia bocca
mano mano guarda ancora bene la mia mano
occhi occhi guarda ancora bene nei miei occhi
pancia pancia guarda come trema la mia pancia
grande grande l'odio che ho per te è sempre più grande
sale sale la mia rabbia sale e mi fa male
pancia pancia guarda com'è piena la mia pancia
chiusa chiusa questa porta qui si è chiusa
sogni sogni ricorrenti di paura
senti senti qui ti dico poi te lo ridico
botte botte guarda i segni delle botte
male male se ti vedo ti maledico
tremo tremo se penso a te io tremo.

LA CANZONE DEL RUMORE

Questa è la canzone del rumore
che rompe schemi ed ordini mentali
questa è la canzone del rumore
che fa paura a chi non sa ascoltare
questa è la canzone per saltare
dall'alto puoi vedere quel che vale
libero rumore tra la gente
ascoltalo poi lascialo passare
questa è la canzone per chi vuole
provare a fare cose anche se male
questa è la canzone del rumore
quelle parole che non riesci a dire
questa è la canzone del rumore
questa è la canzone del terrore
questa è la canzone del rumore
le grida per la fine di un amore
incomprensioni inutili tra noi
incomprensioni che fanno tremare
questa è la canzone del rumore
questa è la canzone del terrore.

SI MUORE DI AIDS NEL 2023

Si muore di tumore d'influenza e raffreddore
si muore per paura si muore per amore
si muore se sei povero si muore se sei ricco
se leghi le mie mani e percuoti la mia schiena
si muore avvelenati si muore accoltellati
se preghi e se non preghi e se fai l'amore solo
si muore in ogni stato in italia o in paraguay
si muore in ogni stato se ti fai o non ti fai
si muore se comandi si muore se sei schiavo
se ti lamenti sempre se ti lamenti mai
si muore di aids nel 2023 perché perché perché?

si muore se molesti e se vieni molestato
se sputi su quel piatto ora che non hai più fame
si muore se sei debole si muore se sei forte
si muore in questa guerra si muore se sei nato
se sei il più bello al mondo
se sei il più brutto al mondo
si muore di settembre se sei sano o sei malato
se credi a ciò che dici
se credi a tutto il mondo
se hai 1000 frustrazioni e rimpianti tanti
1000 frustrazioni e rimpianti tanti
si muore di aids nel 2023 perché perché perché?

CON LE TUE MANI SPORCHE

C'è molto sangue in questa città e troppa rabbia dentro di te
gira il tuo odio in questa città delicatezza che se ne va
mi fai paura mi fai paura lasciami andare se no chissà
mi fai paura mi fai paura lasciami andare se no chissà
troppa tensione in questa città c'era una volta tranquillità
prova a capire prova a capire non c'è più amore
mi ucciderai con le tue mani sporche
non c'è più luce in questa città e presto il buio ci avvolgerà
non si resipra in questa città e il male sul bene si sa vincerà
non amo non odio non amo non odio dimmi se è questo che irrita
non amo non odio non amo non odio dimmi se è questo che irrita
gira la colpa in questa città gira la colpa prendila e di dolcezza non ce n'è più
resta l'amaro
mi fai paura.

MAGRA

Magra magra magra per finire sul giornale magra
magra magra magra per piacere al professore magra
magra magra per sembrare bella come gli altri magra
magra magra per vedere in trasparenza il sangue magra
magra magra magra come tutte le modelle magra
magra magra per poter andare in ascensore magra
magra magra magra per tentare le tue voglie magra
magra magra magra così posso galleggiare magra
guarda come sono magra tutto il grasso se n'è andato
ecco le mie cicatrici per il tempo che è passato
magra magra per pesare poco sulle ossa magra
magra magra così chi vuole mi può sollevare magra
magre magre le mie mani magre le mie gambe magra
magra magra per essere alla moda più di prima magra
magra magra così allo specchio mi posso guardare magra
magra magra come quella brava ballerina magra
magra magra magra per ricevere un invito magra
magra magra il senso della morte e della vita magra.

LA DANZA

Balla marinaio sul ponte della nave
ballano i padroni ballano le schiave
balla l'avvocato balla l'imputato
ballano le prove di nessun reato
balla il peccatore con i suoi peccati
balla il prete che li ha perdonati
ballano gli indiani primi americani
balla cherubino la danza della morte
balla la mia sete balla la mia fame
balla la mia voglia di dormire per sei giorni
balla il normale e lo speciale
tristo mietitore balla col mantello
balla ballerino dice quella canzone
tutta la notte fino al mattino
balla maiale che mi hai fregato
danza della morte.

LA MIA MANO SOLA

E non vedo l'ora di abbracciarti ancora
con la mia mano sola posso toccarti ancora
e so che puoi capirmi anche senza parola
tra noi non è servita e mai ci servirà
tra un po' sarà il momento di tagliar- mi ancora
che dolce sensazione proverò
e poi me ne andrò
posso baciarti ancora non proprio come allora
senza le labbra è strano ma cosa non lo è
e so che puoi capire tutte le mie ragioni
di questa fissazione che è sempre qui con me
stasera un altro passo il lobo di un orecchio
il lobo di un orec- chio per te
e poi me ne andrò.

TELEVISIONE PERICOLOSA

Televisione pericolosa sei la mie sposa
telecomando del ministero oggi falso domani vero
buona la carne no alla carne mangia poi vomita
questa camicia queste scarpe questi capelli
tele padrona o mia signora guidami tu
non dire forse né di sicuro vota rosso vota nero
comandamenti televisivi come tormenti
quello ha torto questo ha ragione
non dire cazzo non dire pene
televisione pericolosa (insana) non equilibrio del mio viso
televisione pericolosa io comando io decido
non equilibrio del mio viso | medicine di questo tipo oggi sano
baciare bene baciare male guarda qui da me come fare
parlami ora parlami ancora dimmi cosa devo pensare
leggi un libro questo libro non questo non quello.

AIUTO TAMBURO

Sick tamburo sick tamburo
aiuto aiuto aiuto aiuto
a mangiare a mangiare
a baciare a baciare
a morire a morire
a lottare a lottare
a venire e partire
a far fuori il maiale
a parlare a parlare
questo mondo banale
banale banale.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati