La nostra playlist impossibile per Tokyo 2020

Sono iniziate le Olimpiadi più accidentate di sempre, in cui il motto “l’importante è partecipare” assume un altro significato. 37 le discipline – con importanti e curiose novità –, a ciascuna delle quali abbiamo associato un pezzo. Per gasarsi meglio, pur continuando a non conoscere le regole

Elaborazione grafica da The conversation
Elaborazione grafica da The conversation

Oggi, finalmente, iniziano le attesissime Olimpiadi di Tokyo, con un anno di ritardo a causa di una certa pandemia di cui probabilmente avrete sentito parlare. Abbiamo dato un'occhiata alla lista di tutti gli sport previsti per i Giochi di quest'anno: da novità assolute come l'arrampicata a sport ben più sdoganati come il calcio e la pallacanestro, abbiamo dedicato a ognuna delle discipline previste una canzone diversa, per realizzare un'improbabile playlist olimpica.

Arrampicata: Daniele Silvestri – Salirò

Daniele Silvestri medaglia d'oro ad honorem.

Atletica leggera: Verdena – Un po' esageri

Rivolta a quell'amico che si vuole guardare tutte le gare di tutte le specialità.

Badminton: Liberato – Tu t’è scurdat’e me

Purtroppo non abbiamo nessun atleta qualificato.

Baseball/Softball: Generic Animal – Bastone

Macché mazza, con quella vena polemica "ci vuole un bastone" per mandare la palla fuoricampo. 

Calcio: Calcutta – Hubner

Con lui ci saremmo arrivati a Tokyo (e anche all’Europeo non avrebbe sfigurato).

Canoa/Kayak, Canottaggio: Giorgio Gaber – Destra - Sinistra

Il mantra da tenere in testa per vogare al meglio.

 

Ciclismo: Tre allegri ragazzi morti – Il principe in bicicletta

Non sarebbe bello vedere una medaglia d'oro mascherata da allegro ragazzo morto?

Equitazione: Roberto Vecchioni – Samarcanda

Se il cavallo riesce a scappare fino a Samarcanda, cosa vuoi che sia vincere un oro?

Ginnastica: cmqmartina – se mi pieghi non mi spezzi

L’inno ideale per gli snodati migliori del mondo.

Golf: Jesse the Faccio – Verde

Quello che serve per dare un po’ di vita al green.

Hockey su prato: Francesco Guccini – Noi non ci saremo

Anche qua non avremo nessuno da tifare in Giappone...

Judo, Karate, Taekwondo: Skiantos – Ti rullo di kartoni

Con questa in testa non c’è avversario che tenga.

Lotta: Vasco Brondi – Ci abbracciamo

In questo caso, non troppo amichevolmente.

Nuoto: Alex Britti – La vasca

Avanti e indietro fino allo sfinimento.

Pallacanestro: Emma Nolde – Toccaterra

"Sono alta ma non all'altezza", canta Emma, ma noi sotto canestro la vedremmo bene.

Pallamano: Populous – Pietre roventi

Come le sassate che tirano i pallamanisti.

Pallanuoto: Franco Battiato – E ti vengo a cercare

Il Nanni Moretti di Palombella rossa è una pedina che tutti vorrebbero in squadra.

Pallavolo/Beach Volley: Frah Quintale, Giorgio Poi – Missili

Come le battute imprendibile dello zar Ivan Zaytsev.

Pentathlon: Colle der fomento – Cuore più cervello

E a volte nemmeno quelli bastano...

Pugilato: Giallorenzo – Megapugno

Per mandare al tappeto l'avversario con un solo colpo.

Rugby a 7: Vasco Rossi – Siamo solo noi

Gli altri 8 li hanno lasciati a casa.

Scherma: Salmo – Ho paura di uscire

Nello specifico, dalla pedana.

Skateboarding: Nayt, Mezzosangue – Lividi

A furia di cadere dallo skate ci saranno anche abituati.

Sollevamento pesi: Coma Cose – Fiamme negli occhi

È quello che si vede nella faccia di chi ha appena sollevato un bilanciere di 200 e passa chili.

Surf: Pop X – Antille

Chi non vorrebbe allenarsi con Panizza ai Caraibi?

Tennis: Venerus – Fuori, fuori, fuori

Per dare una svolta al freddo “out” dell’arbitro.

Tennistavolo: Bluvertigo – La crisi

Quella che prende quando la pallina sfiora lo spigolo del tavolo senza riuscire a ribatterla. 

Tiro a segno: Elettra Lamborghini – Pistolero

Tra questa e Pem pem Elettra poteva benissimo trovarsi a gareggiare a Tokyo.

Tiro con l’arco: Sfera Ebbasta – Cupido

Tiro con l'arco sport ufficiale dei trap boy.

Triathlon: La rappresentante di lista – Resistere

L’unico pensiero da tenere a mente durante una gara così logorante.

Tuffi: Marracash – Bravi a cadere

Chissà se Marra è capace di fare un tuffo verticale con salto mortale in avanti carpiato.

Vela: Niccolò Fabi – Vento d’estate

La vera necessità per questo specialità.

---
L'articolo La nostra playlist impossibile per Tokyo 2020 di Redazione è apparso su Rockit.it il 2021-07-23 14:37:00

Tag: sport

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia