23/02/2004 di



Rockit, per la prima volta, si cimenta in un abbozzo di sintesi dell’anno appena concluso. Tentazione (?) a cui era riuscita a resistere (?) in alcuni dei precedenti mesi di gennajo, con una qualche (forse snobistica?) volontà di differenziarsi da "una cosa che fanno tutti”. Effettivamente, lo fanno tutti. E allora?

A Rockit le trajettorie sono sempre poco prevedibili e regna un gradevole caos di fondo, e questa volta la classifiche di fine anno ci sono. Senza che questo garantisca necessariamente che da qui in avanti, nei secoli a venire, ci saranno ancora.

Identificare i migliori album italiani del 2003.

Obiettivo ambizioso.

Non c’è necessità di interpellare la schiera dei collaboratori, i cinque album da non perdere e da consegnare alla storia della musica peninsulare sono quello di Pecksniff, il "Bacharach..." dei Maisie, il quinto volume del Po box della Wallace, l’esordio grind core dei Carnivorous Vagina e il lavoro dei My violent ego. Esatto. I cinque indicati da Max Osini, che da solo – non è una novità - vale più di una accurata selezione ‘tuttelestelle’ dell’intera stampa musicale italiana. E scrive per Rockit.

Detto questo (e quindi virtualmente chiuso il discorso), ci si può dedicare a una sommaria analisi delle preferenze di redattori e collaboratori sprovvisti del dono dell’immortalità. Magari premettendo qualche banale premessa a ricordare come la redazione di Rockit sia disseminata per tutta l’Italia (e a volte anche oltralpe), che il passaggio di album e demo da un redattore all’altro è giojosamente praticato ma non certo sistematico, e che “Perverse with the dead” – ad esempio - *non* è in bella vista a fianco dell’impianto stereo di *tutti* i collaboratori. ‘Sommare’ le preferenze – da ognuno espresse in ordine libero, non necessariamente gerarchico –, in assenza di una lista di ‘nomination’ condivise all'interno delle quali scegliere gli album ritenuti migliori, non è quindi particolarmente significativo. Nonostante questo, le nove differenti citazioni collezionate da “Che succede quando uno muore” dei Babalot non possono essere passate sotto silenzio, così come gli otto voti accumulati dall'esordio solista di Morgan e i sette a "La moda del lento" dei Baustelle. Preferenze multiple anche per "Days before the day" degli Yuppie flu (6), "The egotrip of the Egokid" degli Egokid (4) e "Muscoli e dei" dei Marta sui tubi (4), che, uniti ai precedenti, compongono un'eventuale cinquina 'eletta' (necessariamente estesa a sei titoli, dato il parimerito sul gradino inferiore), e ancora a "Caffè Cortina" dei Non voglio che Clara (3), "La verità sul tennis" dei Virginiana Miller (3) e "Le verità supposte" di Caparezza (3). Segnalazioni doppie per – in rigoroso ordine alfabetico – 3000bruchi, Africa unite, Candies, Elio e le storie tese, Frankie hi-ngr mc, Fratelli di Soledad, Giardini di Mirò, Marlene kuntz, Morose, Quintorigo, Slumber e Virginiana Miller.

Ancora, doveroso sottolineare l’eterogeneità delle preferenze, sia – forse scontato - a livello di generi, etichette e proposte, sia – molto meno facile da trovare in una stampa specializzata spesso fortemente ‘polarizzata’ - per quanto riguarda la ‘visibilità’ degli album indicati: si passa senza soluzione di continuità dalla produzione di area major (con singoli, video, promozione, tiratura e vendite degne di questo nome, date live esaurite, etc) al cdr con copertina stampata a getto d’inchiostro, prezzo simbolico e un numero di copie vendute che - anche in conteggi alcoolici - non arriva a raggiungere le dieci dozzine, attraversando tutte le gradazioni intermedie: anche se una buona percentuale degli album citati sono collocabili in una fascia abbastanza definibile (ma è solo statistica, niente di preordinato...), nessuno steccato, nessuna preclusione, niente requisiti minimi. Tutta roba italiana.

A seguire, per ognuno dei ventitre collaboratori che hanno partecipato al referendum interno, autore, titolo ed etichetta dei cinque album giudicati migliori tra quelli usciti nell’anno appena concluso. In totale sono oltre sessanta titoli e quasi cinquanta etichette diverse.


Christian Amadeo

Lotus, “Nessuno è innocente”, Mescal
Fennec, “Virtual honeymoon”, Virgin
Patrizia Laquidaria, “Indirizzo portoghese”, Rossodisera/Virgin
Marlene kuntz, “Senza peso”, Virgin
Africa unite, “Mentre fuori piove”, Alternative

Simone Cosimi

Quintorigo, "In cattività", Universal
Sud sound system, "Lontano", V2
Niccolò Fabi, "La cura del tempo", Virgin
Samuele Bersani, "Caramella smog", BMG
Dilaila, "Amore e psiche", Ekomusic

Mark Daretti

Baustelle, "La moda del lento”, Mimo
Virginiana Miller, “La verità sul tennis”, Sciopero
Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
3000bruchi, "Il sorpasso", Aiuola dischi
Candies, "Dense waves make your eyes wider", Suiteside

Benedetto Delle Piane

Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
Africa unite, “Mentre fuori piove”, Alternative
Fratelli di Soledad, “Sulla strada in concerto”, Mescal
Painé, “Spontaneous”, Temposphere
Virginiana Miller, “La verità sul tennis”, Sciopero

Alessia De Luca

Nothing can touch me, "?me?", autoprodotto
Caparezza, "Le verità supposte", Emi
Morgan, “Canzoni dell’appartamento“, Columbia/Sony
Andrea Ra, "Scacco matto", Mescal
Yuppie flu, "Days before the day", Homesleep

Fiz

Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
Baustelle, "La moda del lento”, Mimo
Bartok, "Few lazy word“, Ghost/Santeria
Morgan, “Canzoni dell’appartamento“, Columbia/Sony
Egokid, "The egotrip of the Egokid", Snowdonia

Federica Gozio

Yuppie flu, "Days before the day", Homesleep
Metel & Lord, "Pai nai", Point of view
Vega Enduro, "Dizzy feeling", Great Machine Pistola
Slim, "Tonic", Eclectic circus
R.U.N.I, "Ipercapnia in capannone K", Wallace

Dario Lambarelli

Roy Paci & Arestuska, “Tuttapposto”, V2
Fratelli di Soledad, “Sulla strada in concerto”, Mescal
Persiana Jones, “Brace for impact”, Uaz
Linea77, “Numb”, Earache
Fred Buscaglione, "A qualcuno piace Fred", Warner

Emanuele Mandelli

Subsonica, "Controllo del livello di rombo", Mescal
Frankie hi-nrg mc, "Ero un autarchico", RCA/BMG
Neffa, "Il fantastico mondo di Giovanni Pellino", Universal
Carnival of fools, " The blues get off my shoulder", V2
Giovanna Marini, "Buongiorno buonasera", Sony

Fausto 'Faustiko' Murizzi

Marta sui tubi, “Muscoli e dei”, Eclectic circus
Egokid, "The egotrip of the Egokid", Snowdonia
Morgan, “Canzoni dell’appartamento“, Columbia/Sony
Cristina Donà, "Dove sei tu", Mescal
Caparezza, "Le verità supposte", Emi

Thomas Paulo Odry

Cods, "Sperochettùstia", Mexicat
Baustelle, "La moda del lento”, Mimo
Tottemo Godzilla Riders/ Soundish/ Klippa Kloppa, "Tottemo...", Snowdonia
Marta sui tubi, “Muscoli e dei”, Eclectic circus
Non voglio che Clara, "Caffé Cortina", autoprodotto

Max Osini

My violent ego, "Carried-along-by-fate", Ocean Sound
Maisie, "Bacharach for President, Bruno Maderna superstar!", Snowdonia
AAVV, "Po box 52.5", Wallace
Pecksniff, "Elementary Watson", Merendina
Carnivorous vagina, "Perverse with the Dead", Necro.files

Carlo Pastore

Yuppie flu, "Days before the day", Homesleep
Baustelle, "La moda del lento”, Mimo
Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
Three second kiss, "Music out of music", Slowdime
Slumber, “Never been a girl”, Fosbury

Giulio Pons

Caparezza, "Le verità supposte", Emi
Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
Frankie hi-nrg mc, "Ero un autarchico", RCA/BMG
Non voglio che Clara, "Caffé Cortina", autoprodotto
Egokid, "The egotrip of the Egokid", Snowdonia

Ilaria Rimondi

Quintorigo, "In cattività", Universal
Marta sui tubi, “Muscoli e dei”, Eclectic circus
Yuppie flu, "Days before the day", Homesleep
Mariposa, "Quanti sedani lasciati ai cani", Trovarobato
Baustelle, "La moda del lento”, Mimo

Matteo Remitti

Bob, "Dolce e chiara è la notte e senza vento", Olga
y:dk, "Labiale)", Mox
Lalli, "All'improvviso, nella mia stanza", ilmanifesto
Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
3000bruchi, "Il sorpasso", Aiuola dischi

Enrico Rigolin

Marlene kuntz, “Senza peso”, Virgin
Morgan, “Canzoni dell’appartamento“, Columbia/Sony
Giardini di Mirò, "Punk... not diet!", Homesleep
Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
Mosquitos, "Electric center", Fosbury

Stefano 'Acty' Rocco

Ivano Fossati, “Lampo viaggiatore”, Sony
Morgan, “Canzoni dell’appartamento“, Columbia/Sony
Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
Marta sui tubi, “Muscoli e dei”, Eclectic circus
Kama, “Uno specchio, un lavandino”, autoprodotto

Francesco Saliola

Babalot, "Che succede quando uno muore", Aiuola dischi
Morgan, “Canzoni dell’appartamento“, Columbia/Sony
Otto ohm, "Pseudostereo", NUN
Yuppie flu, "Days before the day", Homesleep
Cesare Basile, "Gran calavera elettrica", Mescal

Eliseno Sposato

Proteus 911, "Apòkrifos - condizioni dell'animo", Nocturne
Yuppie flu, "Days before the day", Homesleep
Loose, "Rock the fuck on", autoprodotto
Slumber, “Never been a girl”, Fosbury
Morose, "La mia ragazza mi ha lasciato", Cane Andaluso/ Ouzel/ Under My Bed/ Kimera

Renzo Stefanel

Morgan, “Canzoni dell’appartamento“, Columbia/Sony
Non voglio che Clara, "Caffé Cortina", autoprodotto
Egokid, "The egotrip of the Egokid", Snowdonia
Baustelle, "La moda del lento”, Mimo
Elio e le storie tese, "Cicciput", Aspirine/BMG

Simone Stopponi

Morgan, “Canzoni dell’appartamento“, Columbia/Sony
Elio e le storie tese, "Cicciput", Aspirine/BMG
Baustelle, "La moda del lento”, Mimo
The H.E.Mo., "Erotic bradipo", Ebta
Musical buzzino, "Musical buzzino", Great machine pistola/ Shinseiki

Luca 'Retra' Zoccheddu

Osram, "Osram", Zahr/ w.*uck
Giardini di Mirò, "Punk... not diet!", Homesleep
Virginiana Miller, “La verità sul tennis”, Sciopero
Morose, "La mia ragazza mi ha lasciato", Cane Andaluso/ Ouzel/ Under My Bed/ Kimera
Prague, "You hear the song and it is long ago", Suiteside

Subito dopo arriva il duemilaquattro.

E, come sempre, si riparte da capo.

In tutti i sensi.

Buon anno, ragazzi.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati