Tora! Tora! Festival - Padova Live report, 13/07/2002

15/07/2002 di Roberta Accettulli



Padova, stadio Euganeo, 13/07/02.

Arrivo allo stadio quando ha appena smesso di piovere. Una pioggia che non ci voleva, perché sicuramente ha fatto cambiare idea a tanta gente, facendogli decidere di rimanere a casa piuttosto che prendersi un acquazzone, che per fortuna non c'è stato. Non c'è stato, ma sicuramente il pubblico presente durante le prime esibizioni poteva essere molto di più.

Alla fine saranno circa 13.000 davanti al palco padovano, ma personalmente penso che l'atmosfera non fosse né come quella dell'anno precedente (sicuramente la miglior data del Tora! Tora! v.1), né come quella di una settimana fa a Catania. Forse mi aspettavo tanto? Ma non lasciatevi ingannare, la serata è stata comunque bella!

Quest'oggi non ho seguito tutti i concerti, racconto quindi le mie impressioni volanti.

Subito dopo l'opening act dei K sono saliti sul palco i Breakfast, band italo/australiana di Enrico Decolle (leader degli Alias) e Maurice Andiloro. Il gruppo, carichissimo ed evidentemente emozionato, ha presentato in scaletta 5 brani, proponendo due inediti che faranno parte del prossimo album in fase di lavorazione: "Carry on" e "End Song". Atmosfere sempre fresche e sbarazzine con una grande strizzata d'occhio (o una vera e propria dichiarazione d'amore?) ai Beatles.

Emozionatissimi anche i Baustelle, che addirittura hanno presentato 3 pezzi nuovi su 4 nel loro breve set, chiudendo con "Le vacanze dell'83", il pezzo di punta del loro album d'esordio. Purtroppo il loro live mi è sembrato al di sotto delle loro reali possibilità, l'emozione ed il fatto di non riuscire a fare molti concerti non sono stati certo d'aiuto. Le anticipazioni dei nuovi pezzi mi sono però sembrate interessanti e spero che presto la band trovi la resa live ottimale.

I Julie's Haircut riesco solo a sentirli dal backstage, alle prese con una delle interviste. Mi piacciono molto ed i loro live sono esplosivi, da quello che sento lo è anche questo pomeriggio. Mi piacerebbe poter vedere le reazioni del pubblico ma sono bloccata dietro il mio registratorino.

Arrivano gli Shandon, che si presentano dicendo di non essere una ska band. Li vedo tra il pubblico che bene apprezza la loro esibizione. Non sono una grande fan del genere, ma devo ammettere che lo spettacolo è divertente e che Olly sul palco ci sa davvero fare. Novità dell'ultimo minuto è l'ospite a sorpresa, ovvero Alberto Ferrari dei Verdena che si esibisce in una movimentatissima "The one who went away" dei Motorpsycho per la gioia e delizia del pubblico.

Altra esibizione che non vedo è quella dei Prozac + , mentre nel frattempo il posto si riempie ed il pubblico aumenta a vista d'occhio. Arrivano i Verdena ed io vado a scattare qualche foto da bordo palco, lo spettacolo del pubblico è davvero bello e il live dei Verdena si riconferma un portento. Mi sembra che più passa il tempo più siano amalgamati sul palco. I ragazzi bergamaschi chiudono con "Dentro Sharon" per la gioia dei fans ormai numerosissimi.

Come a Catania, subito dopo i Verdena è il turno degli Afterhours. Questa sera non è senza dubbio il migliore concerto della band, alle prese con dei problemi di ascolti sul palco che ne hanno pregiudicato l'esibizione e con un direttore di palco irremovibile che ha tagliato la loro scaletta di ben 3 pezzi per recuperare qualche minuto di sforamento. La band fa in tempo ad anticipare l'ultimo brano della setlist, una "Dentro Marilyn" che ancora una volta vede ospite graditissima Cristina Donà, questa sera presente a Padova come osservatrice. Sicuramente il pezzo riuscito meglio nella loro ridotta esibizione.

La serata la chiudono i Modena City Ramblers, che travolgono tutto e tutti con il loro folk prorompente. Non ho seguito il concerto, ma ho potuto ascoltare quello che ormai può essere indicato come il loro "cavallo di battaglia", ovvero la "Bella ciao" che molti potrebbero pensare sia un loro pezzo :)…
In sostanza, una bella serata con un pubblico notevole, specialmente durante le ultime ore, alla quale però è mancato quel "qualcosa in più". Speriamo di trovarlo nella prossima data a Pontassieve!



Dal Tora! Tora! Festival:

Il cast

I concerti:
Catania
Padova
Pontassieve

Le scalette:
Catania
Padova
Pontassieve

Le interviste:
24 Grana
La Sintesi
Modena City Ramblers
Breakfast
Micevice
Delta V
Max Gazzè
Marco Parente

Pagine: Afterhours Baustelle Julie's Haircut Modena City Ramblers Prozac+ Shandon K Breakfast

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati