Il Tubon, lo strumento misterioso di Paul McCartney

Foto di Robert Whitaker - Paul McCartney alle prese con un tubonFoto di Robert Whitaker - Paul McCartney alle prese con un tubon
28/08/2015 di

Cosa caspita è un Tubon? Probabilmente se vi cimentate in una ricerca Google non riuscirete a capire un granché, però troverete delle gran belle foto in bianco e nero di Paul McCartney intento a suonarlo.
Come dedurrete dal nome, il tubon è uno strumento a forma di tubo che fu inventato e prodotto in Svezia dall'azienda Joh Mustad AB verso la metà degli anni '60: consisteva di una tastiera e si portava a tracolla, come una chitarra - una sorta di precursore di quelle tastierine (spesso orribili) che diventeranno poi celebri negli anni '80 - funzionava con tre batterie, si poteva attaccare ad un amplificatore era lungo circa 80cm. Aveva anche delle manopole per il controllo del tono, del vibrato e del volume, e ad ogni tasto corrispondeva un suono presettato di tuba, contrabbasso, sassofono, basso elettrico, e altri strumenti a fiato, da suonarsi staccando le note. 

Il tubon fu utilizzato da moltissime band svedesi rock e pop a cavallo tra gli anni '60 e '70, ma lo strumento non si è diffuso un granché al di fuori della Svezia, per quanto fu commercializzato anche nel Regno Unito come "Livingstone". Paul McCartney però riuscì a mettere le proprie mani su di un esemplare (la foto qui sopra lo ritrae allo Schloss Hotel di Amburgo, durante l'ultimo tour mondiale della band nel '66) con il quale scrisse la sequenza di note che apre "Strawberry Fields Forever" (incisa però con un chamberlin nella registrazione finale) e forse qualche altro pezzo dei Beatles come "Baby You're A Rich Man". 

 

(Lo spartito originale di "Strawberry Fields Forever")

Qualche anno dopo il tubon terminò il suo momento di gloria, facendo la sua ultima celebre apparizione tra le dita di Ralf Hütter dei Kraftwerk, che ne usò uno nei primi anni della band.
Se vi è venuta voglia di ascoltare il suono di questo strano e dimenticato strumento, potete dare un'occhiata al video qui sotto.

 

Tag: strumenti

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    I cinque più piccoli negozi di dischi inglesi