Casa del Mirto: 5 consigli (+1) per produrre bene una canzone senza spendere un euro Rubrica

Casa del MirtoCasa del Mirto
24/11/2014

Abbiamo chiesto a Marco Ricci dei Casa del Mirto di darci cinque consigli per produrre bene una canzone.
Lui ce ne ha dati s
ei.

 

1. Non diventare collezionista accanito di plug-in

Piuttosto impara ad usare quelli che hai. Il tempo che impieghi nella ricerca di nuovi plug-in è tempo sottratto alla tua musica. Rendi le cose più semplici che puoi e sperimenta il più possibile con i mezzi che hai a disposizione.

 

2. Non impazzire con l’equalizzatore

Se ci perdi troppo tempo le ragioni sono tre:
• non sai dove mettere le mani
• stai equalizzando un suono sbagliato e tenti di “adattarlo” al brano > sostituiscilo o eliminalo 
• stai equalizzando la traccia in modalità ‘solo’ > riapri tutte le tracce, resetta l’equalizzatore e riparti da zero

3. Non esagerare con gli arrangiamenti

Non complicare il brano, non trasformarlo in una accozzaglia di suoni che litigano tra di loro per farsi largo. Fai finta di essere un cuoco: una semplice pasta al pomodoro va benissimo, avrai modo di distinguere e gustare al meglio i sapori del pomodoro e del basilico.



4. La cassa e il basso suonano da schifo e si stanno trasformando nella mostruosa ameba di Akira.

• hai scelto i suoni giusti? (rileggiti il punto 2)
• se lo hai fatto potrebbe bastarti l’equalizzatore: quello che guadagna in eq uno dei due, lo sottrai all’altro
• la cassa è intonata col il basso? Prova ad usare il pitch shifter



5. Posiziona i vari strumenti all’interno di uno spazio

• decidi quali strumenti devono arrivarti in faccia e quali possono stare dietro e creare profondità 
• sperimenta anche con il bilanciamento (pan-pot)
• per studiare la profondità ascoltati i Joy Division, per un uso creativo del pan-pot ascoltati "Ok Computer" (se non hai un buon impianto usa le cuffie)

Ovviamente non bastano poche righe per spiegare come creare lo spazio in un brano, ma puoi sperimentare utilizzando eq, riverbero, delay, oppure provando a ricatturare il suono posizionando il microfono in vari punti dello studio e facendolo uscire dai monitor, ampli etc…



6. Il punto più importante: devi avere qualcosa da dire
Se il brano è insipido, può suonare bene quanto vuoi ma sarà sempre insipido. Metti a fuoco quello che hai dentro prima di violentare i tuoi strumenti. Il processo di composizione/sviluppo del brano non solo sarà più veloce ma anche più stimolante e divertente.

 I Casa del Mirto hanno da poco pubblicato un nuovo album, “Still”, e lo stanno presentando dal vivo in tutta Italia.
Ecco le prossime date: 27/11 Milano (Ohibò), 28/11 Napoli (Georg Bes), 29/11 Benevento (Morgana), 30/11 Eboli (Buatt), 6/12 Lucca (Seed Club).

Tag: tutorial produttori

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Max Casacci ha invitato la RAI a inaugurare un canale dedicato alla musica indipendente