Godblesscomputers e i 5 consigli per produrre bene spendendo poco

tutorial-Godblesscomputers-mirto-produttore-listetutorial-Godblesscomputers-mirto-produttore-liste
15/05/2015 di Godblesscomputers

Pochi giorni fa è uscito “Plush and safe”, il nuovo disco di Godblesscomputers (lo presenterà ufficialmente domani sera allo Spring Attitude di Roma). Gli abbiamo chiesto quali sono le cinque da regole da seguire per produrre bene una traccia e senza aver bisogno di budgdet milionari.

Trova il tuo 'posto'
È importante avere un luogo nel quale sentirsi a proprio agio per comporre musica. Prediligi una stanza tranquilla, possibilmente pulita, silenziosa e ordinata. L'ordine attorno a te è un requisito necessario per trovare la tranquillità e il metodo per scrivere musica. Inoltre fai in modo che nel tuo studio ogni strumento, hardware o plug-in sia accessibile e già cablato ad un sistema che ti permetta in velocità di realizzare l'idea che hai in mente senza che questa svanisca tra grovigli di cavi, e problemi da risolvere.

Cerca l'ispirazione fuori dal tuo studio
Immagina di essere un fotografo naturalista e che il tuo studio sia l'equivalente di una camera oscura. Scatta nella tua mente delle istantanee di luoghi che hai visitato, di dialoghi a cui hai partecipato e di persone che hai conosciuto. Lasciati ispirare da ciò che vivi e cerca di tradurre la tua sensibilità in musica. Una volta nel tuo studio parti da quelle sensazioni e cerca di tradurle in suoni. Solo in questo modo troverai la tua 'voce'.

Non stressati davanti al computer
Lo stress e l'ansia sono il peggior nemico da combattere quando passi ore davanti al computer cercando disperatamente di produrre una traccia ma senza riuscire a combinare nulla di buono. Incaponirsi sulla ricerca di un suono, di un giro armonico efficace o sull'equalizzazione di uno strumento è controproducente per il flusso di lavoro. Spegni il computer, fai una pausa uscendo di casa, magari facendo una corsetta al parco. Vedrai che il meccanismo che si era inceppato ricomincerà a fluire.

Less is more
Non esagerare. Per produrre un buon brano servono pochi elementi ma equilibrati e miscelati nel modo giusto. Se trovi un giro armonico o un loop efficace fai in modo di valorizzarlo senza che questo venga snaturato e si perda nella confusione di altri suoni. Per fare questo poniti sempre una domanda: 'questo suono che ho inserito è indispensabile?' Se la risposta è no, allora eliminalo. Lo stesso approccio vale per la strumentazione di cui disponi: non è importante il numero di synth, drum machine, o plug-di cui disponi. L'importante è come li utilizzi. Cerca di conoscere al meglio l'attrezzatura che hai per tirare fuori il meglio da essa.

Impara la tecnica del missaggio
Spesso molte belle intuizioni musicali si perdono in missaggi pasticciati con frequenze risonanti e suoni sbilanciati. Per valorizzare al massimo le tue idee fai in modo che i tuoi brani suonino bene da un punto di vista tecnico. Per far questo è necessario conoscere le basi e la teoria del missaggio, di come trattare le frequenze sonore attraverso l'uso sapiente di equalizzatori e compressori e di come dare spazialità e la giusta collocazione ai suoni nel mix.

Tag: tutorial

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Che cos'è un dj? Risponde TY1