Verde Profumi Suoni

11/06/2002 di Maria Favale



Verde profumi suoni: così si apre il pomeriggio del 25 maggio.

L’atmosfera ed i colori sono destinati a crescere, montare, mescolarsi nell’aria con le onde sonore che occupano lo spazio fra un palco vero e vibrante e le orecchie di tutti.

Attimi di leggerezza, gustata ad occhi chiusi, che si spezzano con inaspettata gioia all’arrivo di tre ragazzi, tre parole: The Zen Circus…essenziali e simpaticamente incazzati…rapiscono chi ha voglia di assaporarseli. ( la sessione ritmica è pulita, precisa…invidiabile.)
Muoversi, ballare, girare, conoscere senza perdere mai di vista ciò che accade sotto quel tendone…impossibile restare fermi, perché le emozioni rotolano e vanno inseguite, condivise con la propria mentecuore e con deliziosi compagni di viaggio.

“C’è Bugo.”.Tanti occhi sgranati, tanta pazzia, un po’ di delusione da parte della sottoscritta. Ma tutto questo rispecchia il vero artista, a volte ispirato, a volte ubriaco, a volte solamente e semplicemente scoglionato. E quindi soggetto a critiche. Ma comunque valido.

Musica che finisce, musica che ricomincia. Piccole pause. Scandite da commenti, birra, baci, risate. Leggerezza e serenità.

Da qui in poi, sonorità che si mescolano senza ordine in menti ormai stanche ma ancora reattive.

Redworm’s farm. Bravi. Ma a lungo andare poco sopportabili. Fuori una pioggia devastante. Sotto tanta gente che ascolta, tanta gente che è lì perché era lì e non può che stare lì. Altri che vorrebbero mangiare e nervosamente aspettano la quiete e la possibilità di muoversi, anche in un metro di fango, non importa. Altri ancora che abbracciano corpi con la scusa del freddo. Grazie, freddo. Altri che si fanno abbracciare col sorriso. (“non ho portato la macchina fotografica, cazzo. Scena da immortalare persa.”) Stasi.

Ancora. Lo-fi sucks! Io vacillo, insieme a molti. La giornata finisce qui, da parte mia. Prosegue in altri luoghi, con il cuore e tutto il resto. Bagnata di pioggia e stanchezza e di tante cose buone. Già. Affascinata. Il viaggio continua domani. Chissà.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Porno per sapiosessuali su Rai1: Alberto Angela intervista Paolo Conte nelle Langhe