Woodworm festival, la data di Milano Live report, 15/03/2014

I Fast Animals And Slow KidsI Fast Animals And Slow Kids
20/03/2014 di

Prendi un catalogo di un’etichetta discografica e sbattilo su di un palco. Aggiungi artisti con una forte personalità, diverse influenze e una discreta storia alle spalle... funzionerà?
A complicare il problema aggiungiamo l’incognita di un mini-festival itinerante di una serata per ogni città toccata (Roma, Bologna e Milano), senza quindi poter contare sul sostegno del pubblico locale. Gli artisti sono stati più o meno gli stessi nelle tre date (a Milano mancava Bologna Violenta, ma tornerà in città più avanti), tutti con uscite legate all’etichetta Woodworm, anche come collaborazione con altre etichette. Com’è andata a Milano? Servirebbe una frase ad effetto, o una foto dato il mio background. Non ce l’ho e rilancio con un video che non ho. C’è un momento preciso, prima dell’ultima canzone dei Fast animals and slow kids, che racchiude tutta la serata, quando i musicisti salgono sul palco per i ringraziamenti ed un breve discorso del patron della Woodworm. No, non è il discorso, per quanto ispirato, ma qualche secondo prima e dopo questo: abbracci, sberle e scherzi tra artisti, come gli ultimi momenti di una gita “aziendale”, per “fare gruppo”. Forse è questo il senso di quest’esperienza, gettare un primo seme per costruire un’identità di gruppo prima di un’identità di etichetta, che si sta ancora formando. O forse devo smetterla con Mulino Bianco.
I singoli live sono stati impeccabili e nella loro brevità (massimo quaranta minuti scarsi) hanno permesso di dare una buona idea del potenziale di ogni band.
Segue breve lista di band ed iperboli: The crazy crazy world of Mr. Rubik infiammano più che scaldare il pubblico presente per i primi live, Umberto Maria Giardini strega in acustico gli aficionados (e non solo), i Julie’s Haircut portano un live tanto tecnico quanto spettacolare, Bachi da pietra ancora una volta devastanti nel mischiare sangue-cuore-melma, Fast animals and slow kids acclamatissimi eroi (Aimone in crowdsurfing con la spalla slogata basta & avanza a dare l’idea).
Le tre ore scarse sono volate e raggiungere l’uscita è un’impresa.
Woodworm Festival: Mission Accomplished.
 

[GUARDA LA GALLERY]

Tag: live

Pagine: Julie's Haircut Umberto Maria Giardini (ex Moltheni) Bachi da pietra The Crazy Crazy World of Mr. Rubik Fast Animals And Slow Kids

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Top It 2017: i 20 dischi dell'anno secondo Rockit