Sconceria Web - YspigRock Festival - Castelbuono (PA) Live report, 01/11/1999

18/11/1999 di Vikib



Uno "stralunato" come me, cioe uno che passa parecchie ore ( e da parecchi anni) davanti ad uno stereo in cerca di emozioni che solo lui sa dare, spesso è un pò prevenuto nei confronti di quei gruppetti, nati dal desiderio adolescenziale di "acchiappare" di più o dalla forzata emulazione delle star del momento. Invitato da un amico a Castelbuono (Pa), in occasione del bellissimo festival rock Ypsigrock, per assistere al concerto dei Marlene Kuntz, mi sono ritrovato davanti uno spettacolo veramente esaltante quello degli Sconceria Web. I nove!! ragazzi hanno l'incarico di APRIRE il festival per una difficile platea di circa 3.000 persone. A prima vista, devo dire, stavo quasi per catalogare gli Sconceria fra quei gruppetti che in premessa ho detto di Odiare, ma sono bastate poche note per farmi capire che avrei assistito a qualcosa di fresco e veramente NUOVO. Per nulla impauriti dalla platea un pò atipica rispetto ai loro usuali concertini, aprono le danze con una fulmicotonica Robert-Ska, "ballata" ska-core, per dirla alla Persiana Jones, che istiga i rockettari presenti a concedere le orecchie e le gambe, tenute fino a quel momento in fresco per i Marlene. Le pause fra un pezzo e l' altro sono inesistenti, e senza prendere fiato continuano a distorcere (in senso positivo) tutto ciò che fino a quel momento conoscevo dell' "Italian ska" . I fiati introducono il secondo pezzo (sedici secondi) il jazz sembra impadronirsi di suoni creati da gente come "Skatalites", i testi quasi struggenti "supportati" da una notevole voce, si infilano nel cervello e non ti lasciano più. Quasi tutta la produzione Sconceria Web viene eseguita nei 45 minuti a disposizione ed ogni canzone, ve lo assicuro, è una storia a se, anzi più esattamente una bella storia. Raggiungo l'apice con un pezzo da fare invidia (Conflitto), le influenze Seattlealiane dei chitarristi sono messe in evidenza, il basso sembra uscito da una ispirata canzone de Red HOT CHILI PEPPERS ed i fiati riescono a creare un' amalgama quasi da fenomeno generazionale (: (ndr). Sarebbe bello riuscire spesso a distaccarsi da ciò che il dogma della moda impone, gli Sconceria ci riescono e se ne infischiano di seguire i giganti che monopolizzano il momento. Gli Sconceria, spero (ne sono quasi sicuro) ,si faranno le ossa e debelleranno quelle piccole lacune ancora presenti e se riusciranno a superare i limiti imposti da una Regione come la nostra, che conta la presenza di una sola seria etichetta discografica, potranno far sentire all'Italia intera la loro freschezza e la loro davvero notevole voglia di sperimentare.



Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    Sconceria Web
    Foto
    0
    Video
    0
    Album
    0
    Concerti
    0