Subsonica - ZeroZeroFest - Montecchio Maggiore (VI) Live report, 14/07/2000

22/08/2000 di Juliet



"Ma....devo portarmi anche le ciabatte?"
"Be'...direi di si."

Juliet, fotografa(?), nonché collaboratrice di Rockit(?), anima punk, da sempre alla terrazza del condominio "Pensieri al dettaglio". A colori.

Simona, amica, personaggio glamour, posizione di prestigio al tavolo delle emozioni condivise. Frequenti visioni.

Sintomi vicentini alla radio. Km 3 al casello di Montecchio.

"Ma...pago io?"
ore 16.45

..Che quasi non ci si crede che è già il 14 luglio...che il festival è arrivato così, come tante altre cose.

e chissà perchè mi aspetto sempre che vada diversamente...

questione di giustizia forse.

Dovrebbero creare un tempo per gli eventi importanti...

eh si!

svincolato dal traffico delle ore che viaggiano ai soliti 60 minuti.

ecco.

una stradina parallela.....

"Km 3 uscita Tempo pregiato"
Che allora ti torna, il sorriso in faccia.

eh si.

e sotto gli occhiali da sole hai l'occhio in giostra.

che saremo pure deportati, sulla strada dei 60
ma quale regno ci attende, oltre la staccionata.

"Hey Juliet, pago io?"
"Ah si, scusa.......no dai, pago io che scambio".

Semplicissimo trovare la zona festival.

Cartelli decisi invitano per favore a non distrarsi.

"A destra...fantastico.....caspita!.. dritto dritto...00Fest...00Fest...a sinistra!

incredibile!"

Cavoli, incredibile si!

ORGANIZZAZIONE. proprio così in stampatello. è la parola che sta scrivendo quell'areoplanino nel cielo della mia mente.

ORGANIZZAZIONE.

Parcheggio.

Al colpo d'occhio, atmosfera circense.

Un favoleggiante tendone giallo e bianco.....atterrato su un campo arato decorato di paglia...

elefanti rosa, blu e verdi
bolle di sapone
acrobati e nani
ballerine assorte
l'enigmatico mago
la vecchia cartomante
unicorni......

"Sono l'ammaliatrice di coltelli...mi attende Mounsieur Gabor...."

no No no No no No
Mammacara....

cosa sto dicendo??????

STOP! STOP!

"sempre la tua mania di protagonismo! ma perchè devi alterare così le battute...me lo spieghi???"

00FEST SECONDA..... CIAK! SI GIRA!

Be'...un favoleggiante tendone giallo e bianco...

"Ciao, sono Juliet di Rockit...lei è Simona"
Lei è Sarah.

ci accoglie con grande disponibilità e gentilezza.

Ci fornisce i pass.

ci parla del festival delle scorse annate.

Ci offre da bere.

ci sorride.

Ci chiama Luca.

"Piacere...Luca..."
Aria britpop,
concentrato e perso, simpatico e cortese.

ci rioffre da bere.

ci chiede degli altri
gli altri...nonchè Daria, Luca, Fiz, Pons..gruppo redazione
be' arrivano più tardi.

ci saluta e ritorna alle mille preoccupazioni organizzative.

Telefonata alla mamma
"ciao..arrivata...tutto bene....qui sono a casa".

E poi
e poi..ecco i SuperB!!!

che bello!

Saluti, baci e abbracci.

E' da quest'inverno che non ci si vede...

In sottofondo, il soundcheck dei Subsonica.

Ma però non suonano...

come non suonate?

e io che volevo sentire i pezzi nuovi.....

Mah...ci sono dei problemi...

boh!

Be' i pezzi ve li facciamo sentire comunque...

e si va sulla loro spaziosissima macchina
ad ascoltare in anteprima l'album e gli inediti.

Silenzio ed attenzione.

Gran passo in avanti...senza dubbio.

Approccio più articolato e convinto.

Autentico.

"Adesso però Simona dobbiamo montare la tenda...."
"Eh si...."
"Io non l'ho mai montata"
"Be'...io ho visto montarla...fidati"
Cioè...io mi sono fidata...però questa tenda ha qualcosa che non quadra...ha uno strano
modo di porsi....

Guardo quella a fianco e mi sembra più convinta...

la nostra..non so...sgraziata.

Arriva AlessioSuperB...anche lui piuttosto perplesso...

però ne sa meno di noi..quindi si limita ad osservare.

stiamo tutti e tre con la testa reclinata a sinistra...

cioè il verso cui tende la tenda.

"Ciaoooooo a tutti..noi siamo i Sushi!!!"

Cavoli sta già iniziando il concerto.......ma che ore sono???

"Simona..io devo andare......"
"non preoccuparti..vai vai....qui ci penso io...vedrai che la raddrizzo io..fidati".

Che donna Simona!

che farei senza di te????

Macchina fotografica in spalla
megacorsa
pass al collo
ok! sottopalco!

Ecco, a questo punto dovrei recensire il concerto...

il problema è che sto fotografando..in condizioni anche piuttosto avverse. Per bloccare le transenne, hanno pensato bene di lasciare i robusti bauli porta strumenti dei Subsonica in zona sottopalco...

cosicchè la sottoscritta per muoversi da un lato all'altro, deve letteralmente saltarci e scenderci..saltarci e scenderci sopra. Che mi sento un po' una spericolata reporter d'assalto..alla fine.

Zona trincea.

i compagni alle spalle, i nemici di fronte. Anche se francamente, quelli( più propriamente "quelle") che mi stanno alle spalle hanno ben poco degli alleati...anzi.

Mi scrutano con quell'aria sprezzante e altezzosa del tipo "ma chi ti credi di essere???" "solo perchè c'hai una macchina fotografica in mano...ecc ecc...." bisbigliandosi nelle orecchie e ridacchiando. e io che sono pure gentile e raccolgo le loro bottigliette d'acqua cadute nella mia zona (mi sa allora che sto in zona franca!).

Che se solo fossi un ragazzo non mi guardereste così...anzi!

chissà quanti ammiccamenti e cortesia...

mah! Questa maledetta invidia femminile!

Altro che solidarietà!

Che qui, alla fine, l'unica che mi sorride è la cantante dei Sushi!

Ma parliamo quindi di loro, no?

Be' io francamente la scaletta non me la ricordo e poi non c'è nemmeno Simona......simona....chissà come va la nostra tenda....

Otty, indossa un completo pantalone-canotta nero, capelli neri, trucco pesante, rosso, sugli occhi. Non si muove granchè..piuttosto oscilla sul posto e difficilmente abbandona la postazione microfono. Sorride. sorride spesso. Il più delle volte al fratello Ale, del quale cerca l'intesa e l'appoggio. Si assomigliano parecchio. Anche se lui, lo trovo un poco peggiorato. Sarà questa barba e 'sti capelli cresciuti. boh! Il terzo Sushi, Paolo, se ne sta tranquillo come sempre, sul lato destro del palco. Mimetico, direi. Non mi dispiace il loro "elettro-pop" anche se ha tutte le caratteristiche di un suono ancora incerto, che ha parecchio da crescere. "Viaggio in Cina" però è proprio carina e frizzante. Non male neppure "Se" e "La mia cameretta".... Mi annoia invece "Sto scherzando". Nel complesso..bravi. Estivi.

E il pubblico si diverte.

Fuori uno!

Simona...simona.....

ecco Simona...

Con aria soddisfatta si avvicina....

"tutto ok! il sosia di Morgan mi ha aiutato a sistemare la tenda!"
"Il sosia di Morgan???"
"Si! un ragazzo dello 00Fest, gentilissimo...mi ha erudito sulle regole di un tranquillo e sicuro campeggio!"
"Caspita...ma qui sono tutti troppo disponibili...mettono quasi a disagio!"

Mentre torniamo in zona concerto, incrociamo Luca.

E gli altri?

Non sono ancora arrivati.....partivano tardi alla fine.

Il palco si è ormai trasformato, pronto ad accogliere i Subsonica.

Strana disposizione..ne lasciano metà scoperto, distanziandosi dal pubblico. Una sorta di effetto "teatrino".

Bombardamenti sonori dalla folla...Samuel e soci in postazione.

E via che si parte con "Disco labirinto".

Aperte le danze che.."quasi quasi mi sollevo senza nessun aiuto".

In forma come sempre il ragazzo!

Giubbettino nero in attesa di essere molestato nei pezzi pathos, jeans overlarge, inseparabile collanina "krishna", ritmo. Un incipit all'insegna degli ultimi singoli, già si sta intonando il ritornello di "Colpo di pistola". Segue una convinta "Aurora sogna" con la sua carne sintetica, nuovi attributi e un microchip emozionale. Passo indietro e arriva la scossa di "Non identificato".

Occhi su Boosta, alle tastiere, che è qui che da il meglio di se. e lo sa. Studiato e dettagliato, sfoggia un'attillata maglietta nera valorizzata da uno teschio di brillantini, in versione pericolo di morte. Ha indubbiamente stile e non perde occasione per arricchirsi di movimenti scattosi e suadenti. Si ama.

"Ma quanto ti ami?"
"Tanto.."
Per non parlare delle espressioni. Tra il depravato e lo schizzoide. che preme due tasti del campionatore e quasi ci riamane dall'emozione. che alla fine sono due tasti del campionatore.

Mentre penso..."un po' ridicolo..."
il pubblico femmineo mi sovrasta "Figoooooooooooooooo!"
Be', si sa, le donne hanno un marcia in più...

e non perdono occasione per dare lezioni di sostanza. Eh..si! quanta bellezza c'è in questo pelato e in quest'altro trendyrachitico. Da collisione con l'iride.

"Ho fatto nei miei giorni cose discutibili...." è l'intensità di quelle "Albe meccaniche" dove "..nell'amara litania delle solite cose ci si può morire sai.." Sai?

Mentre ci si connette con "Il mio dj", l'occhio questa volta cade, per "assonante consonanza", su Max Casacci, la cui maglietta blu risponde "god is a dj". Abbronzato. Occhi azzurri ben farciti di calamari.

Mi fa sempre un effetto strano...difficile da spiegare. Boh.

Senza offesa, ma l'idea è quella di "uomo sarcofago".

Che lo guardi e pensi.."chissà mai chi si nasconderà lì dentro?" Oppure, ecco, quei quadri delle case stregate dove il personaggio raffigurato ti segue con le pupille. Così, così. E poi l'avete mai osservato quando, a fine concerto, si muove tra la gente affiancato da un minimo di due ragazze e cerca il tuo sguardo per poi allungarti la mano e sorriderti? bbbrrrrrrrr! inquietante!

Be', intanto che affondo in tali degenerazioni, "good life" è già terminata. Attenzione! Ecco "Strade", la mia preferita.

Smetto di fotografare...e mi perdo....

"Forse sta a pochi metri da me quello che cerco e vorrei trovare la forza di fermarmi perchè sto già scappando mentre non riesco a stringere più a fondo e ora che sto correndo vorrei che fossi con me che fossi qui: ............."

State respirando?

io no.

Un vortice.

La delicatezza della voce di Samuel che stringe, stringe, il crescendo musicale.

condensando l'aria.

Così avvinti, regalano generosamente preziosi brividi.

Mentre cambio il rullino alla macchina, la coda del mio occhio avverte, sulla destra, un movimento tergicristallo di braccia.....

Mi giro...

Fizzzzzzzzzzz!......sono arrivati i rinforzi!!!!

Lo squadrone Rockit, missione 00Fest, è al completo!

Tra i saluti e problemi tecnici con la pellicola, passano "Cose che non ho", "Il cielo su Torino", "Lasciati" e "...tienimi la mano perchè sento che tutto finisce qui". Con "Perfezione" è liberata l'ossessione della perfezione che risiede in ognuno di noi. Ancora due singoli di richiamo, "Tutti i miei sbagli" e "Liberi tutti" e poi con "Depre" si chiude con l'ultimo album.

Sto pensando che è stato un gran bel concerto.

Che i Subsonica non mi deludono mai.

Che però mi lasciano sempre quest'impressione di lavorare più che suonare.

Chissà.

Paradossalmente, la chiusura del concerto è affidata a tre pezzi d'esordio..

"Come se", "Radio estensioni"...

"Preso blu"
e il cielo che risponde bagnandoci......

THE END!

NOooo! Aspetta!

Non ho ancora finito!

Però corriamo sotto il tendone che qui ci stiamo inzuppando parecchio!!!

Che ogni sera, dopo i concerti, è prevista una vera e propria festa e i ragazzi dello 00Fest ne sono i meritati protagonisti.

Altrettante emozioni.

Entusiasmo a fuoco d'artificio.pioggia di scintille.

Che basta sfiorare i loro occhi per capire cosa significa passione, fervore, impegno. E anche tu ti ritrovi aromatizzato da quella carica. e sorridi.

sorridi.

sorridi.

non ne puoi fare a meno....

con tutto quel bello che ti hanno messo in circolo.

Caspita.

"Simona...Daria...si balla??"

MA CERTO CHE SI!

Perchè sul palchetto del tendone ci stanno due infuocati Dj!!!!

Kofee&Lucky Man Djs.

che uno dei due alla fine è il nostro solito Luca!!!

Ma dai!

Scatenato, elettrizzato, saltellante, si fatica quasi a riconoscerlo!

uaooooooooo! uaoooooooooo!

e ancora
Uaoooooooooooooooooooooo!

Non riesci proprio a smettere di urlartelo nella testa!

credetemi.

Non riesci!

Quanta felicità.

inaspettata.

pulita.

arcobalenata.

Quanta felicità.......

mentre mi addormento nella nostra tenda...

sospiro
quanta felicità.



SPECIALE ZEROZEROFEST

Tutti gli articoli di questo speciale:

Resoconto dallo ZeroZeroFest
Intervista ad Eugenio (ZeroZeroFest)
Concerto Bluvertigo
Concerto Subsonica + Sushi

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati