torino hard core

Gli Arturo nascono nel 1993 a Rivoli (TO). Amici di liceo che ascoltano negazione nofx e poca voglia di prendersi sul serio. Iniziano i concerti nelle scuole occupate, squat e centri sociali di Torino e dintorni. Registrano due demo tape, seguono due 7" e un cd ristampa della seconda demo per la panx (etichetta francese punk-hc). Questo li porta a fare tour in Germania, poi in Svizzera, Francia, Croazia. Nella prima metà degli anni novanta scoprono la musica elettronica: da orbital a amon tobin, da squarepusher a roni size. Questo spinge il gruppo a provare sonorità diverse e non convenzionali per il genere. Decidono quindi di registrare con un altro approccio: l'uso del click e di basi elettroniche cambia inevitabilmente il sound dei pezzi. L'entrata nel gruppo di Gigio (ex COV), con un cantato pop sui pezzi, dà un'ulteriore ventata di aria nuova e tutt'altro che standard. Nasce così "Conversazioni", un esperimento incosciente generato dall'ascolto della musica a trecentosessanta gradi. L'uscita del nuovo album porta a vari tour in tutta Italia.
E' il 2003 e l'etichetta Riot di Milano produce un doppio cd per i 10 anni del gruppo. La confezione comprende un primo cd con le produzioni ufficiali e non degli Arturo e un secondo con gruppi di svariata provenienza musicale e geografica che reinterpretano i pezzi. Tra questi Perturbazione, Rollers inc., Skrugniers, Arsenico, Dj Y...
Dopo qualche anno di riflessioni e necessaria pausa, nel 2011, tornano in sala per ultimare pezzi mai finiti e crearne di nuovi sempre con la stessa attitudine, in assoluta libertà musicale.