Balkan Sexy Music

Dopo “Babbutzi Orkestar” (2009) e “Baro Shero” (2011), la banda balcanica che ha fatto ballare le più importanti piazze d’Italia e d’Europa, con quella che definisce Balkan Sexy Music che spazia tra musica balcanica e punk, passando per la musica popolare da osteria fino alla più estreme radici della Surf Music, è tornata nel 2014 con un nuovo lavoro discografico intitolato “Vodka, Polka & Vina”.
Torna la BABBUTZI ORKESTAR, la banda balcanica che ha trascinato e sconvolto con i suoi energici live migliaia di persone, con un nuovo lavoro che mostra un approccio differente alla balkan music rispetto ai precedenti album. La banda cambia pelle e vira verso un beat più surf e punk, influenzato dalla musica elettronica, ma sempre legato al beat balcanico, ancora riconoscibile all’interno di ognuna delle tracce del disco.
Costruito sulla base dell’energia esplosiva che nasce durante i live del collettivo, “Vodka, Polka & Vina”, che uscirà il 11 Marzo, enfatizza le sonorità aggressive delle chitarre e delle fanfare, intrecciate ai vorticosi temi d’ispirazione gitana che si trovano puntualmente in tutte le tredici tracce. Elettronica e sintetizzatori creano un tappeto sonoro di derivazione dub e soul, lasciando spazio anche a sognanti violini e poetiche fisarmoniche. I suoni sono grezzi e crudi ma attraversati da stabili onde ritmiche, che fanno risaltare grintosi bassi e batterie da un’anima rock, donando un organico sonoro saldo ai pezzi e una nuova idea di ritmi balcanici. Il tutto condito da potenti e graffianti voci che raccontano dei limiti della follia, di passioni e febbricitanti visioni sensuali, per poi urlare anche argomenti più attuali come l’amara capacità distruttiva dell’uomo.
I tredici brani del disco sono stati scritti da G. Roccato e dalla Babbutzi Orkestar, tranne il classico italiano del 1958, “Buona Sera Signorina”, riarrangiato in versione Balkan Sexy Music. Il disco è stato realizzato con l’ausilio di macchine e sintetizzatori di ultima generazione e amplificatori valvolari vintage e registrato interamente da Antonio Polidoro, che aveva già collaborato con la banda nei due precedenti lavori.
Tra ballate melodiche, polke e infuocati ritmi surf, psychobilly, punk, hip-hop, funky, soul, pop e a volte anche balkan, “Vodka, Polka & Vina” trascinerà il pubblico in una dimensione delirante e folle da cui sarà difficile uscire.

http://www.youtube.com/watch?v=neFH_MBqG-g
http://www.youtube.com/watch?v=v7niv78M-Hg

info & booking: babbutziorkestar@libero.it
FB: https://www.facebook.com/BabbutziOrkestar?fref=ts
TWITTER: @BABBUTZI

La BABBUTZI ORKESTAR nasce nel 2007 e ha solcato importanti palchi quali Hidrellez Festival ad Istanbul, I am Art Festival in Umbria, MEI a Faenza, Guca Na krasu a Trieste, Auditorium La Flog a Firenze, Bloom a Mezzago, BalkanbeatsLondon a Londra, Laborbar a Zurigo, Tipi Festival a Bolzano, Balkan Caravan, Magnolia a Milano, End Summer Fest a Varese, e molti altri oltre a tutte le più importanti piazze d’Italia.
Ha suonato sugli stessi palchi di Shantel, Modena City Ramblers, Dubioza Collectiv, Boban & Marko Marcovic, Goran Bregovic, Magnifico, Figli di Madre Ignota, Brooklin Funk Essential, Baba Zula, Can Bonomo, Fanfare en Petard, Robert Soko, Kocani Orkestar, Mad Sound System, Ghiaccioli e Branzini, Motel Connection e molti altri.