Baustelle - Testo Lyrics Alfredo

Testo della canzone

Un pezzetto bello tondo di cielo d'estate sta sopra di me. Non ci credo. Lo vedo restringersi. Conto le stelle. Ora. Sento tutte queste voci. Tutta questa gente ha già capito che ho sbagliato. Sono scivolato. Son caduto dentro il buco. Bravi, son venuti subito. Son stato stupido. Ma sono qua gli aiuti. Quelli dei pompieri. I carabinieri. Intanto Dio guardava il Figlio Suo. E in onda lo mandò. A Woytila e alla P2. A tutti lo indicò. A Cossiga e alla Dc. A BR e Platini. A Repubblica e alla Rai. La morte ricordò. Scivolo nel fango gelido. Il cielo è un punto. Non lo vedo più. L'Uomo Ragno mi ha tirato un polso. Si è spezzato l'osso. Ora. Dormo oppure sto sognando, perché parlo ma la voce non è mia. Dico Ave Maria. Che bimbo stupido. Piena di grazia. Mamma. Padre Nostro. Con la terra in bocca. Non respiro. La tua volontà sia fatta. Non ricordo bene. Ho paura. Sei nei cieli. E Lui guardava il Figlio Suo. In diretta lo mandò. A Woytila e alla P2. A tutti lo mostrò. A Forlani e alla Dc. A Pertini e Platini. A chi mai dentro di sé il Vuoto misurò.

Album che contiene Alfredo

album Amen - BaustelleAmen
2008 - Pop Atlantic Records, Warner
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • Laia Petita 03/03/2018 ore 23:18 @serenabonomo

    Commento vuoto, consideralo un mi piace!

  • Laia Petita 03/03/2018 ore 23:19 @serenabonomo

    Canzone stupenda
    Piango tutte le volte che la sento

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati