Nel 1995 nascono quattro bambini, in mesi diversi, nessuna coincidenza o allineamenti di pianeti. Ma nessuno poteva immaginare cosa sarebbe successo quasi due decenni dopo.

Nel marzo del 2015 i quattro decidono di mettere su una band. Questa era la volta giusta e stranamente tutti ne erano convinti. Non c'era un motivo particolare, semplicemente avevano deciso così, avevano deciso di essere i BdB.

Che significa "bdb"? Provate a chiederglielo e vi forniranno una lunga lista di nomi: Bears Drink Beer (sembra sia quello che va per la maggiore), Brave Dead Boys, Being Disaster Band, Barney Drop Bombs, Bitter Dry Bottles, Black Deathly Battles, Burn Down Babylon e tanti altri...ma forse bdb vuol dire semplicemente bdb, quindi interpretatelo come volete.

Dopo qualche mese di prove, impazienti di creare qualcosa di proprio, i bdb scrivono il loro primo pezzo, "Born To Die", al quale seguono "Part Of Me", "Concrete", "Atoned" e molti altri, arrivando, dopo circa un anno e mezzo, ad avere 10 pezzi completi e molte altre idee.
Nella loro fase creativa i bdb cercano di liberarsi dagli stereotipi musicali, mainstream o alternativi che siano, cercando di creare sempre qualcosa di nuovo, evadendo da classificazioni di generi ed etichette. Il risultato è un minestrone dei più disparati gusti ed influenze dei vari membri (Tra le ispirazioni vanno citati i Twenty One Pilots, i System Of a Down, il nuovo movimento punk rock degli anni 90/00, il rock sperimentale dei Queen, il grunge italiano dei Ministri, ma anche la cultura rap/hip-hop).

Nel frattempo i ragazzi si sono fatti i calli suonando su ogni tipo di palco, dalle feste liceali ai pub di periferia, dal Blackout a Stazione Birra. Partecipano all'edizione 2015/2016 di Emergenza, classificandosi secondi nel Lazio e guadagnandosi l'occasione di poter suonare a Parigi, nel febbraio del 2017.

Nel loro percorso trovano l'appoggio e il sostegno del maestro Giuseppe Silvestri, che li accompagna in un'attività di laboratorio musicale, fonte di apprendimento e crescita.

Il 3 Marzo del 2017 i bdb rilasciano il loro primo EP autoprodotto, “demo(n)s”.