La nostra musica tenta il conseguimento di quello che potremmo definire un folk-patchanka, un folk globale che non si ferma ad un'unica cultura, ma cerca di "ingabbiarne" il più possibile. Proprio per questo si possono trovare insieme brani di protesta popolare e partigiana, brani irlandesi, pezzi di Van De Sfroos e dei Modena City Ramblers, ballate di DeAndrè, pezzi di musica popolare sud-americana e cubana, musica folk ucraina e jazz. Cerchiamo di seguire il nostro nome: Essere FOLK ( e anche un po' BIFOLCHI!!!!).