Electronico Ambient Techno

Ho conosciuto Benjamin Finger per caso, ma quando mi ha fatto ascoltare il suo secondo disco sono entrato in una sorta di trance uditiva. Registrato nella sua Oslo e recensito anche su queste pagine, “For You Sleepsleeper” evoca sogni, incubi, aspettative, allucinazioni, amori falliti, vite sfumate, bicchieri svuotati e rumori lontani.