Siamo nati nel 2006 e da allora non abbiamo mai smesso di surfare attraverso generi musicali, macinando migliaia di chilometri in tour attraverso l’Eu

I Baciamolemani sono una camaleontica formazione musicale nata tra le melodie marcianti delle bande di paese, cresciuta a cavallo dell’Europa e dei suoi ritmi mediterranei ed evolutasi fino ad abbracciare sonorità sempre più rock, surf ed elettroniche passando per le grandi atmosfere armoniche delle colonne sonore. Il tutto condito dalla tipica sfrontatezza all’italiana dei suoi 7 componenti, capace di coinvolgere gli spettatori di 5 diversi paesi europei. I Baciamolemani nascono come gruppo ska nella primavera del 2006 da alcuni componenti del giovane gruppo folk ragusano “Underhouse” e al tempo stesso sono musicalmente figli dell’ “Orchestra Milleluci Emallume di Carazzi” e delle loro tarantelle e tipiche canzoni d’autore italiane.
Un anno dopo esce il loro primo disco “Ballacazzìz”. Un disco tutto in levare che va dallo ska al reggae, dalla canzone melodica italiana all’omaggio al cantautore italiano Paolo Conte. Il tutto portato avanti dal singolo reggae-pop “Musa” e da “La Gita a Pedalino” canzone che porta il gruppo a sperimentare al di fuori da ogni genere musicale mescolando ritmi forsennati a valzer e mazurke di paese.
Il tour di Ballacazzìz porta i Baciamolemani ad esibirsi con gruppi storici italiani come gli Africa Unite e Roy Paci & Aretuska e a varcare i confini nazionali approdando per la prima volta in Spagna a Barcellona nel novembre 2008 e nel giugno 2009.
L’esperienza spagnola porta il gruppo ad aprirsi a nuove contaminazioni dalle quali nasce il brano “Vicoli” di ispirazione Cumbia che, oltre a raccontare direttamente i viaggi della Band, rappresenta una virata verso sonorità più acustiche e ricercate insieme a testi sempre più ispirati e biografici.
Pochi mesi dopo i Baciamolemani rafforzano la loro ricerca con il brano “I Ruffiani” dove mischiano liberamente ritmi e sonorità bandistiche siciliane a strumenti giocattolo marinareschi come ukulele e organetto. Con “I Ruffiani” i Baciamolemani raggiungono la finalissima del Festival della Canzone Siciliana e vincono il Lennon Festival con grande apprezzamento di pubblico e di critica.
Nell’aprile 2011 esce il secondo disco “L’Albero delle Seppie” (Kasba Music 2012). Oltre 20 strumenti suonati per un disco senza frontiere musicali e ricco di collaborazioni tra le quali spicca quella con i catalani “La Pegatina” nel singolo “La Corriera” che farà da apripista nei fortunati tour spagnoli di Febbraio e Maggio 2012.
In poco più di un anno l’ “Eurocorriera Tour” conta già più di 100 concerti effettuati in 4 diversi paesi europei (Spagna, Italia, Francia e Belgio).
E’ del 2012 la realizzazione della colonna sonora del Docufilm di Ivano Fachin “Gelati e Granite”, premiato anche al Taormina Film Festival dello stesso anno. A seguire, i Baciamolemani collaborano nel nuovo disco de La Pegatina “Eureka”, nei brani “Non è Facile” e “Mamma Mia”
Nel 2013/14, il tour approda nel Regno Unito e soprattutto in Olanda, dove i Baciamolemani calcano i palchi di alcuni dei più importanti club europei, tra i quali quello della Sala Paradiso di Amsterdam.
Nelle stagioni successive, continuano i tour all’estero come headliner su palchi di festival quali il Polé Polé di Gent (Belgio).
In seguito alle numerose esperienze internazionali, il gruppo comincia a sperimentare sonorità sempre più rock, elettroniche e orchestrali. A cavallo tra il 2015 e il 2016 realizzano il loro terzo album, in uscita il 24 gennaio 2017.