Briganti Sabini rock folk latino

Con la loro musica hanno sempre cercato di reagire all’attuale tendenza di produrre tristezza, pochezza e disgregazione: loro sono i Briganti Sabini, una band che inquadrare in un solo genere è riduttivo, un progetto che ha come obiettivo quello di “fare la differenza”. Questa tendenza salta subito all’occhio già dal nome del gruppo, definizione che rimanda ad un’antica libertà assoluta e omaggia il luogo nel quale quella libertà, per i nostri Briganti, si è fatta musica. Un sound che unisce, che fa ballare e divertire, un mood scanzonato che raggiunge il suo climax nei numerosi live della band che riescono a trascinare, incantare e diventare - anche grazie alla presenza di una moltitudine di strumenti, armonie lontane e tematiche attuali e profonde nella loro semplicità - sempre una grande festa. Influenzati dalle sonorità delle decadi che intercorrono tra gli anni ‘60 e ‘90 e ispirati - in mille modi diversi - dalla linea stilistica di Manu Chao, dei The Doors e di Mannarino, per citarne alcuni, nel 2013, Damiano Longo (Voce, Kazoo, Chitarra, Timpano, Megafono) e Fausto Casara (Cori, Batteria, Percussioni, Chitarra) fondano i Briganti Sabini con l’intento di presentare al pubblico il genere “Patchanka”, ovvero un mix di Pop, Rock, Folk, Ska e Latino, una combinazione particolare e innovativa che fa dei loro pezzi una sorpresa continua. Nel 2013 vincono il primo premio al festival “Anime di Carta”, partecipano nel 2016 ad “Enotica”, celebre evento musicale romano al Forte Prenestino, nel 2017 si aggiudicano il premio giuria del contest Promuovi La Tua Musica nel corso delle finali al Teatro Massimo di Pescara, prendono parte nello stesso anno al Galà Sanremo Fashion al Palafiori, evento trasmesso anche in diretta su Canale Italia: nel giro di pochi anni collezionano una moltitudine di esibizioni sui palchi di festival, club e piazze sparsi per lo stivale - da ricordare il concerto all’Anfiteatro di Stimigliano, quello presso La Centrale Live Music Club di Forano e quello all’Arte.rie festival di Cantalupo - sempre in prima linea in occasione di iniziative musicali a sostegno di tante campagne sociali rilevanti. Nel novembre del 2017 i Briganti Sabini firmano con Areasonica Records per la pubblicazione ufficiale del loro debut album Remusicando. Il nome dell’album prende le mosse da un aneddoto sabino: quando gli anziani di paese sentivano dei ragazzi suonare, esclamavano sempre la parola sabina “Remusichete?”, letteralmente “Adesso suonate?”. Da qui la promessa di dare il nome Remusicando al primo disco dei Briganti Sabini, un continuo “re-iniziare a suonare”. Un album che è, in un certo senso, un modo di rinascere, di ricominciare con la musica, un nuovo inizio.
Il disco viene lanciato ufficialmente alla fine di gennaio 2018 insieme al primo singolo estratto Cammino Lento, un invito a festeggiare quest’unica vita che abbiamo sempre con gioia e spensieratezza, attraverso quella speciale allegria che solo la musica sa e può regalare.