a-punk, indie rock

Una novità gustosa e sfornata dalle parti di Napoli è in arrivo proprio in questi giorni: dopo l'EP omonimo uscito per la label BulbArt i tre ragazzi di Portici - amanti dell'Inghilterra di fine anni ottanta e di un certo sound A.Punk americano, scavalcando generazioni di musicisti guardano direttamente alle tendenze più recenti del rock oltreconfine e oltreoceano.

Stiamo parlando dei The Burlesque e del loro indie rock, sottogenere che negli ultimi anni li ha influenzati facendosi ispirare da band come Vampire WeekEnd, Strokes, Franz Ferdinand, i Cribs ma soprattutto The Housemartins, The Smiths e Blur.
Giovani sì, ma non alle prime armi, i Burlesque in soli tre anni di vita hanno già all’attivo qualche importante uscita sul palco, una esperienza di serate unplugged nei locali secondo il classico schema chitarra e voce, e un bassista, Dario Menna, ex membro dei La Strada.

Ed ecco allora che il vento fresco dell’indie rock che normalmente scorre lontano questa volta scuote anche il nostro territorio, campano e nazionale. I Burlesque scelgono di comunicare direttamente con la lingua madre dei loro gruppi ispiratori, nella quale si trovano perfettamente a loro agio.

Una combinazione di freschezza e entusiasmo, di pulizia sonora e eleganza tecnica di rara fattura nei tempi nostri e nella musica nostrana, combinata però, e questo è forse il vero valore aggiunto, con una semplicità dei messaggi e una scanzonatezza gioiosa del loro suonare

Nel sound di Cheap and Kool dei Burlesque (già dal titolo si invitano a non prendersi e non prendere niente troppo sul serio) non c’è niente di tutto questo virtuosismo musicale, di questo narcisismo autoreferenziale e di questo ermetismo testuale: solo musica fresca, vivace, e tuttavia molto pulita e sapientemente tecnica (soprattutto nella gestione dei ritmi e delle chitarre sincopate).

The Burlesque è un progetto di vita , che racconta di vita. Quella semplice però chissà perchè incomprensibile alle volte, fatta di cose che sono proprio quel che sembrano , e cose che non sembrano affatto quel che sono, queste cose le trovi in ogni porta di ogni casa di ogni palazzo di ogni strada , eppure , quando cammini su questa stessa strada , tu non te ne accorgi , non te ne accorgi?
Cheap & Kool nasce per questo , The Burlesque si sentono nella stessa situazione del mitico Jeff Jeffries ne ''La finestra sul cortile'' , hanno un binocolo abbastanza potente , e si focalizzano volta per volta su quel palazzo , che da fuori sembra cosi' monotono , ma all'interno possiede tutta la vita di cui il mondo ha bisogno . E allora perche' Cheap & Kool?
Semplicemente perche' questa è l'epoca del Cheap & Kool , fatta di ragazze a la page che spendono 10 euro per il loro outfit , vintage ritornato fortemente e allora si'! Apriamo gli armadi dei nosti nonni! Non so se tutto questo sia giusto o sbagliato ,so solo che abbiamo cercato di raccontarlo in 10 pezzi.

The Burlesque sono:
Fabio (Voce e chitarra)
Dario (Basso e cori)
Ceppe (batteria e synth)