I Cabaret Sauvage nascono nel 2007 e sono di Torino: Umberto (voce, chitarra, armonica), Federico (voce, batteria, chitarra), Simone (chitarra) e, dal 2008, Alessandro (voce, basso, chitarra). Con il loro primo brano “I Found Myself”, partecipano al concorso “MassimoAscolto”, organizzato dal quotidiano “La Stampa” e dal Politecnico di Alessandria, aggiudicandosi il Premio della Critica. Prerogativa fondamentale del quartetto è l'attività live: in due anni di attività i Cabaret Sauvage si esibiscono in oltre 70 concerti. Senza alcun aiuto da parte di chicchessia, riescono ad uscire dalle accoglienti mura domestiche per suonare a Nizza, Sanremo, Saint Tropez, Marsiglia, Pisa, Ancona, Milano. Nel 2008 "Driving Home", terza traccia del loro EP "Studio", raggiunge l'8° posto della classifica Indie Music Like, stilata dal magazine "Rockstar" e da Audiocoop su segnalazione di giornalisti ed addetti ai lavori. La canzone “Part Of My Dream” viene invece scelta come colonna sonora del dvd “Try Again”, prodotto dalla Random Video. Tra un concerto e l'altro, nel 2009 i Cabaret Sauvage autoproducono il loro primo cd, omonimo, composto da 10 tracce, cantato in inglese e in italiano. L’uscita dell’album coincide con la partenza del Timidi Eroi Tour, che sortisce una grande attenzione da parte del pubblico e dei critici. I cd vanno a ruba e, con una sfilza impressionante di live, crescono gli appassionati: i Cabaret Sauvage vengono chiamati ad aprire i live di BLACK REBEL MOTORCYCLE CLUB (BRMC), Pan Del Diavolo, Giuliano Dottori, e Waines e sono invitati per ben 2 volte al MEI di Faenza. Più volte Rai Radio 1 trasmette due brani tratti dal disco: "Timidi Eroi" e "Driving Home", ed invita il quartetto ad uno speciale live da Saxa Rubra. Ma i tempi cambiano. L'esigenza di nuove sonorità, più sporche e rumorose, e di testi che raccontino la triste realtà contemporanea spingono il quartetto a creare. Uno sforzo che non tarda ad essere riconosciuto: già a giugno i Cabaret Sauvage vincono il "Premio Best Lyrics" al concorso Asti Nuovi Rumori 2010. E in estate, superata soglia 100 concerti, nasce l'idea di un EP Live. Uscito il 5 novembre 2010, registrato proprio all'Asti Nuovi Rumori Festival, contiene 5 tracce, tutte in italiano, di cui quattro inediti. Si parla di amore, di indifferenza, dell'egoismo e della miseria - culturale oltre che economica - che giorno dopo giorno conduce il Paese dei ciechi alla deriva. La critica ed il pubblico gradiscono: i cd distribuiti durante i live vanno a ruba ed altre soddisfazioni non tardano ad arrivare. A fine novembre i Cabaret Sauvage vengono chiamati ad aprire la tappa di Torino del tour mondiale dei Black Rebel Motorcycle Club. Quale migliore occasione per presentare Ep Live. Ep Live è un disco pessimista. Avanti così, e ciò che è stato non verrà ridato.