Nel maggio 2014 Angelo Rock partecipa per la seconda volta alla 52° edizione de "Il Cantagiro" (l'anno precedente si era fermato alla finale regionale). La competizione lo porta fino a Fiuggi per disputare la semifinale nazionale. In questo contesto l'artista messinese viene apprezzato dal pubblico, ma pur non vincendo alcun premio, viene notato da David Marchetti, produttore discografico della Ghiro Records. David, decide di collaborare con Angelo Rock, subito dopo aver ascoltato la sua demo e, stuzzicato dalla sua sottile ironia, gli sottopone un contratto discografico. In virtù di tale accordo, la Ghiro Records si impegna non soltanto a curare l'immagine dell'artista, che cambia nome e da Angelo Rock diventa Cabrio, ma punta in alto, cercando di portare un suo brano sul tanto ambito palco di Sanremo. E’ proprio nell’Ottobre di quell’anno che partecipa alle selezioni di Sanremo giovani con il brano “Pensa”, scritto ed arrangiato da lui. La canzone non ha molta fortuna al festival ma viene trasmessa da più di 400 radio in tutto il territorio nazionale. Nel Novembre del 2015 ci riprova e stavolta viene scelto tra i 60 finalisti di Sanremo giovani con il brano “Piccola (ma che storia è mai questa?).
Nel Gennaio 2016 partecipa all'undicesima edizione del concorso canoro "Aspettando Sanremo" tenutosi a Viagrande (CT) e, con la cover Destinazione Paradiso di Gianluca Grignani, si aggiudica il premio della critica categoria senior. Nell'aprile dello stesso anno, partecipa al concorso "Il palco dei talenti", aggiudicandosi il primo premio per la categoria "Cantautori", il "Premio Palco dei Talenti" e l’accesso a “Casartista” un importante stage a Milano che gli permetterà di lavorare a stretto contatto con Marcello Balestra ed Andrea Ghislotti. Il 9 Aprile autoproduce il suo primo disco dal titolo “pensa”, che raccoglie sei brani (più due bonus extra: un mashup tra “I’ll fly with you” di Gigi D’Agostino e “Mezzogiorno” di Jovanotti, e un remix di “Piccola”, la cui versione originale è pure contenuta nel disco) scritti, musicati e prodotti dallo stesso cantautore messinese e arrangiati da Dario Lisitano, Pasquale Gigli e Vincenzo Fontes. L’album può essere scaricato sui più importanti store digitali ed è possibile ascoltare i brani su Spotify e sulle maggiori piattaforme web musicali. Sin da piccolo Cabrio coltiva un grande amore per la poesia e nel dicembre 2016 decide, con la casa editrice Kimerik, di pubblicare una raccolta di poesie dal titolo “Maltempo di Marzo”, con il quale partecipa a tutte le più grandi fiere d’Italia. Il libro è oggi disponibile presso tutte le librerie del territorio nazionale. È l’aprile del 2017 quando Cabrio, in occasione dei suoi quindici anni di carriera, pubblica insieme all’amico Ricky Portera il nuovo singolo “Io ci voglio credere”. Questo brano, oltre ad essere di nuova concezione rispetto ai precedenti, segna, per l’artista, l’inizio di un nuovo percorso musicale. Qualche mese dopo, Cabrio torna alla ribalta con “Fly”, la sua canzone per l’estate, brano dal fresco ritmo reggae con contaminazioni hip-hop, scritta e musicata da lui insieme a Maurizio Musumeci aka Dinastia, del quale è già pronta una versione in lingua spagnola. Tra i progetti in cantiere, Cabrio sta lavorando inoltre a una canzone per partecipare alle selezioni per la categoria Giovani della prossima edizione del Festival di Sanremo.